GP della Cina, voci fuori dal podio. E’ festa grande alla Toro Rosso. Delusione per Kubica

GP della Cina, voci fuori dal podio

da , il

    GP della Cina, voci fuori dal podio. E' festa grande alla Toro Rosso. Delusione per Kubica

    4° Sebastian Vettel.

    “Quarto! E’ stata una gara fantastica! All’inizio e’ stato abbastanza difficile, visto che partivo a meta’ gruppo. Per qualche metro, la visibilita’ era abbastanza buona, poi mi sono ritrovato in una fitta nube d’acqua. Subito dopo il via, ho sfruttato la velocita’ per passare all’esterno di molte macchine. Anche sapendo che era scivoloso, ho preso il rischio di provarci.

    Ho continuato a spingere piu’ forte che potevo. Dopo che ho superato Kovalainen, ho avuto la pista sgombra davanti a me ed ho potuto aumentare il ritmo. Quando avevo appena montato le gomme da asciutto, e’ tornata la pioggia, ma per fortuna ha smesso rapidamente. Ho lottato con Jenson, ma appena ho capito che lui aveva una strategia a due soste non me ne sono piu’ crucciato. Gli ultimi venti giri, sono stati incredibili e duri, anche se sapevo di avere tutto sotto controllo ed avevo ridotto l’andatura. E’ stata una giornata fantastica per tutta la squadra, tanto piu’ che Tonio si e’ classificato 6°! Ieri, non ero contento della penalizzazione che mi avevano inflitto sullo schieramento di partenza, ma oggi mi sono preso la rivincita sulla pista. Classificarsi quarto e’ favoloso. Quando ero partito dalla sede, in Italia, i ragazzi mi avevano detto: ‘Seb, devi portarci a casa qualche punto!’. Ed avevo risposto che ci avrei provato.

    5° Jenson Button

    “È stata una gara fantastica e sono molto felice di avere conquistato quattro punti e il migliore risultato stagionale della squadra. L’inizio della gara è stato difficile perché la macchina non andava bene sul bagnato e non aveva grip, quindi ho finito per perdere posizioni. Quando la pista ha iniziato ad asciugarsi, abbiamo deciso di effettuare la sosta per montare le gomme da asciutto e imbarcare un basso carico di carburante. Da quel momento, ho iniziato a fare segnare i migliori tempi sul giro ed è stato bellissimo. È stata una corsa divertente, con tantissimi sorpassi e macchine a stretto contatto. È molto gratificante tornare a casa con un bel gruzzolo di punti.”

    6° Tonio Liuzzi.

    “E’ stata una grande gara dall’inizio alla fine, in cui tutto ha funzionato alla perfezione. Ritenevo che la strategia di Sebastian, con una sola sosta, fosse la migliore, ma non e’ questo il punto adesso. E’ fantastico per la squadra che entrambi abbiamo conquistato punti oggi. Non ho commesso errori, ed ho avuto qualche bella battaglia in pista con le Williams, le Renault e le BMW. Non credo che avremmo potuto far di piu’ di cosi’. Sono veramente contento per la squadra che merita veramente questi punti. Diverse volte quest’anno, avevamo mostrato di essere in grado di andare a punti, ma per vari motivi non era mai accaduto finora. Ora, tutti possono essere contenti e questo mostra che la squadra sta crescendo, e che i ragazzi hanno svolto un ottimo lavoro. Adesso, andremo in Brasile con in mente un’immagine veramente positiva dopo aver mostrato quello che possiamo fare, qui come anche la scorsa settimana al Fuji. Ci meritavamo questo risultato”.

    7° Nick Heidfeld “Sono molto deluso, perche’ il quarto posto era alla mia portata. Con il senno di poi e’ stato un errore montare il secondo set di gomme da bagnato al 28° giro. In quel momento il mio primo set era distrutto e perdevo 12 secondi al giro. A quel punto avrei preferito altra pioggia, ma non e’ arrivata ed al 32° giro mi sono dovuto fermare ancora a mettere gomme da asciutto. La gara era iniziata bene ed avevo guadagnato due posizioni in partenza, ma al quarto giro ho fatto un errore in frenata al tornantino e Liuzzi mi ha passato. Piu’ avanti l’ho incontrato di nuovo, ma non sono riuscito a passarlo…gli stavo vicino in curva ma poteva distanziarmi in rettilineo”.

    8° David Coulthard

    “Una gara frustrante. Partire quinto e classificarsi ottavo è alquanto deludente, anche se almeno abbiamo conquistato un punto anche qui in Cina, avvicinandoci ulteriormente alla Williams nella nostra lotta per il quarto posto in Campionato. Oggi, era un po’ la lotteria con le gomme e, purtroppo, al momento in cui ho fatto montare quelle da asciutto, ha ricominciato a piovviginare, cosa che mi è costata 30” in due giri”.

    9° Heikki Kovalainen.

    “Dopo aver passato tre concorrenti allo start, il sottosterzo si e’ manifestato in maniera evidente e sono stato ripassato da quattro vetture, perdendo molto tempo. Il passaggio alle gomme da asciutto e’ arrivato con perfetto tempismo, ma a meta’ gara ho perso altro tempo con Kimi, che mi ha doppiato con le vecchie gomme da bagnato e che non riuscivo a ripassare, in quanto fuori dalle traiettorie era umido e non volevo avere incidenti con un pilota di testa. Ho provato a spingere nel finale, ma non sono riuscito ad agguantare David Coulthard; in quel momento ero finalmente veloce, ma non abbastanza. Sull’asciutto la vettura andava abbastanza bene ed il modesto risultato finale e’ dipeso dal mio errore in qualifica, senza il quale sarei potuto partire fra i primi dieci. La squadra avrebbe meritao di meglio e nella vettura c’era il potenziale per un quarto posto”.

