GP di Gran Bretagna: Massa ancora non dà spiegazioni, Kubica vince il suo Gran Premio

GP di Gran Bretagna interviste dopo gara ai piloti piazzati

da , il

    GP di Gran Bretagna, voci fuori dal podio: Kubica ha vinto il suo Gran Premio. Massa ancora non dà spiegazioni

    Robert Kubica, quarto

    “Sono molto contento. Mi sono ritrovato davanti a Felipe Massa, ma questa gara non e’ stata semplice come quella di Magny-Cours perche’ ho dovuto tenerlo dietro per gli ultimi 13 giri.

    Stare dietro qui e’ difficile e Felipe ha perso molto carico, nonostante fosse piu’ veloce quando era solo in pista. Ha dovuto fare un lavoro piu’ difficile del mio visto che ho solo controllato la situazione, non ho spinto troppo, e ho cercato di non fare errori: ero abbastanza sicuro di poterlo tenere alle mie spalle. La parte centrale della gara e’ stata piuttosto facile per me, ma appena ho sentito in radio che Felipe si stava avvicinando ho provato a spingere. Ho dato tutto per trarre il massimo dalla vettura e dalla mia guida. Siamo contenti del quarto posto, la vettura e’ apparsa buona e ora dobbiamo massimizzare il nostro potenziale. Il secondo quarto posto di fila e dieci punti non sono male”.

    Felipe Massa, quinto

    “Tutto sommato, sono contento di quello che sono riuscito a fare oggi. E’ chiaro che avrei potuto fare un’altra gara senza il problema alla partenza ma le corse sono fatte cosi’: a volte tutto gira per il verso giusto, a volte capitano degli imprevisti che sconvolgono tutti i piani e devi cercare di tirare fuori il massimo con quello che hai in mano. Alla partenza si e’ spento il motore ma non abbiamo ancora capito cosa sia accaduto. E’ un peccato perché avevo una grande macchina oggi e questa sara’ una corsa che mi ricordero’. E’ ovvio che sono dispiaciuto per i punti persi in classifica ma questa e’ la vita e dobbiamo accettare quello che e’ accaduto. Nell’ultima porzione di gara sono arrivato subito alle spalle di Kubica ed ero convinto di passarlo: ma quando ero nella sua scia perdevo tantissimo carico e non riuscivo ad avvicinarmi abbastanza. Spero di rifarmi al Gran Premio d’Europa: dobbiamo mettere entrambe le macchine davanti alle McLaren.”

    Nick Heidfeld, sesto

    “Sono molto contento della gara, ma non del weekend in generale. Sono partito nono e ho concluso al sesto psoto, a tre secondi da Robert. La partenza e’ stata speciale. Non ho accelerato meglio di Giancarlo Fisichella, ma l’ho superato alla prima curva, all’esterno, e’ stato divertente, nonostante ci siamo toccati ruota contro ruota all’uscita della curva 1. Dopo mi ha inseguito sull’Hangar Straight. Sapevo che Felipe Massa avrebbe ritardato il suo secondo pitstop, ma il vantaggio del poco carburante e’ piuttosto grande qui, quindi non sono riuscito a restargli davanti. In generale penso che una posizione migliore in griglia avrebbe migliorato di molto le mie chances. I due team leader non stanno scappando e la Renault e’ di nuovo sotto controllo. Non avremmo potuto chiedere di piu’ oggi”.

    Heikki Kovalainen, settimo

    “E’stata una corsa cosi’ cosi per me. Ho avuto una buona partenza, ho superato Ralf e sono andato in quinta posizione dopo che la macchina di Massa di e’ fermata sulla griglia. Quando le gomme hanno iniziato a deteriorarsi ho lottato con l’aderenza soprattutto alle basse velocita’. Ho usato le gomme dure anche nel seocndo stint e la situazione si e’ ripetuta. Nel finale con le gomme morbide la situazione e’ migliorata per me mentre per Giancarlo e’ stato il contrario. Finire al settimo posto non e’ il risultato sperato ma non c’e’ una ricetta magica per andare piu’ avanti qui. Dobbiamo analizzare ora la gara e continuare a migliorare la macchina. Ora dobbiamo concentrarci sulla prossima prova a Spa la settimana prossima.”

