GP di Spagna F1, interviste fuori dal podio: Alonso è contento lo stesso

Interviste ai piloti di Formuila 1 dopo il gran premio di spagna

da , il

    GP di Spagna F1, interviste fuori dal podio: Alonso è contento lo stesso

    Chi si aspettava un Alonso depresso per il GP di Spagna finito in fumo, non aveva fatto i conti con l’altra faccia della medaglia. Una Renault letteralmente resuscitata rappresenta per il due volte campione del mondo un’iniezione di fiducia e ottimismo capace di alleviare ogni altro dispiacere.

    Fernando Alonso, ritirato:“In questo weekend alcune cose sono andate bene ed altre male. Ovviamente il ritiro non è stato piacevole ma vedere che siamo lì assieme a BMW, McLaren e Ferrari mi ha sorpreso molto. Abbiamo fatto un grande passo in avanti e credo che adesso potremmo cominciare a divertirci”.

    Robert Kubica, quarto:?Il nostro passo oggi era molto buono ma purtroppo la partenza è stata decisiva nel confronto con Hamilton. Sono comunque contento perché siamo sempre vicini alla vetta e questo è ciò che più conta”.

    Mark Webber, quinto:“Sono felice per il risultato. La partenza non è stata ottima ma il nostro buon ritmo ci ha consentito di restare in zona punti con un ottimo piazzamento”.

    Jenson Button, sesto:“E’ stata una buona gara e sono contento di essere giunto 6° e avere ottenuto 3 punti. Se la safety car non fosse entrata in pista in quel momento avrei potuto fare anche meglio ma non mi lamento. Sono soddisfatto anche del bilanciamento della macchina che è migliorato di giro in giro”.

    Kazuki Nakajima, settimo:“Sono contento di aver fatto dei punti. In partenza ho perso delle posizioni ma il risultato finale è stato positivo per i punti e per i progressi che sto facendo di gara in gara”.

    Jarno Trulli, ottavo:“Abbiamo preso un altro punto. Oggi la sesta posizione era alla nostra portata se non ci fosse stato quell’errore di comunicazione col box. Sono cose che capitano ma due punti persi lasciano un po’ di amaro in bocca perché avevo dato il massimo per stare agganciato a Webber che mi precedeva”.

    Nick Heidfeld, nono:“L’entrata della safety car ha vanificato la mia partenza dove avevo recuperato due posizioni. Pur provando a risparmiare carburante ma non ce l’ho fatta e la penalità ha vanificato tutti gli sforzi fatti durante il weekend”.

    Giancarlo Fisichella, decimo:“Il risultato non è male, è il migliore della stagione. So che molti si sono ritirati ma fa parte del gioco. Mi sono divertito nella lotta con Heidfeld, peccato che avessi perso del grip nell’ultimo stint e lui era nettamente più veloce. Nonostante ciò sono riuscito a tenerlo dietro per molti giri. Qui c’è ancora molto da lavorare”.

    Nico Rosberg, ritirato:“Il weekend era iniziato male ma poi copiando i settaggi di Kazuki ho trovato anch’io la giusta direzione e in gara le cose stavano andando bene fino a quando mi sono dovuto ritirare. Credo che avrei ottenuto senza problemi la settima posizione, ma sarà per la prossima”.

    Nelson Piquet, ritirato:“Ho sbagliato all’inizio uscendo di pista. Poi tornando nel gruppo ho cercato di attaccare e prendere qualche rischio ma le cose non sono andate bene. Sono deluso perché abbiamo fatto dei progressi ma io non li ho sfruttati. Ho comunque fatto altra esperienza”.