GP della Cina: Lewis Hamilton solo contro tutti

pronostico e previsioni meteo per il gran premio della cina edizione 2008 di formula 1

da , il

    Lewis Hamilton nel GP della Cina è solo contro tutti. Dietro di lui ci sono 3 nemici giurati che rispondono ai nomi di Kimi Raikkonen, Felipe Massa e Fernando Alonso. Davanti a lui l’incognita graining sulle gomme e l’incognita piogge (im)previste nella mite domenica pomeriggio di Shangai. Ce n’è abbastanza, quindi, per vedere estremamente difficile la cavalcata vincente dell’uomo che parte dalla pole position.

    TUTTI ALLA PRIMA CURVA. La prima curva del circuito di Shangai è di quelle che non lasciano indifferenti. La spirale destrorsa nella quale si avviterà il serpentone delle 20 vetture ha già fatto diverse vittime in passato. Dopo l’esperienza del Fuji, Hamilton si troverà di nuovo ai ferri corti con Kimi Raikkonen e Felipe Massa ma senza il fido scudiero Kovalainen a coprirgli, perlomeno, un qualche pertugio. Alonso farà la sua gara, per carità, ma quella macchietta bianca e gialla negli specchietti sarà un elemento di disturbo in più per un ragazzo, Hamilton, chiamato ad un compito maledettamente difficile: tenere i nervi saldi. Anche stavolta vale quanto detto al Fuji. Se Raikkonen avesse uno spunto migliore, Hamilton potrebbe persino farlo passare e accontentarsi di un comodo secondo posto.

    STRATEGIE E GOMME. Se dopo il primo giro tutti i big saranno ancora nelle prime posizioni, toccherà alle strategie ed al rendimento delle gomme dire la loro. A vedere l’esultanza della famiglia Massa per un misero terzo posto, viene da pensare che il pilotino sia stato caricato ben bene di benzina. Questo fattore potrebbe giocare fortemente a suo favore così come il pericolo graining che, almeno teoricamente, sarà molto più lieve sulla F2008 che sulla MP4-23. Se al via Hamilton sarà il più veloce in pista, dopo una decina di giri, quindi, si potrebbe vedere un ribaltamento dei valori e avere qualche in giro in più nel serbatoio sarà decisivo per chi si trova dietro. Verosimilmente Massa.

    METEO. Essere più carichi di benzina tornerà utile anche per gestire al meglio eventuali bizzarrie del meteo. A Shangai non piove da giorni e non pioverà neanche a seguire. Le previsioni meteo, però, mettono possibilità fino al 90% di rovesci temporaleschi domenica pomeriggio. Detto questo, le argomentazioni sopra esposte vanno nettamente ridimensionate e conviene, casomai, ricordarci cosa è avvenuto lo scorso anno quando il GP si disputò in condizioni variabili di bagnato/asciutto ed Hamilton finì con lo stressare troppo gli pneumatici fino a ritrovarsi, prima del tentato pit stop, a guidare una vettura divenuta incontrollabile.

    IL PRONOSTICO. Alla luce di tutte queste variabili impazzite anche stavolte è duro buttar dentro previsioni credibili. Ad ogni modo Hamilton, meteo permettendo, ha la possibilità di vincere a patto che passi indenne alla prima curva e non soffra di gravi problemi di gomme. Sempre a patto che il meteo non faccia brutti scherzi, Raikkonen e Massa potrebbero ancora portare a casa la doppietta richiesta dal team: per loro sarà fondamentale restare in scia di Hamilton nelle prime fasi di gara e poi uscire sulla distanza approfittando dell’ottimo passo della Ferrari. Chi spera ancora in scazzottate o tempeste perfette è Fernando Alonso che c’è da scommettere non farà azzardi al via per cercare di salvarsi da eventuali incontri ravvicinati altrui. Chi spera nelle bizze del meteo è anche Robert Kubica che con una strategia conservativa, la sua solita costanza e magari una safety car giusta al momento giusto, può non porsi limiti.

    Foto: motorsport