GP del Brasile F1 2008: web cronaca in diretta

diretta web, cronaca live da interlagos, san paolo, del gran premio del brasile di formula 1 edizione 2008 nel quale saranno assegnati i titoli piloti e costruttori

da , il

    2 Novembre 2008, circuito di Interlagos, San Paolo.

    Web cronaca in diretta del Gran Premio del Brasile, altrimenti noto come lo scontro decisivo tra Lewis Hamilton e Felipe Massa e tra Ferrari e McLaren per la conquista dei titoli mondiali piloti e costruttori della Formula 1 2008.

    Qui su Derapate, seguiremo Live l’evento consentendo ai nostri lettori di commentare in tempo reale l’evolversi dei fatti.

    PREPARATIVI. Ricordiamo di aggiornare di tanto in tanto questa pagina qualora le informazioni in tempo reale non comparissero immediatamente. Per seguire l’evento al meglio consigliamo anche di collegarsi al servizio di Live Timing sul sito ufficiale della Formula 1 dove è possibile controllare il monitor dei tempi, lo stesso fornito ai team al muretto box ed ai telecronisti in Tv.

    COULTHARD DA’ L’ADDIO. Alla vigilia di questa gara, tutti i piloti hanno voluto salutare David Coulthard che si appresta a prender il via del suo ultimo GP di Formula 1. A tal proposito la Red Bull ha voluto sfoggiare una livrea celebrativa ed al tempo stesso di utilità sociale. Il piloto scozzese, tra l’altro, in questo weekend sta prendendo parte ad un esperimento di camera car inserito direttamente nel casco. Con le opportune rivisitazioni, questa soluzione potrebbe diventare la norma già a partire dalla stagione 2009.

    GRIGLIA DI PARTENZA. L’esito delle qualifiche ha delineato il seguente ordine al via: 1a fila: Massa, Trulli. 2a fila: Raikkonen, Hamilton. 3a fila: Kovalainen, Alonso. 4a fila: Vettel, Heidfeld. 5a fila: Bourdais, Glock. 6a fila: Piquet, Webber. 7a fila: Kubica, Coulthard. 8a fila: Barrichello, Nakajima. 9a fila: Button, Rosberg. 10a fila: Fisichella, Sutil.

    Ricordiamo che i semafori si spegneranno per il giro di riscaldamento quando in Italia saranno le ore 18.00.

    ORE 17:57. A 3 minuti dal giro di formazione si scatena un temporale su Interlagos. La procedura di partenza viene sconvolta e sulla griglia di partenza tutti sono indaffarati nel montare gomme da bagnato. L’incognita è se la partenza sarà data con o senza safety car.

    ORE 18:02. La pioggia è cessata immediatamente. I team sono indecisi su quale tipo di mescola montare. Le previsioni dicono che non pioverà più per i prossimi 30/40 minuti.

    ORE 18:07. La safety car ispezione la pista per valutarne le condizioni dopo l’acquazzone caduto pochi minuti fa.

    ORE 18:09. Inizia con quasi 10 minuti di ritardo il giro di riscaldamento. Tutti montano gomme intermedie. Kubica parte dai box.

    PARTENZA. Scattano bene Massa, Trulli e Raikkonen. Hamilton parte male e Kovalainen deve alzare il piede per non passarlo. Ne approfittano Alonso e Vettel che lo infilano ed attaccano rabbiosamente il pilota anglocaraibico. Nelle retrovie Coulthard e Nakajima si toccano e la safety car entra in pista. Oltre allo scozzese, anche Piquet esce di pista e conclude la propria gara anzitempo. Il giapponese della Williams, invece, riprende la corsa.

    GIRO 03. Fisichella rientra al box per cambiare strategia.

    GIRO 04. La corsa riprende. La classifica vede Massa, Trulli, Raikkonen, Hamilton, Vettel, Alonso, Kovalainen, Bourdais, Glock e Webber per quanto riguarda i primi 10.

    GIRO 07. Raikkonen attacca Trulli. Rosberg e Button azzardano montando in anticipo le gomme da asciutto.

    GIRO 08. Continua il traffico in pit lane dove molti piloti delle retrovie tentano la carta delle gomme scanalate

    GIRO 09. Rientrano ai box anche Alonso e Vettel che seguivano Lewis Hamilton e rappresentano la più grossa minaccia al quinto posto che gli varrebbe il mondiale.

    GIRO 10. Massa e Kovalainen ai box. Il brasiliano rientra in 4a posizione.

    GIRO 11. Trulli, Raikkonen ed Hamilton effettuano il pit stop. Massa torna leader. Hamilton è settimo!