    Giancarlo Fisichella, ottavo

    “Ho avuto una corsa difficile questo pomeriggio. Ho superato Ralf ma Nick Heidfeld mi ha passato alla prima curva. Tuttavia, sono riuscito a ripassarlo alla Stowe. Il primo stint e’ andato bene ed anche il seocndo con le gomme dure. Nell’ultimo stint con gomme morbide la macchina ha perso aderenza. E’stato difficile guidare e per fortuna sono riuscito a mantenere la mia posizione. E’una altro punto per me anche se abbiamo perso un po’ di terreno dalla BMW. Tutti stanno lavorando duro per cambiare la situazione speriamo gia’ dal prossimo gran premio.”

    Rubens Barrichello, nono

    “Mi e’ sembrato di avere disputato una delle mie migliori gare a Silverstone, purtroppo non e’ stato sufficiente per andare a punti. Abbiamo disputato una buona gara e la strategia di un’unica sosta e’ stata azzeccata sia per me, sia per Jenson, per questo e’ stato un peccato non avere raccolto neppure un punto. La macchina era piuttosto pesante con il grande carico di carburante imbarcato, a causa del quale il fondo toccava leggermente l’asfalto, ma il bilanciamento non ne ha risentito. Il passo purtroppo non e’ ancora sufficiente e lavoreremo molto intensamente nel test di Spa della prossima settimana per migliorare questo aspetto.”

    Jenson Button, decimo

    “Sono ragionevolmente soddisfatto delle nostre prestazioni ed e’ stato bello recuperare posizioni in gara, chiudendo al 10° posto dopo essere partito dalla 18° piazzola della griglia. La strategia di un’unica sosta si e’ rivelata efficace, ma credo di non avere ottenuto il massimo dalla mia monoposto in questo weekend a causa dello scarso grip alle gomme posteriori e del forte sottosterzo, problemi che dovremo comunque analizzare. Rubens ha sfruttato la sua macchina al massimo, ma ci e’ mancato un po’ di velocita’. Il problema alla schiena di venerdi’ ha ostacolato leggermente la preparazione della gara, lasciandomi solo il sabato mattina per lavorare sull’assetto. Ora, attendo il test di Spa, nella speranza che il team riesca a mantenere la concentrazione e a compiere piccoli passi avanti per migliorare il livello generale delle prestazioni.”

    David Coulthard, undicesimo

    “Non ho guidato benissimo ed ho fatto un paio d’errori nel secondo stint ed ho perso un po’ di tempo. La vettura e’ stata un po’ difficile da guidare ed ho avuto un po’ di sovrasterzo, con un bilanciamento non ottimale. Torneremo a studiare le cose e vedremo cosa accardra’ in Germania”

    Nico Rosberg, dodicesimo

    “Partendo da una posizione piu’ arretrata abbiamo deciso per una strategia piu’ aggressiva. Ho attaccato dal primo giro e sono riuscito a sorpassare alcune vetture in partenza, e mi sono divertito. Ho attaccato poi Coulthard cercando di superarlo. Abbiamo avuto un contatto e da allora non sono riuscito piu’ a passarlo. Nonostante questo risultato deludente sono soddisfatto del passo della macchina. Ora dobbiamo guardare alle prossime gare. Abbiamo un test a Spa la prossima settimana per prepararci al meglio alla prossima gara.”

    Jarno Trulli, ritirato:

    “Tutto il weekend e’ stato difficile ed oggi non ha fatto eccezione: confrontandomi al mio compagno, ho lottato costantemente con l’aderenza delle ruote posteriori. E’ iniziata male venerdi’ e non sono stato in grado di migliorare la mia vettura. Mi aspettavo dunque una gara in salita, ma e’ andata male oltremodo e la vettura e’ stata cosi’ nervosa che la squadra ha deciso di farmi rientrare per cercarne la causa. La cosa positiva e’ che Ralf e’ stato in grado di spingere in maniera costante. Quindi dobbiamo dimenticare questa parentesi negativa e guardare alla prossima gara, perche’ ogni GP e’ una storia diversa”.