    10° Mark Webber

    “Nella prima parte di gara, con le gomme da pioggia, avevo un fastidioso sottosterzo, cosa che mi rendeva veramente difficile voltare alla prima curva, ed anche alla curva 12. Tutte e due molto importanti per i tempi sul giro. Ho, allora, chiesto di poter montare le gomme da asciutto, quand’era più o meno il momento convenuto per il mio rifornimento. Era difficile decidere a quel punto, tra gomme da asciutto o da bagnato. Non appena montate quelle da asciutto, ha ripreso a piovere ed ho visto una macchina fuori pista all’ultima curva, dopo aver rischiato una volta io stesso. Ho chiesto di rimettere le gomme da bagnato, ma non era neppure quella la scelta giusta, visto che la pioggia non è durata, per cui son dovuto tornare alle gomme da asciutto. Purtroppo, non abbiamo fatto le scelte giuste al momento giusto, oggi. Il punto conquistato da David ci ha avvicinati leggermente alla Williams. A questo punto, dobbiamo aspettare per vedere cosa potremo fare in Brasile”.

    11° Giancarlo Fisichella.

    “Ho fatto del mio meglio, ma ritengo che si sarebbe potuto fare di piu’ con la giusta strategia. La vettura era molto pesante ed aveva un comportamento poco costante ad inizio gara e saremmo potuti essere molto piu’ veloci con un carico minore di benzina. Abbiamo montato i pneumatici da asciutto al giusto momento, dopo di che ho appreso che mi aspettava comunque un’altra sosta e quindi ho spinto al limite. La nostra scelta stava per funzionare, ma non avevamo piu’ tempo utile. E’ stato frustrante poter concludere soltanto l’undicesimo dopo aver sorpassato cosi’ tante vetture e particolarmente perché saremmo stati capaci di risultati migliori”.

    12° Alex Wurz.

    “Immagino che si poteva sperare in piu’ acqua oggi. Le condizioni sono state favorevoli per me all’inizio e sono stato il primo a passare a gomme d’asciutto., che inizialmente hanno funzionato bene in quelle condizioni, quindi abbiamo pensato di rischiare, ma abbiamo accusato lo stesso problema di ieri con il grip delle gomme e le nostre prestazioni sono calate”.

    13° Jarno Trulli.

    “Questo fine settimana e’ stata una continua battaglia per me. Ieri ho avuto problemi di bilanciamento della vettura e oggi in gara era difficileottenere un buon risultato. Comunque abbiamo fatto una buona partenza e, viste le condizioni, stavo andando bene con gli pneumatici da bagnato. Dopo il pit stop abbiamo perso alcune posizioni. E’ stata una gara difficile per tutti e per me non e’ andata bene. Ho fatto del mio meglio e ho spinto molto, ma non e’ stato possibile arrivare a punti. Adesso ci sposteremo in Brasile per l’ultima gara e speriamo di riuscire ad ottenere un risultato migliore”.

    16° Nico Rosberg.

    “Per noi non e’ andata bene oggi. Ho fatto una brutta partenza e ho perso posizioni, ma con la pioggia e’ andata molto bene per me e ho superato diverse vetture. Nello stint successivo siamo passati a gomme da asciutto ed abbiamo accusato lo stesso problema di ieri in qualifica. Al giro 29 ho forato la posteriore sinistra alla fine del rettilineo ma non sono sicuro della causa dal momento che non mi sono toccato con nessuno. Ovviamente cio’ mi e’ costato una sosta extra e li’ e’ finita la mia gara. Ora guardo al Brasile, sperando in un buon risultato”.

    Ritirato. Ralf Schumacher.

    “E’ stata una gara dura e deludente. Mi sono girato nel primo giro cercando di evitare una collisione con un’altra vettura. Dopo abbiamo riconquistato terreno e ho superato parecchie vetture. E’ stato un peccato che Liuzzi mi abbia toccato, ma sono certo che non e’ stato fatto di proposito. A quel punto il tracciato si stava asciugando, per cui abbiamo deciso di rischiare passando a pneumatici da asciutto, anche perche’ non avevamo molto da perdere. Poi c’e’ stato uno scroscio di pioggia ho perso aderenza e il motore si e’ fermato. E’ stata una gara piacevole, un peccato non essere riusciti ad ottenere un buon risultato. Faro’ solo un’altra gara con la Toyota, ma andro’ in Brasile cercando di ottenere piu’ punti possibile, per concludere con una nota positiva la mia esperienza con questo team”.

    Ritirato. Robert Kubica:

    “Mi sono dovuto ritirare per una perdita al sistema idraulico, che mi ha lasciato senza servosterzo e senza cambio. Fino a quel momento le cose stavano andando bene. Sono rimasto in pista con gomme da asciutto per tre o quattro giri quando ha ricominciato a piovere ed e’ stato molto complicato. La sfida sembrava stesse pagando con il riasciugarsi della pista, ma poi non sono riuscito a finire la gara”