    GIRO 12. Hamilton supera Trulli. E’ sesto. La classifica dei primi vede Massa, Vettel, Alonso, Raikkonen, Fisichella, Hamilton, Glock, Bourdais e Trulli che nella lotta con l’inglese commette un errore e perde 3 posizioni.

    GIRO 17. Hamilton supera Fisichella e torna in zona tranquillità: è quinto.

    GIRO 18. Glock supera Fisichella. Il pilota romano si deve difendere anche dall’attacco di Bourdais.

    GIRO 19. Trulli supera Bourdais di forza ed il pilota francese finisce nell’erba. Ora è l’abruzzese a puntare Fisichella.

    GIRO 27. Pit stop per Vettel che rientra sesto. Kovalainen supera prima Trulli e poi Fisichella e si piazza in settima posizione.

    GIRO 34. Felipe Massa fa sengare un giro record strepitoso. In attesa del secondo pit stop dei big possiamo individuare nel duello Hamilton Glock l’unico rischio per Hamilton di perdere il mondiale.

    GIRO 36. Pit stop di oltre 15 secondi per Glock. Senza ulteriori colpi di scena non potrà più impensierire il pilota della McLaren dato che è sprofondato in 12a posizione.

    GIRO 38. Pit stop per Massa che rientra in quarta posizione. E’ il primo tra quelli che hanno fatto due soste.

    GIRO 40. Pit stop per Alonso ed Hamilton. I due rientrano rispettivamente quarto e sesto.

    GIRO 42. Pit stop per Kovalainen. Hamilton ritorna in quinta posizione.

    GIRO 43. Pit stop per Raikkonen che rientra quarto.

    GIRO 44. Pit stop per Trulli che rientra nono.

    GIRO 49. Pit stop per Webber che esce dalla zona punti.

    GIRO 50. Pit stop per Vettel che rientra quinto.

    GIRO 56. A 15 giri dal termine Hamilton guida con estrema cautela. La classifica vede Massa primo con un vantaggio di 10 secondi su Alonso il quale ne ha 5 su Raikkonen e 9 su Hamilton. L’anglocaraibico è insidiato da un arrembante Vettel ma è tranquillo dato che in sesta posizione si trova il compagno Kovalainen ed in settima ed ottava sono molto distanti Glock e Trulli.

    GIRO 58. Le previsioni parlano di pioggia altamente probabile negli ultimi giri. E’ questa l’ultima speranza per i tifosi di Massa per sperare in un rimescolamento delle carte che dia ancora qualche speranza al ferrarista.

    GIRO 65. Piove in pit lane. I piloti delle retrovie si precipitano a montare le gomme intermedie. Finale thrilling. Vettel attacca Hamilton.

    GIRO 66. Pit stop per Raikkonen, Alonso, Vettel e Hamilton che montano gomme intermedie.

    GIRO 67. PIt stop per Massa che conserva la prima posizione. Seguono nell’ordine: Alonso, Raikkonen, Glock, Hamilton, Vettel, Trulli e Kovalainen. I due piloti della Toyota girano ancora con gomme da asciutto mentre Vettel tallona il pilota McLaren

    GIRO 69. VETTEL SUPER HAMILTON. HAMILTON E’ SESTO!!!

    GIRO 70. HAMILTON ATTACCA VETTEL. SI STA GIOCANDO IL MONDIALE!

    GIRO 71. MASSA VINCE IL GRAN PREMIO. HAMILTON SUPERA GLOCK ALL’ULTIMA CURVA! HAMILTON CAMPIONE DEL MONDO! INCREDIBILE FINALE! Nel box Ferrari stavano già festeggiando quando Hamilton pur non riuscendo a superare Vettel è comunque andato a riprendere Glock che aveva mantenuto le gomme da asciutto e che è andato in crisi quando nel finale la pioggia ha aumentato di intensità.

    GP del Brasile F1 2008, ordine di arrivo

    1. Massa Ferrari (B) 1h47:00:000

    2. Alonso Renault (B) + 13.298

    3. Raikkonen Ferrari (B) + 16.235

    4. Vettel Toro Rosso (B) + 38.011

    5. Hamilton McLaren-Mercedes (B) + 38.907

    6. Glock Toyota (B) + 44.368

    7. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 55.074

    8. Trulli Toyota (B) + 1:08.433

    9. Webber Red Bull-Renault (B) + 1:19.666

    10. Heidfeld BMW Sauber (B) + 1 giro

    11. Kubica BMW Sauber (B) + 1 giro

    12. Rosberg Williams-Toyota (B) + 1 giro

    13. Button Honda (B) + 1 giro

    14. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) + 1 giro

    15. Barrichello Honda (B) + 1 giro

    16. Sutil Force India-Ferrari (B) + 2 giri

    17. Nakajima Williams-Toyota (B) + 2 giri

    18. Fisichella Force India-Ferrari (B) + 2 giri