GP di Malesia, pagelle: bravo Alonso ma… cos’ha fatto Hamilton!

Pagelle, voti GP di Malesia di F1 2007, Alonso, Hamilton Raikkonen voti positivi per tutti ma le campane suonano per hamilton soprattutto che mette in pista tutto il suo talento

da , il

    GP Malesia F1 2007 Pagelle

    Fernando Alonso. Partenza impeccabile, condotta di gara altrettanto. Spinge quando deve farlo e non commette errori. Grazie ad Hamilton, poi, non deve inventarsi praticamente niente. Voto 9.

    Lewis Hamilton. Parte in Formula 1 come faceva in GP2, si beve Massa e Raikkonen come se fossero due Nelsinho Piquet e Timo Glock a caso. Non pago, non solo riesce a non farsi ripassare sul ritorno furioso delle Ferrari, ma induce persino Massa all’errore. Guida come un pilota di dieci anni più vecchio. Applausi. Voto 10. E se è andato piano per favorire la fuga di Alonso, gli diamo anche la lode. Perché, sportività a parte, è giusto che ognuno tiri acqua al suo mulino e la sua impresa sarebbe stata ancora più difficile.

    Kimi Raikkonen. Parte terzo e arriva terzo. Con una Ferrari incerottata che non gli dà lo spunto giusto in rettilineo, sembra che non si possa chiedergli di più. Voto 6,5. Perché forse qualcosa di più poteva starci.

    Nick Heidfeld. Fa la sua onesta gara senza errori e anche stavolta riesce non solo ad essere il primo degli outsider, ma si tiene dietro persino una Ferrari. Quella di Massa, per la seconda volta consecutiva. Voto 8.

    Felipe Massa. Meriterebbe un gran bel voto per come lotta con Hamilton. Un bel voto perché ci prova e dà spettacolo. Peccato che poi faccia Quell’Errore che un pilota che vuole vincere il mondiale non deve fare. Voto 5. Ma potevamo stare anche più bassi.

    Giancarlo Fisichella. Supplisce ai problemi della Renault con l’esperienza. La porta più in alto che può. Voto 6,5.

    Jarno Trulli. In partenza rischia una collisione con Ralf, poi viene rallentato da Fisichella ma si prende due punticini che portano la Toyota davanti alla Williams nei costruttori. Voto 6. Magra consolazione.

    Heikki Kovalainen. Fa meglio, ma ci voleva poco. E’ il suo primo punto iridato. Voto 6+. Gli auguriamo di crescere ancora un po’, così potrà essere lui ad umiliare quelli della Renault per avergli datouna macchina del genere!

    Alex Wurz. Sfortunato nelle qualifiche, parte carico di benzina e rimonta. Lentamente rimonta fino al nono posto. Voto 6.

    Robert Kubica. Escludendo i problemi alla sua BMW che per ora non lo lasciano guidare in santa pace, sembra soffrire il confronto con Heidfeld. Voto 5,5. Ma ci aspettiamo di rivederlo come ce lo ricordavamo.

    Nico Rosberg. Si era ammosciato nell’andare della stagione scorsa. Anche quest’anno parte alla grande ma, per ora, si conferma in due gare su due. Peccato che la sua Williams non gli regga fino alla fine. Voto 8.