GP del Bahrain F1, Ferrari: vittoria senza rivali

GP del Bahrain F1, Ferrari: vittoria senza rivali per le due rosse con felipe massa che fa meglio di raikkonen e tutti gli altri restano a guardare compresa la mclaren di lewis hamilton

da , il

    GP del Bahrain F1, Ferrari: vittoria senza rivali

    Avevamo detto che il Gran Premio del Bahrain avrebbe dovuto rispondere ad una domanda fondamentale: i valori in campo tra Ferrari e McLaren erano quelli dell’Australia o quelli della Malesia?

    Una volta tanto, la pista ha dato una risposta chiara ed inequivocabile. La Ferrari è la squadra da battere e la lotta per la vittoria finale del campionato sembra, ad oggi, chiusa tra i suoi due piloti.

    Felipe Massa: “Sensazionale! Finalmente dopo un inizio di campionato buio è tornato a splendere il sole. Abbiamo mantenuto la giusta concentrazione per tutto il fine settimana e questo è il risultato. Sapevamo di poter contare su una gran macchina e così è stato, considerato che non abbiamo spinto mai a fondo una volta presa la testa della gara. Ho fatto una buona partenza, riuscendo a sopravanzare Robert. Poi ci sono stati alcuni giri difficili, a causa dell’olio in pista fra le curve 5 e 8, ma ho sempre controllato la situazione. E’ chiaro che quanto accaduto in Malesia lo avevo sempre in mente e quindi ho cercato di fare la massima attenzione in ogni istante, cercando di portare la vettura al traguardo. E’ bello tornare a vincere a Sakhir, un circuito che mi è sempre piaciuto.”

    Kimi Raikkonen: “Il secondo posto è il massimo cui potessi aspirare in un weekend che per me non è stato certamente il migliore. Questi otto punti mi consentono di passare al comando della classifica e questo è sicuramente un motivo per cui, tutto sommato, posso lasciare il Bahrain moderatamente soddisfatto. Non ho mai trovato il bilanciamento ideale: talvolta accade di avere un fine settimana un po’ così ma sono convinto che a Barcellona la situazione sarà diversa. Il mio primo pit-stop non è stato velocissimo perché abbiamo avuto un problema con il semaforo ma non ha certo influito sul risultato finale. Una volta consolidate le posizioni abbiamo gestito la situazione, cercando di non spremere troppo le macchine: sappiamo quanto sia importante portare sempre dei punti a casa.”

    Stefano Domenicali: “Siamo molto contenti di questa bellissima doppietta. Dopo il brutto avvio di stagione, abbiamo dimostrato di saper reagire con i fatti, com’è nostra abitudine. Abbiamo lavorato bene tutto il weekend e questi sono i frutti che abbiamo raccolto. Ora dobbiamo continuare su questa strada, senza mollare per un attimo l’assoluta concentrazione perché in un campionato che si prospetta tiratissimo – è sufficiente dare un’occhiata alle classifiche – basta un niente per perdere punti preziosi. Felipe è stato fantastico e anche Kimi ha lavorato bene, così come tutta la squadra, qui in pista ma soprattutto a casa, perché dietro i nostri successi ci sono gli sforzi di tutta la gente di Maranello. Una doppietta è il massimo che si può avere per festeggiare il centesimo successo di Luca di Montezemolo come Presidente della Ferrari, che sa sempre come esserci di supporto soprattutto nei momenti più difficili.”

    Sul podio anche Robert Kubica. Il polacco, partito dalla pole, ha comunque vinto il suo Gran Premio. Di più non gli si poteva chiedere. E finire davanti ad Heidfeld non è stato un gioco da ragazzi: ?Sono felice del risultato. E? il mio secondo podio consecutivo e il team e’ in cima al mondiale costruttori. Purtroppo alla partenza ho sofferto un pattinamento delle ruote posteriore e alla prima curva ho preso dei detriti. Poi sono finito su una macchia d?olio e ho avuto il sospetto di aver bucato una gomma. E? stata comunque una gara fantastica per il team. Non vedo l?ora di correre a Barcellona?