GP del Canada, venerdì: McLaren splendente, Ferrari in chiaroscuro, BMW appostata

prima giornata di prove libere del gran premio del canada edizione 2008 sul circuito di montreal

da , il

    GP del Canada, venerdì: McLaren splendente, Ferrari in chiaroscuro, BMW appostata

    Prendiamo i tempi del venerdì con le molle vista anche la variablità meteorologica. Dalle dichiarazioni dei protagonisti, però, sembra logico aspettarsi un Gran Premio del Canada in linea con quanto visto fino ad ora: Ferrari, McLaren e BMW in testa. Poi gli altri.

    QUI MCLAREN. Bene Heikki Kovalainen, benissimo Lewis Hamilton in una pista che si addice perfettamente al suo stile di guida. “Nel pomeriggio la vettura è migliorata ad ogni run – ha spiegato il 23 enne inglese – mi sento a posto con il setup, soprattutto con le gomme option. Adesso dobbiamo lavorare per ottimizzare le qualifiche: sono ottimista”.

    A richiamare all’ordine ci pensa Ron Dennis:“Qui in Canada si registrano spesso condizioni meteo altalenanti e la giornata di venerdì non è stata un’eccezione. Siamo contenti della macchina ma dobbiamo stare attenti perché questa corsa è spesso imprevedibile e non si può dare niente per scontato”

    QUI FERRARI. Il problema idraulico che ha colpito la F2008 di Felipe Massa, oltre ad aver rallentato i lavori, ha messo un po’ di preoccupazione nell’ambiente. “Si e’ verificata una sorta di black-out sulla mia macchina – ha spiegato il brasiliano a fine giornata - sono stato costretto a fermarmi a bordo pista. E’ ovvio che non ci fa piacere ma e’ meglio avere un problema nelle prove libere piuttosto che in qualifica o, peggio ancora, in gara!”.

    Sul fronte del cronometro e delle prestazioni, però, stando alle parole di Domenicali e Baldisserri, sembra che i dati raccolti siano più che rassicuranti. Anche Kimi Raikkonen conferma le sensazioni positive:“Sono soddisfatto di questa prima giornata. Siamo sempre stati veloci. La macchina ha dimostrato di avere un buon bilanciamento sin dalla mattina e credo che potremo lottare per le prime posizioni nel prosieguo del weekend. Su questa pista e’ molto importante essere a posto con i freni in gara e abbiamo lavorato anche su questo aspetto.”

    QUI BMW. Al di là del solito Robert Kubica, anche Nick Heidfeld è sembrato più pimpante delle ultime uscite. Per il direttore tecnico Willy Rampf, ci sono buoni motivi per sorridere:“Montreal è un circuito particolare dove si ha una grande pressione sui freni e si sperimenta per la prima volta in stagione un carico aerodinamico medio usando la mescola di pneumatici super-soft. La sfida consiste nel trovare il giusto bilanciamento ed è quello che crediamo di aver fatto in una giornata perfetta, senza alcun problema tecnico”.

    GLI ALTRI. Gli altri stanno alla finestra. Nel vero senso della parola. C’è grande equilibrio come al solito tra Williams, Renault, Red Bull e Toyota e tutti sono consapevoli che in caso di qualifiche e/o gara bagnata, per qualcuno di loro potrebbe scapparci la giornata di gloria che vale la stagione. Le previsioni meteo, comunque, per quanto cambino frequentemente opinione, sembra stiano scongiurando l’acqua per domenica lasciando aperta l’eventualità per oggi, sabato.