GP di Singapore, atto 15: classifica piloti e costruttori Formula 1 2008

hamilton allunga su massa e affronta le ultime 3 gare con sette punti di vantaggio

da , il

    Con 27 punti da recuperare a 3 gare dal termine Kimi Raikkonen saluta il mondiale apertamente. Assieme a lui anche Kubica segna una brutta battura d’arresto mentre Hamilton allunga di 6 punti su Massa e si mette in una posizione decisamente comoda per quanto ancora traballante. Per i due antagonisti è già tempo di calcoli.

    RAIKKONEN ADIOS. “Credevo di poter fare ancora qualcosa di buono – ammette il finlandese dopo la gara – ed in effetti il GP di Singapore ha avuto un esito imprevedibile. Purtroppo però le cose non sono andate bene per me ed a questo punto deve veramente riconoscere che è finita. Non mi resta che dare il massimo per la squadra che ha ancora entrambi gli obiettivi alla portata”. Si chiude con queste parole la rincorsa impossibile che il campione del mondo in carica aveva lanciato ad Hamilton e Massa. Per lui arriva il quarto zero consecutivo. E pensare che, per restare attaccato ai migliori, gli sarebbero bastati quattro terzi posti. Cosa tutt’altro che impossibile con questa Ferrari. Col senno di poi possiamo notare come tanti indizi, già nella prima metà di stagione, avevano fatto capire che questo non sarebbe stato il suo anno. E giudicare quanto abbiano influito i recenti demeriti o la costante sfiga, è più duro di quanto non sembri in apparenza.

    FERRARI CHIAMA DOPPIETTE. “Si perde insieme e si vince insieme - dichiara Stefano Domenicali che scagiona l’errore del suo meccanico al pit stop – durante le safety car c’è molto traffico in pit lane ed allora comandiamo il sistema dei semafori manualmente. E’ un errore che non ci deve stare ma che va accettato senza punire nessuno”. La ricetta per gasare la squadra e cercare di ritrovare unità è quella di fare quadrato attorno alla F2008 e sperare che le prossime piste esaltino le caratteristiche della vettura disegnata da Aldo Costa:“Adesso dobbiamo fare 3 doppiette e rimettere così le cose al loro posto. Abbiamo il potenziale per farlo e dobbiamo dare una risposta decisa già dalla prossima gara in Giappone”.

    HAMILTON, CONTI ALLA MANO. Il pilota della McLaren può permettersi di arrivare sempre secondo, se così si può dire. L’impresa non è facile perché ad oggi viaggia con una media di 5,6 punti per gara che corrispondono a meno di un terzo posto. Da notare, inoltre, che in tutta la stagione non è mai andato oltre la media del 5,8. Dire, perciò, che il vantaggio di 7 punti è un tesoro da amministrare non è corretto. Va detto, al tempo stesso, che a differenza del 2007 il team che va spesso e volentieri in confusione totale non è il suo e che gli avversari da controllare, stavolta, sono scesi da due ad uno. Fare la corsa semplicemente su Massa può diventare relativamente semplice per un soggetto dotato del suo talento. E’ ovvio, però, che se la Ferrari sfornasse 3 doppiette ci sarebbe ben poco da fare ma per le Rosse il percorso è molto pericoloso dato che Massa non può più permettersi nessuna battuta a vuoto. E’ proprio sul giungere al traguardo che si gioca la partita. Contando le sole gare dove i due hanno visto la bandiera a scacchi, infatti, Hamilton si ferma ad una media punti di 6 pieno mentre Massa vola addirittura a 6,4. In sostanza, quindi, si può dire che Massa ha ancora grandi possibilità di vincere il titolo a patto che riesca ad andare sempre a punti mentre Hamilton, oltre alle sue doti, può ancora sperare in qualche battuta a vuoto della Ferrari. Stando sempre ai dati di questo 2008, Hamilton avrebbe solo il 20% di possibilità di non concludere una gara. Per Massa il dato sale al 35%

    Classifica Piloti Formula 1 2008

    Lewis Hamilton 84

    Felipe Massa 77

    Robert Kubica 64

    Kimi Raikkonen 57

    Nick Heidfeld 56

    Heikki Kovalainen 51

    Fernando Alonso 38

    Jarno Trulli 26

    Sebastian Vettel 27

    Mark Webber 20

    Timo Glock 20

    Nelson Piquet Jr. 13

    Nico Rosberg 17

    Rubens Barrichello 11

    Kazuki Nakajima 9

    David Coulthard 8

    Sebastien Bourdais 4

    Jenson Button 3

    Giancarlo Fisichella 0

    Adrian Sutil 0

    Anthony Davidson 0

    Takuma Sato 0


    Classifica costruttori Formula 1 2008

    McLaren Mercedes 135

    Ferrari F1 134

    BMW Sauber F1 120

    Toyota F1 46

    Renault F1 51

    Scuderia Toro Rosso – Ferrari 31

    Red Bull – Renault 28

    Williams – Toyota 26

    Honda Racing F1 14

    Force India – Ferrari 0

    Super Aguri – Honda 0 (Ritirata)