GP degli USA, voci dal podio: Hamilton vince ma fatica, Alonso si accontenta, Massa deluso

i commenti dal pdoio del GP degli USA di F1, parlano Hamilton Alonso Massa e ron dennis

da , il

    gp usa f1 - commenti dal podio

    Nonostante la comprensibile delusione derivata dal momento delicato, Fernando Alonso sembra tuttosommato soddisfatto per gli otto punti conquistati nel Gran Premio degli Stati Uniti ad Indianapolis. Lo spagnolo spiega di essersi accontentato del secondo posto. Quanto ad Hamilton, soddisfatto e stanco, racconta che è stata molto dura tenere dietro il compagno di squadra.

    Lewis Hamilton:“Le cose stanno andando sempre meglio. Non riesco ancora a crederci. Devo ringraziare tutto il team per questi risultati incredibili perché hanno lavorato duramente per sviluppare la vettura. In gara tutto è andato bene. Ho, però, dovuto spingere al massimo perché avevo Fernando sempre dietro che mi dava una pressione incredibile. In particolare nel secondo stint ho sofferto un po’ di graining e lui si è avvicinato a me cercando di superarmi, ma sono riuscito a tenerlo dietro in fondo al rettilineo e così ora posso festeggiare”.

    Fernando Alonso:“Anche se non ho vinto, sono contento di poter andarmene con un podio. Tutto si è deciso alla prima curva perché da dopo quel momento per me era impossbile superare Hamilton. Ho cercato di stargli vicino per vedere se ci fosse stata qualche possibilità ma non è successo. Solo in un momento ci siamo affiancati. E’ stata una bella lotta e non vedo l’ora di proseguire questa intensa stagione. Oltretutto abbiamo ancora incrementato il vantaggio sulle Ferrari e i miei otto punti sono davvero una bella consolazione”.

    Felipe Massa: “Non possiamo essere soddisfatti del terzo posto. Ho dato il massimo e sono contento di essere salito sul podio. Dobbiamo capire come migliorare la vettura per stare davanti ai nostri avversari diretti. Dobbiamo spingere al massimo sullo sviluppo tecnico per recuperare il terreno perduto nelle ultime tre gare. Nell’ultima porzione di corsa Kimi era molto vicino ed io ero un po’ in difficolta’ perché avevo le gomme dure mentre lui era sulle morbide: non ho commesso errori e sono riuscito a restargli davanti.”

    Ron Dennis:“Tra Lewis e Fernando c’è stata battaglia dall’inizio alla fine. Per questo al muretto abbiamo avuto momenti di forte tensione, soprattutto nel secondo stint quando i due sono arrivati ai ferri corti. Per noi è stato positivo che loro abbiano gareggiato contro, ma volevamo assolutamente che la nostra doppietta non andasse in fumo. A 15 giri dal termine abbiamo iniziato a pensare al prossimo GP e abbiamo ridotto i giri dei motori. Sono veramente orgoglioso di avere questi due piloti, sia per le loro doti in pista che per la sportività sul podio”.