GP di Francia, commenti dal podio: Raikkonen soddisfatto, Hamilton si accontenta

gp francia interviste e dichiarzioni dal podio per ferrari e mclaren

da , il

    GP francia commento, massa deluso

    Kimi Raikkonen: “Finalmente! Tutto ha filato per il verso giusto nella mia gara. E’ stato fondamentale riuscire a superare Hamilton in partenza e poi ho sempre cercato di rimanere vicino a Felipe. Sapevo di avere qualche giro in piu’ a disposizione ma, in occasione del primo pit-stop, ho avuto un po’ di traffico e non sono riuscito a passare al comando. Invece, alla seconda sosta, la situazione si e’ rovesciata e sono andato in testa.

    Sin dall’inizio del fine settimana siamo andati forte e questo successo e’ la ricompensa per il duro lavoro svolto in queste settimane. Ora dobbiamo continuare a migliorare la vettura perché c’e’ ancora margine per poterlo fare, sin dalla prossima gara che dovremo affrontare con lo stesso approccio che abbiamo avuto qui a Magny-Cours.”

    Felipe Massa: “Prima di tutto voglio dire che sono contento per la squadra, che aveva bisogno di un simile risultato dopo un periodo difficile. E’ chiaro che avrei voluto vincere ma il traffico mi ha ostacolato nella fase decisiva della corsa, quando sapevo che dovevo accumulare un certo margine su Kimi per restargli davanti in occasione del pit-stop. Con le macchine di oggi si comincia a sentire il disturbo delle vetture che ti precedono gia’ ad una certa distanza ed e’ quindi difficile anche superare vetture piu’ lente se non ti danno strada. La mia macchina era praticamente perfetta e quando avevo la pista libera riuscivo ad essere il piu’ veloce. In ogni caso, abbiamo guadagnato terreno in entrambi i campionati e dobbiamo proseguire su questa strada, gia’ a partire da Silverstone.”

    Lewis Hamilton:“Sono contento di aver concluso al terzo posto oggi e di aver continuato la mia serie di arrivi a podio in F1. Non ho fatto una partenza perfetta e non so esattamente quale sia la ragione. La mia vettura era molto buona nella fase iniziale della gara, e ho spinto a fondo per passare Kimi, ma sfortunatamente non ci sono riuscito. Abbiamo optato per una strategia a tre soste. Sono contento per il mio team che e’ ancora al comando di entrambe le classifiche iridate. Ora ci concentreremo sul GP Gran Bretagna della prossima settima dove credo che saremo di nuovo competitivi. Sono ottimista e spero in un weekend migliore nel mio GP di casa visto che il team ha lavorato davvero duramente, come per ogni gara”.

    Jean Todt: “Che bella doppietta! Non potevo avere un regalo migliore per festeggiare il quattordicesimo anniversario del mio arrivo alla guida della Scuderia. Oggi tutto e’ andato alla perfezione, come del resto deve essere se si vogliono ottenere certi risultati. Entrambi i piloti hanno fatto una grande partenza, hanno guidato in maniera straordinaria e si sono giocati fra loro il successo: soltanto il traffico e la strategia hanno determinato quale dei due ha avuto la meglio. Quello che conta, in ogni caso, e’ che ci siano state due vetture rosso Ferrari davanti a tutte le altre. La squadra ha lavorato in maniera impeccabile e le F2007 sono state all’altezza della situazione. Abbiamo lottato contro un avversario molto forte e questa doppietta era indispensabile per il prosieguo di entrambi i Campionati: restano ancora nove gare da disputare e tutto e’ ancora possibile. Dovremo cercare di ripeterci gia’ la prossima settimana a Silverstone, a casa dei nostri concorrenti principali. “

    Ron Dennis:“Una gara difficile. Entrambi i piloti hanno offerto prestazioni solide, in particolare Fernando, che per me e’ stato il protagonista di questa gara con le sue varie battaglie contro Heidfeld e Fisichella. Avevamo la possibilita’ di passare da una strategia da due a tre soste per Lewis e abbiamo optato per la seconda per assicurargli un traffico minimo e mantenere salda la sua terza posizione. La gara di Fernando e’ sempre stata una sfida partendo dalla decima posizione, ma il nostro obiettivo era fare punti, e ci e’ riuscito. Comunque, e’ chiaro che non eravamo competitivi come speravamo, ma arriviamo al nostro Gran Premio di casa a Silverstone, in testa ad entrambi i campionati e saremo forti li’”.