GP del Giappone F1: testa a testa

dopo la prima giornata di prove libere del gran premio del giappone edizione 2008, la ferrari e la mclaren si dicono soddisfatte per il lavoro svolto e non voltano le loro carte

da , il

    Sarà la quiete prima della tempesta? Tutto scorre calmo e tranquillo nel venerdì del GP del Giappone sul circuito ai piedi del Monte Fuji. Quasi come se non fosse che domani Lewis Hamilton e Felipe Massa inizieranno a giocarsi un match decisivo nella lotta al titolo mondale 2008 di Formula 1.

    FELIPE IL COMBATTIVO. Ottimo bilanciamento e soddisfazione netta per Massa dopo le prove del venerdì:“I tempi non vanno guardati perché ho trovato traffico – spiega il brasiliano – abbiamo un ottimo feeling con la pista e le gomme morbide oltre che più performanti si dimostrano anche molto stabili come prestazioni. Ci sono i presupposti per raggiungere i nostri obiettivi”.

    HAMILTON PROVA LA FUGA. Se Massa ha qualche motivo per essere ottimista, Hamilton ne ha almeno sette in più. Sette come i punti di vantaggio che gli consentono innanzitutto di fare calcoli e, in secondo luogo, di sognare persino un prematuro colpo del KO. “Sono fiducioso - ha dichiarato l’anglocaraibico una volta sceso dalla sua McLaren – perché anche se qui non è facile trovare il setup per via delle diverse zone in cui è divisa la pista, abbiamo trovato un eccellente bilanciamento per cui non ci poniamo limiti per domani. Certamente, però, non devo dimenticare che a questo punto il mio obiettivo non è vincere ciascuna gara, ma arrivare primo a quella più importante”.

    RAIKKONEN, GREGARIO IN OMBRA. Ormai deluso e relegato a ruolo di secondo piano, Raikkonen continua a non entrare sotto i riflettori. Non a caso in queste prove del venerdì ha commesso un altro piccolo errore e nella classifica dei tempi è rimasto dietro a Massa. Questo, però, non gli ha impedito di aiutare la squadra nel normale lavoro di avvicinamento alla gara:“Siamo tutti molti vicini per cui sarà fondamentale la qualifica. Sbagliare qualcosa vuol dire regalare molte posizioni agli avversari” A differenza di Massa, il finlandese punta a migliorare ulteriormente il proprio setup:”Ci sono alcune cose da rivedere sulla macchina. In particolare dovremmo migliorare il comportamento delle gomme. Per il resto sono abbastanza soddisfatto”.