GP del Brasile, tutto già deciso. A meno che…

GP del Brasile, tutto già deciso

da , il

    GP del Brasile, tutto già deciso. A meno che...

    Non sembra che ci siano margini per imprevisti nel GP del Brasile di oggi. Felipe Massa parte in pole ed ha tutte le carte in regola per vincere la gara. Lewis Hamilton, invece, può finire tranquillamente terzo o quarto e conquistare il mondiale. Non ci sono avversari. Non c’è il maltempo a dare fastidio. C’è solo un grande punto interrogativo.

    Sono le gomme extramorbide a creare il problema. Fno ad ora avevano mandato in crisi la Ferrari sul giro singolo. Ad Interlagos, invece, la Rossa riesce a gestirle in modo leggermente migliore rispetto agli altri. Gli altri, McLaren compresa, sembra che abbiano ancora delle grosse incertezze sulla durata di quella specifiche in gara.

    Il nuovo asfalto comporta un inatteso graining all’anteriore che potrebbe creare qualche sorpresa. Lo stesso Hamashima della Bridgestone ha fatto sapere:“Le temperature ambientali e della pista sono state piu’ alte di quanto atteso ed inoltre il nuovo asfalto si sta ancora gommando. Sulle ‘super-soft’ abbiamo pero’ notato un pesante livello di ‘graining’ e di degradazione. Durante la gara il circuito dovrebbe migliorare molto velocemente e forse li problema sarà meno presente, ma la gestione delle gomme rimarra’ un fattore cruciale”.

    E’ tutta qui la chiave della corsa. A questo ci aggiungiamo che l’inesperienza di Hamilton ha colpito solo nel momento in cui lui ha avuto problemi di gomme. Per cui Alonso e Raikkonen possono aggrapparsi a questo. E’ un qualcosa di misero, ma è l’unico spiraglio che resta loro.

    Felipe Massa farà gara a sé, esattamente come 12 mesi fa. Kimi Raikkonen probabilmente riuscirà a superare Hamilton dopo il primo pit-stop e l’inglese dovrà vedersela con Alonso. Con un po’ di furbizia lo potrà persino lasciar passare e concludere quarto. Anche se fosse fuori dal podio, sarebbe comunque lui il vincitore.