GP del Brasile 2006: video e storia

GP del Brasile 2006: video e storia

da , il

    Podio GP Brasile

    GP del Brasile 2006, il trionfo di Felipe Massa davanti al suo pubblico e lo spettacolare quanto amaro addio di Michael Schumacher alle corse.

    Così un anno fa….

    Massa parte e va, secondo le previsioni. Secondo le previsioni Schumacher fa una grandissima corsa d’addio mettendo in piedi una strepitosa rimonta. Peccato che anziché partire decimo, in realtà il tedesco parte ultimo con un giro di distacco. Il suo quarto posto è quanto di meglio potesse fare…

    In partenza Massa tiene bene la prima posizione dietro c’è un po’ di bagarre tra le BMW e Ralf Schumacher. Ne approfitta Michael che si trova già sesto dopo aver passato anche Barrichello.

    La rimonta viene interrotta all’ottavo giro. Dopo la safety entrata per raccogliere i detriti di Rosberg che con l’ala anteriore danneggiata esce violentemente sul rettilineo dei box, Schumacher attacca e sorpassa Fisichella.

    Il romano, però, sperona la posteriore destra del tedesco il quale è costretto a farsi un intero giro al rallentatore per cambiare lo pneumatico.

    Quando rientra in pista è davanti a Massa, ma con un giro di ritardo. Dietro al brasiliano Raikkonen, Trulli, Alonso, Fisichella, Barrichello e Button. Al 10° giro si ritirano simultaneamente le due Toyota.

    Il primo a fermarsi è Raikkonen, l’ultimo Alonso. Dopo le prime soste Massa è ancora saldamente in testa seguito da Alonso, Button Raikkonen, Fisichella e Barrichello.

    Schumacher continua la sua rimonta e a 24 giri dalla fine entra in zona punti e ci resta anche quando si ferma per mettere benzina.

    Dopo la seconda sosta Massa è saldamente al comando seguito da Alonso che ha 26′’ di vantaggio sul trenino composto da Button, Raikkonen, Fisichella e Schumacher.

    Il settevolte campione del mondo perde tempo utile dietro alla seconda guida Renault e se ne sbarazza solo a nove giri dalla fine. Per lui resta solo il tempo per fare una bellissima battaglia con un tutt’altro che arrendevole Raikkonen e prendersi un quarto posto.

    Si chiude così l’ultima gara del campionato. Massa alla seconda vittoria stagionale. Alonso secondo e campione del mondo. Campione del mondo anche il team Renault.

    Da segnalare, infine, l’incredibile decimo posto della Super Aguri di Sato capace di tenersi dietro Red Bull, Spyker e Toro Rosso.

    GP del Brasile. Ordine d’arrivo.

    1. 6 MASSA Ferrari B 1h31′53″751 199.732 Km/h

    2. 1 ALONSO Renault M + 0′18″620 199.060 Km/h

    3. 12 BUTTON Honda M + 0′19″330 199.034 Km/h

    4. 5 M.SCHUMACHER Ferrari B + 0′24″040 198.865 Km/h

    5. 3 RAIKKONEN McLaren Mercedes M + 0′28″550 198.703 Km/h

    6. 2 FISICHELLA Renault M + 0′30″260 198.642 Km/h

    7. 11 BARRICHELLO Honda M + 0′40″270 198.284 Km/h

    8. 4 DE LA ROSA McLaren Mercedes M + 0′52″080 197.863 Km/h

    9. 17 KUBICA BMW Sauber M + 1′07″690 197.310 Km/h

    10. 22 SATO S. Aguri F1 Honda B 1 lap(s)

    11. 21 SPEED Toro Rosso Cosw. M 1 lap(s)

    12. 15 DOORNBOS RedBull Ferrari M 1 lap(s)

    13. 20 LIUZZI Toro Rosso Cosw. M 1 lap(s)

    14. 19 ALBERS Midland Toyota B 1 lap(s)

    15. 18 MONTEIRO Midland Toyota B 2 lap(s)

    16. 23 YAMAMOTO S. Aguri F1 Honda B 2 lap(s)

    17. 16 HEIDFELD BMW Sauber M 8 lap(s)

    18. 14 COULTHARD RedBull Ferrari M 57 lap(s)

    19. 8 TRULLI Toyota B 61 lap(s)

    20. 7 R.SCHUMACHER Toyota B 62 lap(s)

    21. 9 WEBBER Williams Cosworth B 70 lap(s)

    22. 10 ROSBERG Williams Cosworth B 71 lap(s)