GP di Francia: voci fuori dal podio

Vodi fuori dal podio, interviste dichiarazioni commenti al GP di Formula 1 a Magny Cours in Francia

da , il

    Pedro De La Rosa a fine gara

    Quarto Ralf Schumacher, poi Raikkonen Fisichella, De La Rosa e Heidfeld a punti. Fuori dai punti, invece, Coulthard, Speed, Villeneuve, Klien, Liuzzi, Rosberg, Albers e Montagny. Tra i ritirati Button, Webber, Barrichello e Trulli.

    Sentiamo le loro impressioni sulla gara.

    Ralf Schumacher, quarto: “Possiamo essere molto soddisfatti di quello che abbiamo fatto oggi. E’un peccato che abbiamo avuto un problema alla ruota nel mio primo pit stop perche’ probabilmente potevo anche essere terzo. La vettura e’ diventata piu’ competitiva e quindi abbiamo disputato una buona gara. I nostri pneumatici hanno funzionato bene ed abbiamo fatto anche una buona strategia sulle due soste. Il nostro pacchetto sta migliorando ad ogni gara e quindi siamo fiduciosi per il resto della stagione.”

    Kimi Raikkonen, quinto:Una gara deludente visto che la vettura si e’ comportata molto bene. Non avevamo la velocita’ per vincere, ma ho perso qualche decimo nel secondo pit-stop che mi e’ costato il quarto posto oggi, quindi avrei potuto fare meglio senza dubbio. La vettura sta migliorando costantemente e abbiamo ulteriori sviluppi per i prossimi test quindi ora guardiamo gia’ alla gara di Hockenheim fra due settimane, dove speriamo di raccogliere piu’ punti davanti al pubblico di casa della Mercedes-Benz”.

    Giancarlo Fisichella, sesto: “Onestamente non e’ stata una gara fantastica per me. La vettura e’ apparsa sempre piu’ difficile da guidare durante la gara, con il graining alle gomme nel secondo stint non ho potuto spingere per distanziare Ralf e Kimi, e ho avuto molti problemi in frenata nell’ultimo stint. Dobbiamo capire cosa e’ successo, ma bisogna considerare la parte positiva dei risultati. Ho concluso nei punti, sono ancora terzo in campionato dopo un duro weekend e ho completato la seconda gara con la specifica C del propulsore senza alcun problema. Sono ottimista per le prossime gare e riguardo la possibilita’ di incrementare il nostro vantaggio”.

    Pedro De La Rosa, settimo:“La vettura era veloce oggi ed ero davvero a mio agio alla guida. Avrei potuto raccogliere piu’ punti se non avessi perso la posizione a vantaggio di Mark Webber in partenza. Cio’ significa che ho perso molto tempo nel primo stint di gara, cercando di passarlo e dopo il primo round di pit-stop ho incontrato molto traffico con vetture su strategie differenti. Di conseguenza dopo il primo stint ero gia’ a 20 secondi da Ralf Schumacher, quindi era davvero difficile per me migliorare la mia posizione. Mi sono divertito molto in gara e sono contento di aver raccolto qualche punto per il team e di essere stato uno dei piloti Michelin piu’ veloci”.

    Nick Heidfeld, ottavo:“La mia macchina oggi andava molto bene ma ottenere dei punti in piu’ non era possibile. Insolitamente oggi il mio inizio e’ stato abbastanza buono. Non sono riuscito a guadagnare posizioni ma nello stesso tempo non ne ho perse. Alla fine del primo giro ero riuscito a superare David Coulthard e questo e’ stato molto importante infatti alla fine era dietro di me di soli pochi secondi. Tutto sommato e’ stata una gara abbastanza semplice per me e raramente sono stato rallentato dal traffico, anche se sono state indicate scorrettamente le bandiere blu per Pedro de la Rosa”.

    David Coulthard, nono:?Questo e’ pressoché il peggior risultato che potevamo ottenere dopo essere partiti dal nono posto sullo schieramento. Sono veramente deluso. Per il momento, siamo solo gli avvoltoi del paddock, capaci di carpire qualche punto quando altri non arrivano. Questa volta, mi sono divertito a pilotare, e come squadra si impara sempre qualcosa. Siamo solo all?inizio, anche perché da noi c?e’ un sacco di gente nuova, e credo che diventeremo una delle squadre piu’ organizzate ma questo non serve a nulla finché non si e’ abbastanza veloci per conquistare punti.?

    Scott Speed, decimo: “E’ stato uno dei GP piu’ duri che abbia mai disputato, perché ho avuto veramente male per tutta la gara. Ho dato vita ad una gran bella battaglia con Rubens durante il primo giro. E` stato molto divertente: una bella lotta, davvero fantastica! Dopo la prima sosta ai box, il dolore era talmente forte che facevo molta fatica a restare concentrato. Ad un certo punto, sono persino leggermente uscito di pista, perché non riuscivo a sopportare il dolore e a restare contemporaneamente concentrato sulla guida, pensare alla frenata e alle regolazioni del controllo di trazione. Ma il nostro ritmo era veloce e la macchina era competitiva visto che avevamo effettuato un buon lavoro di messa a punto”.

