GP d’Italia, atto 14: classifica piloti e costruttori Formula 1 2008

classifica della formula 1 2008 dopo il gran premio d'italia a monza, massa recupera un punto su hamilton mentre kubica si fa di nuovo sotto

da , il

    Massa recupera un punto ad Hamilton e si porta ad una sola lunghezza nella classifica dei piloti. In quella costruttori, invece, la Ferrari vede ridursi a soli 5 punti il vantaggio. E’ paradossale che in una stagione piena di sprechi, saranno le briciole a fare la differenza. Un modo come un altro per dire che, comunque vada, il vincitore non meriterà il titolo più dello sconfitto per quanto sarà uno e soltanto uno a conoscere la gloria.

    PUNTO DECISIVO. L’impressione è che Massa ed Hamilton arriveranno accoppiati anche allo sprint finale in quel di Interlagos. Più che un campionato a punti, il finale di stagione potrebbe trasformarsi in una partita di calcio dove i due si marcheranno ad uomo e cercheranno di rispondere colpo su colpo all’avversario. Proprio come a Monza. Singapore, Giappone, Cina e Brasile. Restano 4 colpi da sparare su bersagli a modo loro imprevedibili. I punti a disposizione sono 40, ma la statistica dice che con soli 25 il mondiale è pressoché assicurato. Sostanzialmente, quindi, basterebbe arrivare sempre terzo ad uno dei due per mettere le mani sul sogno iridato. Troppo facile? Evidentemente no se si considera che ad oggi il capoclassifica Hamilton viaggia ad una media di 5,5 punti per gara. Ecco spiegato, quindi, il perché di Robert Kubica.

    KUBICA MINA VAGANTE. Kubica è ancora lì. Sa che non può guardare troppo in alto ed allora si consola all’idea di finire terzo e davanti al campione del mondo in carica, quello che guida la Ferrari numero 1. La stessa Ferrari che è in testa nel campionato costruttori. Kubica è una mina vagante nel vero senso della parola. Hamilton e Massa si marcheranno ad uomo, come detto, lasciando il polacco libero di farsi la sua corsa in completa comodità. Zero pressioni ma tante ambizioni. Non dimentichiamoci che a metà stagione c’era lui in cima al mondo. Poi le prestazioni della sua BMW non hanno retto il passo con lo sviluppo di Ferrari e McLaren e, a tutt’oggi, paiono inferiori. Il pilota di Cracovia, però, resta a galla e rosicchia ancora terreno grazie ad una costanza impressionante e ad una mitica capacità di capitalizzare al meglio le condizioni fuori dall’ordinario. Saranno queste a decidere il campionato per i due là davanti e per lui che segue. La lotteria di Singapore, in questo senso, sarà fondamentale.

    LA MISSIONE DEI FINLANDESI. Tomo tomo cacchio cacchio, Kovalainen sta dando il suo apporto decisivo. Partito benissimo, frenato dalla sfortuna, crollato al confronto con Hamilton, il finlandese di casa McLaren sembra aver trovato la giusta dimensione di gregario che entra in azione quando il capitano è in affanno e porta sostanza in squadra. Con 23 punti nelle ultime 4 gare, compreso uno 0 in Belgio, è quello che ha fatto più punti di tutti dall’Ungheria in poi. Al confronto, l’altro gregario, Raikkonen, ne ha fatti solo 6 nello stesso lasso di tempo. Si è giocata in questi termini la partita tra i due team. Ed ora che la rimonta è quasi compiuta, la stagione del campione del mondo non finisce, cambia solo prospettiva: il suo apporto non servirà tanto per vincere il mondiale o per aiutare Massa a farlo. Raikkonen dovrà far vincere il titolo costruttori alla Ferrari. Niente altro.

    Classifica Piloti Formula 1 2008

    Lewis Hamilton 78

    Felipe Massa 77

    Robert Kubica 64

    Kimi Raikkonen 57

    Nick Heidfeld 53

    Heikki Kovalainen 51

    Fernando Alonso 28

    Jarno Trulli 26

    Sebastian Vettel 23

    Mark Webber 20

    Timo Glock 15

    Nelson Piquet Jr. 13

    Rubens Barrichello 11

    Nico Rosberg 9

    Kazuki Nakajima 8

    David Coulthard 6

    Sebastien Bourdais 4

    Jenson Button 3

    Giancarlo Fisichella 0

    Adrian Sutil 0

    Anthony Davidson 0

    Takuma Sato 0


    Classifica costruttori Formula 1 2008

    Ferrari F1 134

    McLaren Mercedes 129

    BMW Sauber F1 117

    Toyota F1 41

    Renault F1 41

    Scuderia Toro Rosso – Ferrari 27

    Red Bull – Renault 26

    Williams – Toyota 17

    Honda Racing F1 14

    Force India – Ferrari 0

    Super Aguri – Honda 0 (Ritirata)