GP di Gran Bretagna, pagelle: Raikkonen super! Felipe Massa da non sopravvalutare

Pagelle dal Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone

da , il

    GP di Gran Bretagna, pagelle: Kimi Raikkonen super! Alonso eccellente. Non sopravvalutiamo Massa

    Pagelle succulenti dal Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone. Kimi Raikkonen assoluto protagonista. Assieme a lui Fernando Alonso disputa una grande gara. Attenzione a Massa, la sua rimonta è buona ma non è niente di così eccezionale come vorrebbero farci credere. Hamilton è il peggiore da inizio stagione.

    Kimi Raikkonen: Voto 10. Il ghiacciolino esalta i ferraristi quando è primo. E, soprattutto, quando primo ci diventa dopo aver regolato tutti e due gli avversari. E non due tipi a caso, ma gli elementi più brutti e cattivi che da inizio stagione girano nel paddock.

    Direte voi? Ma dell’errore in qualifica che poteva compromettere tutto il weekend non ne vogliamo parlare? No, macché. Niente logica stavolta. E’ solo lode.

    Fernando Alonso. Da come rideva sabato sotto quella specie di baffetti che s’era fatto crescere, s’era capito che qualcosa era cambiato in casa McLaren. Episodio o regola che sia, Alonso rende la vita maledettamente difficile a Raikkonen. A volte, però, i miracoli non bastano se qualcun’altro li fa quanto te e, per di più, è supportato da una squadra in grado di dargli una macchina Rossa e strategie vincenti a go go. voto 9.

    Lewis Hamilton. La peggior gara della stagione nell’appuntamento più importante. Hamilton fa persino un errore durante il primo pit stop che, per fortuna, non influisce sul risultato finale ma basta a far capire che quando il gioco si fa duro, non basta essere dei duri. Pur di prendere una pole sicura, rinuncia alla vittoria. Chi sa spiegare perchè? voto 6. Un altro podio non gli sfugge.

    Robert Kubica. Che avesse la testa dura si era già capito. Che pure le sue prestazioni siano solide è ormai una certezza. Lo dice anche lui “sono il più veloce… della serie B!”. Voto 8,5

    Felipe Massa. Attenzione alla sua gara. Parte ultimo. Fa lo squalo coi pesci piccoli, gioca a fare la rimonta in stile Playstation ma non fa il salto di qualità. Manca il colpo di classe e resta dietro ad un bravissimo Kubica. Voto 7, perché comunque non sbaglia nulla, ma con questa Ferrari era decisamente il risultato minimo.

    Nick Heidfeld. Gara un po’ sottotono per uno che era abituato a stare attorno al quarto posto e, invece si trova sesto, declassato dal compagno di squadra. Voto 6-

    Heikki Kovalainen e Giancarlo Fisichella. La vettura che guidano è la quarta forza del campionato. Anche Alonso avrebbe potuto fare poco di più. Arrivano dove possono. 6 “politico” ad entrambi.

    Rubens Barrichello. Soffre molto la pesantezza della vettura ad inizio gara. Poi comincia a raccogliere i frutti e rimonta posizioni. Arrivare alla soglia della zona punti era il massimo per lui. Peccato per la brutta partenza. voto 6.5

    Jenson Button. Sparisce dalle copertine inglesi per colpa di Hamilton. Sparisce da quelle della F1 per colpa della Honda. Lui fa una inutile gran gara in rimonta. Voto 7.

    Jarno Trulli. Senza voto. Senza macchina. Siamo a fare sempre gli stessi discorsi: possibile che una marca come la Toyota non sia capace neanche di dare due vetture uguali ai suoi piloti? Sì.

    Ralf Schumacher. Così per scherzo, ha fatto a cambio col fratello Michael. E i risultati si sono visti. Per la prima volta davanti a Trulli. Per la prima volta la Toyota, solo la sua, sembra una vettura di F1. Poi però il ritiro. Un film già visto. Voto 7+. Peccato per la partenza a rallentatore. Sarà stata l’emozione di stare là davanti…