GP d’Europa, commenti dal podio: Fernando Alonso e Felipe Massa fanno pace?

battibecco tra alonso e massa al gp d'europa con michael schumacher a premiare la mclaren, poi tutto chiarito tra i due piloti

da , il

    GP d'Europa, commenti dal podio:

    Vi ricordate Michael Schumacher? E’ quel pilota che ha riscritto la storia della F1, quello che stava pù tempo sul podio che nel salotto di casa.

    Ecco: per la serie “come cambiano i tempi” oggi al Nurburgring ha preso la sua controfigura, l’ha vestita con il classico stile da tamarro tedesco (portarsi una giacca proprio non gli è passato per la testa?) e l’ha messa lì come un baccalà a premiare quelli della McLaren.

    Intanto Fernando Alonso e Felipe Massa trovavano persino il tempo per far finta di chiarirsi. Passato il nervosismo della corsa, amici come prima?

    Forse sì, forse no. Chissenefrega. L’impressione è che Alonso pensasse solo ad Hamilton ed al suo 10 a 0. L’impressione è che Massa avesse talmente fame di vittoria da non riuscire a farsene una ragione per come l’aveva persa.

    Fernando Alonso:“E’ stata una gara davvero eccitante per entrambi i piloti e per tutti i fans. Le condizioni sono state incredibili, principalmente all’inizio quando abbiamo patito aquaplaning ovunque. Sull’asciutto le Ferrari erano un po’ piu’ veloci ma nelle fasi finali, quando e’ tornata la pioggia, siamo stati piu’ veloci e sono stato in grado di superare Felipe e passare al comando. Durante questa battaglia ci siamo toccati due volte, ma queste sono le corse, stavamo lottando per la vittoria. C’e’ stato un po’ di rischio in pitlane durante la mia ultima sosta, un po’ di traffico, ero affiancato a Giancarlo. In generale un buon weekend per me, ho guadagnato punti importanti in campionato per me e per il team. In condizioni difficili il team ha fatto un lavoro fantastico”.

    Felipe Massa: “E’ un secondo posto che lascia un po’ l’amaro in bocca. Avevo fatto una bella gara fino all’ultimo scroscio di pioggia poi, una volta montate le gomme da bagnato, ho subito avvertito delle vibrazioni che hanno reso la vettura molto sbilanciata. E dire che, nella prima parte della corsa, sul bagnato andavo davvero forte. SUll’asciutto riuscivo a guadagnare progressivamente terreno su Alonso perché la vettura era ottima. Ho avuto fortuna all’inizio perché sono riuscito a restare in pista quando le condizioni erano pressoché impossibili ma poi non sono stato altrettanto fortunato alla fine: peraltro, le corse sono cosi’ e bisogna accettarlo. La discussione con Fernando? Era un po’ nervoso ma poi si e’ scusato e tutto e’ finito li’. L’aspetto positivo e’ che abbiamo recuperato molto terreno nella classifica Piloti: la stagione e’ ancora lunga e dobbiamo avere fiducia.”

    Mark Webber:“Questo podio arriva in un giorno speciale per noi dove anche David ha fatto una grandissima gara ed entrambi siamo finiti a punti. Non ho avuto una gran partenza ma poi è arrivata la pioggia e abbiamo deciso di montare le intermedie. L’acqua in pista era troppa e i commissari hanno giustamente deciso di sospendere la corsa. Alla ripartenza ho fatto un primo run molto lungo che mi ha permesso di guadagnare posizioni. Quando poi ho visto Raikkonen ritirarsi devo ammettere che non mi è dispiaciuto affatto ed ho cominciato ad intravedere il podio. Non volevo certo che nel finale cadesse di nuovo pioggia, a quel punto poi quando ho montato di nuovo le intermedie la macchina aveva molte vibrazioni e Wurz mi ha impensierito fino all’ultima curva”.

    Ron Dennis:“Fernando ha fatto un lavoro fantastico dimostrando perche’ e’ un due volte campione del mondo. Prima di tutto, ha tenuto la vettura in pista durante il primo acquazzone. Da quel momento lui e il team hanno preso solo decisioni giuste. Comunque, il suo secondo stint dopo il passaggio alle gomme da asciutto e’ stato condizionato da una modifica all’ala anteriore non riuscita a causa dell’utensile quindi ha sofferto il sottosterzo, ma fortunatamente alla sua terza sosta siamo stati in grado di settare correttamente l’ala, e il suo passo e’ stato fantastico”.

    Jean Todt: “Il risultato di questo Gran Premio d’Europa non puo’ che essere definito deludente. Avevamo una macchina molto competitiva e partivamo dalla prima e dalla terza posizione ma portiamo a casa solamente otto punti. Felipe ha visto sfumare un successo che aveva ampiamente meritato proprio nelle ultime battute, quando la pista e’ tornata a bagnarsi: purtroppo, ha avuto delle vibrazioni con il treno di gomme da bagnato che hanno reso la macchina difficile da guidare”.