    Jacques Villeneuve, undicesimo: “L’inizio e’ stato molto emozionate e ho dovuto sorpassare Barrichello, ma dopo quello e’ stata una gara abbastanza noiosa. La macchina andava abbastanza bene. Quando sono rientrato per fare il mio pit stop i pneumatici andavano ancora bene e cosi’ ho dovuto aspettare qualche giro per rifarli funzionare, ma alla fine della corsa erano ancora in buone condizioni. Abbiamo fatto la scelta migliore. L’unico problema e’ stato il mio risultato nelle qualifiche“.

    Christian Klien, dodicesimo:?Ho avuto un problema in partenza; Il regime motore e’ sceso troppo ed ho perso due o tre posizioni, il che e’ veramente deludente. La gara e’ stata molto difficile in queste condizioni di gran caldo. Le mie gomme posteriori, si sono usurate e non potevo restare nella scia delle altre macchine, perché le temperature di funzionamento del motore salivano troppo. Nelle fasi finali della gara, la macchina sembrava migliorata ed ho potuto rimontare cinque o sei secondi alle BMW, ma in ogni caso e’ stato un fine settimana deludente.?

    Tonio Liuzzi, tredicesimo: “Ovviamente partire dal fondo dello schieramento non e’ la cosa migliore, soprattutto su una pista come questa, dove non ci sono molto opportunita’ per superare. Non credo che avere un motore V10 sia stato di grande aiuto, ma tanto le gomme quanto la macchina si sono comportate bene”.

    Nico Rosberg, quattordicesimo: E’stata dura oggi per me, in primo luogo perche’ ho iniziato la gara molto indietro sullo schieramento e la vettura era molto difficile da guidare. Stavo facendo giri da qualifica uno dopo l’altro, ma le gomme non sono state all’altezza della situazione. Ho perso molto tempo nel mio primo pit stop. Abbiamo mostrato un miglioramento rispetto a ieri e quindi sono deluso del risultato di questa gara. Ora spero di rifarmi nel mio GP di casa a Hockenheim tra due settimane.”

    Jenson Button, ritirato:?Visto il pacchetto che avevamo a disposizione questo weekend, stavamo conducendo una gara discreta. Sono arrivato fino all?11° posto e mi stavo avvicinando a Scott Speed, credo anzi che lo avremmo preso. Quando mi sono trovato nel secondo rettilineo, ho avvertito un calo di potenza e mentre stavo cambiando la potenza e’ mancata completamente. Ora, dovremo analizzare i dati per risalire esattamente alla causa del problema. È una grossa delusione chiudere la gara in questo modo perché, sebbene abbiamo incontrato difficolta’ nel primo stint, siamo andati nettamente meglio nella seconda e nella terza frazione di gara. Il livello di maneggevolezza e’ decente e il bilanciamento e’ accettabile, la nota dolente e’ la mancanza di velocita’ assoluta. Cio’ e’ dato dalla potenza del motore e dal carico aerodinamico, cioe’ gli aspetti in cui al momento siamo deficitari, oltre all?affidabilita’. La gara di oggi e’ stata proprio una grossa delusione, non solo per me, ma anche per l?intero team.?

    Rubens Barrichello, ritirato: ?È difficile dire ora quale sia stato il problema, anche se sospettiamo del motore visto il gran fumo emesso dal retrotreno e la perdita totale di potenza. Speravamo di avere un passo migliore in gara, ma a dire la verita’ le cose non sono andate come previsto in tutto il weekend e questo e’ molto preoccupante. Io ho comunque fiducia nel team e so che reagiremo.?

    Mark Webber, ritirato: “Ovviamente sono molto deluso perche’ potevamo andare a punti oggi. Stavo spingendo per rimanere nel gruppo delle vetture piu’ veloci ma poi un problema alla posteriore ha danneggiato tutta l’aerodinamica nella parte la davanti alla ruota. Stiamo lavorando molto in questo periodo ma purtroppo non stiamo raccogliendo i risultati sperati.”

    Jarno Trulli, ritirato: “E’ davvero un peccato perche’ stava funzionando tutto bene nel primo stint. La vettura era veloce e le gomme erano eccezionali. Poiche’ la mia strategia era sulle due soste mentre molti erano sulle tre soste, potevo conquistare una posizione sul podio. Purtroppo un calo di potenza del motore e un problema ai freni mi hanno costretto al ritiro. Sono stato molto sfortunato e aggiungero’ questo episodio alla lunga lista delle cose che mi sono accadute questa stagione. Il nostro passo e’ stato buono tutto il weekend e quindi sono fiducioso per il futuro perche’ stiamo iniziando a vedere la luce in fondo al tunnel.”