GP del Canada, pagelle: per Hamilton è normale amministrazione, il più bravo è Wurz!

pagelle voti e giudizi del gran premio del canada di f1

da , il

    pagelle gp canada f1 2007

    Lewis Hamilton. E’ bravo partire in pole sfruttando l’errore di Alonso. E’ bravo a partire bene. E’ bravo a non farsi impensierire da Heidfeld.. Ma in fin dei conti è poca cosa. In questa vittoria c’entrano un Alonso pasticcione, la sorte che gira veramente bene e dei regolamenti ridicoli. Dispiace sia andata così per un semplice motivo: Hamilton avrebbe vinto lo stesso!

    Voto 8, perché fa tutto bene. Non dieci, perché non si può dare 10 ogni volta che uno vince. Queste sono pagelle e non punteggi del campionato del mondo. Otto è già tanto, non perché abbia sbagliato qualcosa, ma perché le cose vanno talmente lisce ad Hamilton che non ha neanche bisogno di mettere in mostra tutta l’argenteria.

    Nick Heidfeld. Potremmo ripetre quello che abbiamo detto per Hamilton. Con la differenza che Heidfeld non guida una McLaren. Partenza ottima, qualifiche impeccabili. La fortuna c’è anche per lui, ma è cercata. Voto 9.

    Alexander Wurz. Se non è la gara della vita, poco ci manca. E’ lui il vero vincitore della lotteria canadese. Riporta sul podio la Williams disputando una gara sempre con il coltello tra i denti. L’alettone posteriore rovinato resterà il simbolo di una piccola impresa. Voto 10. Non gli si poteva mica chiedere di vincere?

    Heikki Kovalainen. Passa tutto il weekend ancora una volta in versione playstation. Esce, arriva lungo, spacca, sbaglia, riparte e parte ultimo. Poi viene a conoscenza del miracolo di San Safety Car e senza neanche capire come, si ritrova quarto. Ha il merito di restare freddo in gara e non commettere altri errori. Ma è sicuramente lui il più fortunato di tutti. Gli diamo 7, ma forse è anche troppo.

    Kimi Raikkonen. Assente anche stavolta. La Ferrari non lo asseconda, ma lui ci mette del suo. Voto 5. Che vitamine gli davano alla McLaren?

    Takuma Sato. Uno dei pochi che non commette errori. Il sorpasso su Alonso per il sesto posto può valere una stagione. Ma il giapponesino non sembra per niente sazio. Voto 9.

    Fernando Alonso. L’opposto di Raikkonen. Si vede che le vitamine di cui sopra le hanno date a lui, ma troppe. Irruento, pasticcione, come non lo si era mai visto prima. E’ lui a soffrire la pressione. Non molla mai e dà spettacolo ma questo non gli basta per meritarsi la sufficienza. Voto 4,5. Opposto a Raikkonen nella forma, peggio di lui nella sostanza. E guidava una McLaren.

    Ralf Schumacher. Sfrutta le safety car grazie alla tanta benzina imbarcata. Non ha particolari meriti se non quello di tenersi lontano dai guai. Gli vale un punto che, vista la situazione, è mooolto meglio che niente. Voto 6

    Mark Webber. Perde una grande occasione per fare festa. Poteva fare una gara senza errori e vedere in fondo quanti punti avrebbe preso, ma si fa prendere dalla foga nel Gran Premio dove servivano nervi saldi e sangue freddo. Già dalla partenza si capisce che non è la sua giornata. Voto 5-

    Nico Rosberg. La sua principale colpa è quella di correre in una F1 con regole assurde. Si becca uno stop & go + 5 scudisciate a fine gara per essere rientrato ai box senza benzina. La prossima volta gli conviene aspettare che la benzina finisca del tutto per poi parcheggiare sull’erba. Sarebbe un bel gesto di protesta e gli risparmierebbe meno fatica. Il risultato sarà sempre 0 punti! Voto 7,5 perché lui c’è sempre.

    Anthony Davidson. Andava forte anche lui. Peccato per una marmotta che gli rovina l’ala. E peccato pure per la marmotta che lascia questo pianeta. Sono cose che capitano, ma potevano succedere un’altra volta… avrà pensato il pilota della Super Aguri. Sarà per la prossima. Voto 7+

    Felipe Massa. Assurdi o no che siano, i regolamenti sono noti e vanno rispettati. Non condanniamo più di tanto Massa per l’errore, perché nella concitazione ci può stare (anche se una scuderia come la Ferrari certe cose non può permettersele…). Il brasiliano stava facendo una gara anonima ma che gli avrebbe sicuramente portato tanti bei punti. Voto 5,5 perché se Raikkonen è un ectoplasma e lui fa poco meglio o poco peggio, vuol dire che NON ci siamo.

    Giancarlo Fisichella. Per la squalifica, vale quanto detto per Massa e la Ferrari. Per il resto, il pilota italiano stava dando prova di solidità e maturità. Peccato per com’è andata. Voto 6,5