GP di Monaco: qui non si sorpassa, tanto vale fermarsi per ultimi…

Che i team prendano nota

da , il

    GP Monaco 2007 f1

    Che i team prendano nota: a Monaco NON si sorpassa!

    Da come si sono comportati alcuni, sembrava che non lo sapessero…

    Quest’anno in particolare, non abbiamo assistito ad un Gran Premio ma ad un passaggio di vetture di Formula 1 per 78 volte tra le strade del Principato. Visto, però, che la gara faceva parte del campionato e visto che alla fine hanno dato anche dei punti in classifica mondiale

    allora dobbiamo notare due cose.

    La prima è che, come al solito, qui è fondamentale partire davanti.

    La seconda è che, puoi partire davanti quanto vuoi, ma se resti imbottigliato nel traffico (eventualità sicura!) e ti fermi prima degli altri, finisci dietro.

    A meno che…

    A meno che quello davanti a te non vada più forte. Vedi Hamilton che aveva davanti a sé Alonso. Vedi Massa che aveva davanti a sé Hamilton. Vedi Fisichella che aveva davanti a sé Massa.

    A meno che tu sia il primo e possa fare la tua andatura. Vedi Alonso. E basta.

    In tutti gli altri casi, ha pagato solo e soltanto la sosta unica.

    E’ troppo rischioso partire leggero. Quello che è successo a Rosberg, rallentato da Heidfeld e sprofondato in classifica nonostante partisse quinto, non è stato un episodio sfortunato. Era un qualcosa di facilissimamente prevedibile.

    Estendendo le conclusioni, possiamo persino arrivare a dire che anche Massa e Fisichella, facendo una tattica ad una sosta avrebbero ottenuto lo stesso risultato. Oltretutto, potendo stare più tempo in pista, avrebbero anche avuto l’opportunità di sfruttare a loro vantaggio l’ingresso di una eventuale safety car.

    Gli unici due per i quali la doppia sosta poteva essere vantaggiosa sono stati Alonso e Hamilton. Assieme a loro, al limite, solo le BMW, partendo un po’ più avanti in griglia, potevano dire qualcosa di più. Tornando sui due della McLaren, c’è da considerare che dovevano giocarsi la gara fra di loro e quindi hanno fatto bene a fare una qualifica “leggera”. Se uno dei due avesse caricato troppa benzina, infatti, l’altro sarebbe scappato via e avrebbe probabilmente preso un distacco tale da rientrare comunque davanti.