Gp del Canada, prima vittoria di Hamilton: lui guarda il cielo, alle sue spalle c’è l’inferno!

gp del canada 2007 di f1, hamilton vince la sua prima gara, brutto incidente per kubica

da , il

    Hamilton vincitore gp canada f1 2007

    Anche quest’anno il Gran Premio del Canada si conferma la vera corsa lotteria. Succede di tutto a tutti. Tranne che a Lewis Hamilton. Il pilota della McLaren guida con tranquillità e freddezza per gli interminabili 70 giri del circuito di Montreal e si assicura la sua prima vittoria in carriera. Alonso è settimo dopo mille pasticci. Raikkonen quinto dopo una gara opaca. Massa squalificato.

    In partenza un Alonso grintoso tenta di attaccare Hamilton ma sbaglia e si ritrova terzo. Lo spagnolo, in una scena che ricorda quella di Barcellona, rischia persino di essere travolto dal treno delle vetture che lo seguono, quando rientra in pista.

    Dopo il primo giro i primi otto sono Hamilton, Heidfeld, Alonso, Massa, Rosberg, Raikkonen, Webber e Fisichella. Le emozioni latitano. Solo al 18° giro qualcosa si accende quando Alonso fa un lungo e viene superato da Massa.

    L’attesa safety car entra al 23° giro e da quel momento in poi la corsa diventa una vera e propria lotteria, soprattutto per colpa dei ridicoli nuovi regolamenti, a suo tempo abbondantemente criticati e chiaramente frutto di una mente malata.

    Alonso e Rosberg devono rientrare perché sono rimasti senza benzina e si beccano uno stop & go di dieci secondi perché la pit lane era chiusa in quel momento. Hamilton, invece, si era fermato il giro prima e quindi si trova nella miglior condiziona possibile. Durante la safety car rientrano anche Massa e Raikkonen che perdono terreno in classifica.

    Alla ripartenza c’è il momento più drammatico che la Formula 1 ricordi da diversi anni a questa parte. Kubica sbatte violentemente sul muro che precede il tornantino e perde i sensi dentro alle macerie della sua BMW.

    Entra ancora la safety car e le carte sono ancora più mescolate. Per tutti sempre, ma non per Hamilton che è ancora primo e tranquillo tranquillo seguito da un altrettanto sereno Heidfeld.

    Nel frattempo Massa e Fisichella si prendono la bandiera nera perché al loro primo pit-stop erano rientrati con il semaforo rosso dei box acceso. Con l’uscita dei due, fanno capolino nelle prime posizioni Webber, Sato, Raikkonen e Kovalainen.

    Al 50 giro entra nuovamente la safety per Albers che va a muro. Hamilton, ancora fortunatissimo, aveva da poco fatto la sua sosta per cui si tiene ancora salda la leadership. Dietro Alonso conclude la sua grande rimonta dopo la penalità arrivando alle spalle di Raikkonen e superandolo nella seconda sosta box. Due giri dopo, però, nel tentativo di sorpassare anche Trulli (che di li a poco si ritirerà), lo spagnolo sbaglia nuovamente e viene rimesso dietro da Raikkonen.

    Al 55° giro anche Liuzzi chiama in causa la vettura di sicurezza. E’ l’ultima volta. Dopo l’ennesima ripartenza e dopo che Barrichello ha fatto l’ultima sosta, i primi otto sono: gli inattaccabilio Hamilton e Heidefeld, seguiti dai miracolati vincitori della lotteria del Canada Alex Wurz e Heikki Kovalainen. Quinto è Raikkonen mentre Alonso accusa dei problemi nel finale e viene persino sverniciato da un rampantissimo Takuma Sato con la Super Aguri. A punti anche Ralf Schumacher

    GP del Cananda 2007. Ordine d’arrivo

    1. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1h44:11.292

    2. Heidfeld BMW Sauber (B) + 4.343

    3. Wurz Williams-Toyota (B) + 5.325

    4. Kovalainen Renault (B) + 6.729

    5. Raikkonen Ferrari (B) + 13.007

    6. Sato Super Aguri-Honda (B) + 16.698

    7. Alonso McLaren-Mercedes (B) + 21.936

    8. R.Schumacher Toyota (B) + 22.888

    9. Webber Red Bull-Renault (B) + 22.960

    10. Rosberg Williams-Toyota (B) + 23.984

    11. Davidson Super Aguri-Honda (B) + 24.318

    12. Barrichello Honda (B) + 30.439