GP del Brasile, voci fuori dal podio: Rosberg, Kubica e Heidfeld, protagonistissimi pure loro

brasile, f1, gp, 2007, kubica, rosberg, trulli, heidfeld, hamilton, news

da , il

    GP del Brasile, voci fuori dal podio

    Non si è parlato ancora di loro. Casomai al centro dell’attenzione ci sono state le loro vetture.

    Ricordiamoci, però, che dietro a Raikkonen, Massa e Alonso ci sono piloti che in Brasile hanno dato spettacolo e, soprattutto, hanno distrutto il sogno iridato di Lewis Hamilton. Ecco le loro impressioni.

    Nico Rosberg, quarto. “Sono molto felice. Questo e’ un risultato fantastico sia per il team che per me. Questo quarto posto e’ il mio miglior risultato. La mia strategia e’ stata molto rischiosa. Abbiamo fatto un secondo stint molto lungo e quindi duro per i pneumatici, ma nonostante questo sono riuscito a tenere il mio ritmo di gara. Oggi la tensione era molto alta perché dovevamo fare bene sia per il campionato costruttori che per quello piloti. Per questo motivo sono molto soddisfatto del risultato”-

    Robert Kubica, quinto- “Ho dovuto spingere molto per via della strategia sulle tre soste. Tutto e’ andato bene finche’ e’ arrivata la segnalazione di ridurre i giri motore a causa del surriscaldamento e quindi, trovandomi dietro Rosberg, perdevo del tempo ad ongi giro. Negli ultimi dieci giri ho avuto diversi problemi con le gomme”.

    Nick Heidfeld, sesto. “Abbiamo infranto il muro dei cento punti ed e’ stata una stagione fantastica. Durante la gara il ‘graining’ e’ stato un problema, sia all’anteriore che al posteriore. Nello stint finale sono stato quarto fino alla manovra di Rosberg: la sua azione e’ stata al limite e se non avessi deciso di lasciare un varco saremmo arrivati al contatto. Siamo andati entrambi sullo sporco e Robert si e’ infilato. Proprio alla fine ero di nuovo veloce quanto lui, ma non sono riuscito a passare. A parte la mia gara, trovo incredibile che Kimi sia riuscito a vincere il titolo”.

    Jarno Trulli, ottavo. “Sono veramente contento, abbiamo concluso la stagione conquistando dei punti, punti che non arrivavano da molto tempo. Abbiamo rischiato scegliendo una strategia con tre pit-stop e partendo dall’ottava posizione credo che questo sia un buon risultato. Voglio ringraziare tutti, e’ stata una stagione dura ma non abbiamo mai mollato. Dobbiamo guardare al futuro e migliorare sia la vettura che le prestazioni. Questa e’ stata la mia ultima gara con Ralf come compagno di squadra. Gli auguro il meglio per il suo futuro”.

    David Coulthard, nono. ?Pensavo che mi sarei piazzato in zona punti oggi, ma purtroppo non avevo un ritmo abbastanza competitivo rispetto alle macchine che mi precedevano. Verson fine gara, ho avuto un contatto con Nakijama, che mi ha colpito una sospensione anteriore e da li in poi, per gli ultimi dieci giri, la macchina aveva uno strano comportamento nelle curve a sinistra”.

    Kazuki Nakajima, decimo. “Innanzitutto sono molto dispiaciuto che alcuni miei meccanici siano rimasti feriti nel corso del mio pit-stop. La mia prima gara in Formula 1 e’ stata abbastanza buona. Purtroppo ho perso alcune posizioni a causa degli incidenti nelle posizioni davanti a me alla prima curva. Sono poi stato bloccato da Sato. Il bilanciamento della macchina pero’ era perfetto soprattutto nel terzo stint. Vorrei ringraziare tutto il team per avermi dato questa possibilita’”

    Ralf Schumacher, undicesimo. “Questa e’ stata una stagione avara di risultati, comunque abbiamo tentato di fare del nostro meglio, purtroppo non ha funzionato. E’ stato per me un piacere lavorare con il team, sia con le persone in fabbrica che durante le gare e i tests. Sono stato bene in questo periodo, e spero di vedere ancora i ragazzi e bere qualcosa insieme”.

    Mark Webber, ritirato. ?Sono partito bene ed il nostro ritmo odierno non era malvagio. Tanto che speravo di conquistare qualche punto, ma poi qualcosa si e’ rotto sulla macchina. E? alquanto incredibile! I ragazzi parlano di qualcosa di scollegato tra il motore ed il cambio, e sarebbe un inedito problema”.

    Giancarlo Fisichella, ritirato. “E? stata una stagione difficile per l’intera squadra, ma ho sperato che l?ultima gara durasse un po? piu’ di due soli giri! Sono stato colpito al posteriore al via e questo ha danneggiato la vettura. Poi, al secondo giro, mentre ero in lotta con una Williams alla curva 1 sono uscito di pista. La macchina era molto difficile da controllare o rallentare sull?erba, a causa della scarsa aderenza, e di conseguenza quando ho ripreso la pista sono stato colpito da un?altra vettura. E? stato semplicemente un incidente di gara e mi spiace che abbia costretto entrambi al ritiro. E? un peccato concludere l?annata a mani vuote, dopo aver lottato con impegno in tutta la stagione. Voglio ringraziare tutti i membri della squadra e poco importa di come sia andata: nessuno ha mai mollato o smesso di lavorare e avrebbero meritato di meglio anche loro nel finale di stagione”.