GP di Spagna F1, tre nomi per un bis: Raikkonen, Massa e Hamilton

I grandi protagonisti del Gran Premio di Spagna 2008 di Formula 1 saranno loro: Kimi Raikkonen, FElipe Massa e Lewis Hamilton

da , il

    GP di Spagna F1, tre nomi per un bis: Raikkonen, Massa e Hamilton.

    Al di là delle interferenze che rispondono ai nomi di Kovalainen, Kubica e Heidfeld, saranno altri i protagonisti più attesi del Gran Premio di Spagna sul circuito di Barcellona: stiamo ovviamente parlando di Lewis Hamilton, Kimi Raikkonen e Felipe Massa che, non a caso, sono anche i 3 vincitori delle 3 gare fino ad ora disputate.

    Scommettere sulla vittoria di uno di loro, qualora fosse possibile, rappresenterebbe un sicuro investimento per i propri soldi. Complice l’andamento del campionato fino a questo punto e appurato che la tradizione racconta che è la prima gara europea il vero inizio del campionato, non poteva capitare scenario migliore del circuito di Barcellona per poter affermare che non ci sono più alibi per nessuno.

    Qui, infatti, difficilmente si riesce a mascherare con l’abilità le eventuali pecche della macchina e da questa gara, quindi, emergerà una prima grande considerazione sui reali valori in campo. Quello che ci interessa sapere, in particolare, è a che punto sta questa McLaren. La squadra di Woking è alla pari con la Ferrari o se la dovrà vedere con la BMW Sauber?

    In questo momento, tra i tre è Lewis Hamilton a rischiare di più. Se il pilota britannico non riuscisse a ritrovare subito le prestazioni lasciate in Australia sarebbe il primo a cadere dalla torre e il campionato prenderebbe una piega rossa decisamente da duello in famiglia.

    Il vicecampione del mondo, dopo aver saggiamente dichiarato di puntare per il prosieguo della stagione sulla regolarità dei piazzamente più che sulle vittorie, non nasconde di aver avuto sensazioni positive dagli ultimi test effettuati:“Abbiamo provato diverse novità e le impressioni sono state molto buone. Abbiamo un ottimo pacchetto e sono sicuro che sono stati fatti dei progressi rispetto alle gare precedenti?”. Basteranno? L’mpressione è che i progressi potranno aiutare a superare la BMW ma non la Ferrari. Il responso, comunque, spetterà alla pista.

    Al secondo posto tra quelli più in bilico ci mettiamo Felipe Massa. A differenza di Hamilton, il brasliano dovrà far affidamento solo sulle proprie forze per due buoni motivi. Uno: la Ferrari è la miglior macchina del momento. Due: il suo principale avversario ha il suo stesso mezzo meccanico. Nonostante le forti pressioni, il pilotino in Bahrain ha tirato fuori una gara capolavoro. Saprà ripetersi anche in Spagna? Durante la prima sessione di prove libere dove si è risparmiato molto, ha lasciato intravedere un filo di nervosismo con diversi errori di guida. Come e più di Hamilton, Massa ha già giocato i suoi jolly e da qui alla fine non può commettere permettersi altre sbavature.

    Per i motivi appena elencati, si può tranquillamente considerare Kimi Raikkonen come quello messo meglio. Il finlandese è lontano dalle critiche e può affrontare la gara con la massima serenità. Questo non gli impedisce di aspirare alla vittoria, unico modo per dare un chiaro segnale agli inseguitori:“Qui ho vinto nel 2005. E’ chiaro che vorrei ripetermi. In un certo senso è come se la stagione ricominciasse da zero perché siamo arrivati in europa ed abbiamo provato molte cose nei test. Tutti sono progrediti per cui la lotta sarà sempre più serrata”.