GP di Turchia, commenti fuori dal podio: Hamilton non fa drammi per il cedimento

Gp di turchia di f1 2007

da , il

    GP di Turchia, commenti fuori dal podio: Hamilton non fa drammi per il cedimento

    Lewis Hamilton, quinto

    “Avevamo il passo delle Ferrari, credo; quando sei indietro, perdi carico aerodinamico e penso che siamo stati al loro livello per la maggior parte della gara. Ma si’, siamo stati davvero sfortunati. Ho visto volare via parte della gomma ed e’ andata cosi’.

    E’ stato estremamente difficile guidare in quella situazione perche’ la ruota era bloccata e quella dietro era probabilmente un po’ sollevata. Quando e’ capitato qualcosa del genere agli altri si e’ rotta l’ala anteriore o la sospensione quindi sono stato cauto rientrando allo stesso tempo il piu’ velocemente possibile per evitare di perdere troppe posizioni. Quindi in quella situazione penso di aver fatto un buon lavoro visto che alla fine ho perso solo due posizioni. Abbiamo comunque preso dei buoni punti e sono ancora in testa al campionato di cinque lunghezze, quindi non e’ tutto negativo”.

    Nick Heidfeld, quarto

    “Sono molto contento di questo risultato, il team ha fatto un lavoro fantastico. La strategia di gara, la scelta delle gomme e le soste, tutto e’ andato perfettamente. Abbiamo tratto il meglio da tutto. La partenza e’ stata molto divertente. Appena si sono spente le luci non e’ andata benissimo, perche’ ero sul lato sporco, ma sono stato poi in grado di superare gli altri all’esterno. Ho frenato molto tardi alla prima curva e , ancora una volta, ero molto vicino a Fernando Alonso. Di sicuro sognavo di poterlo tenere dietro di me alla distanza, ma sapevo che avrebbe rifornito piu’ tardi di me. Dopo la sosta era davanti a me ed era anche piu’ veloce. Ho spinto per tutta la gara, e solo all’ultimo giro ho sentito meno pressione”.

    Heikki Kovalainen, sesto

    “E’stata una buona corsa per me. La partenza e’ stata emozionante, perche’ Heidfeld mi ha spinto ad andare largo alla prima curva ed ho dovuto rallentare. Sono riuscito a mantenere la mia posizione ed appena le gomme hanno iniziato a funzionare bene sono riuscito a mantenere un passo costante. Entrambi i tipi di gomme hanno funzionato bene oggi anche se negli ultimi giri mi sono sentito piu’ a mio agio con quelle morbide. la squadra ha fatto un ottimo lavoro ai box e con la strategia. Da quando abbiamo introdotto nuovi sviluppi stiamo recuperando sui top team. Ora dobbiamo concentrarci sul prossimo GP a Monza.”

    Nico Rosberg, settimo

    “Prima dell’inizio del weekend non mi aspettavo di concludere la gara in settima posizione, quindi sono molto contento, e’ stata una gara fantastica. Sono anche molto contento di aver battuto Kubica e la BMW, non mi aspettavo si fermasse ai box prima di noi e l’abbiamo battuto nettamente e correttamente. Verso la fine della gara la situazione si e’ fatta piu’ difficile, ma la vettura si e’ comportata particolarmente bene e il graining si e’ verificato per un tempo piu’ ridotto del previsto, quindi ho potuto spingere a fondo. E’ stato fantastico ottenere punti per entrambi i campionati e ora non vedo l’ora di correre a Monza, sperando di poter aggiungere altri punti al nostro bottino”.

    Robert Kubica, ottavo

    “E’ stata una gara molto difficile, semplicemente non sono stato sufficientemente veloce. Anche quando ero piu’ leggero nel primo stint non ho potuto creare un grande vantaggio. Ogni volta che sono rientrato qualcuno mi ha superato. Non ho avuto sufficiente velocita’ per tutta la gara quindi non ero in grado di superare. Suppongo che i miei problemi riguardassero un po’ tutto e ho trovato la vettura semplicemente difficile da guidare”.

    Giancarlo Fisichella, nono

    “La mia corsa si e’ compromessa alla prima curva. Jarno ha frenato improvvisamente davanti a me, non ho avuto spazio per evitarlo e cosi ci siamo toccati. Questo mi e’ costato diverse posizioni e sono veramente deluso perche’ potevo raggiungere la zona punti. Ho pensato solo a portare la macchina al traguardo, un vero peccato perche’ il passo della macchina non era male.”

    David Coulthard, decimo

    “Sono partito bene, conquistando alcune posizioni. Credo quattro. Dopodiché, ho trovato che la macchina diventava meno costante e questo non mi ha aiutato a mantenere un buon passo nel corso della gara, in particolare nelle fasi in cui avevo molta benzina a bordo. Ora, bisogna vedere cosa riusciremo a trovare per la prossima gara a Monza”

    Alex Wurz, undicesimo

    “La mia partenza e’ stata buona e mi sentivo a mio agio con il mio primo set di gomme, ero in grado di attaccare. Dopo la prima sosta, comunque, e’ stata dura perche’ molti piloti che erano su una strategia su una sosta mia hanno passato e cio’ ovviamente mi e’ costato un po’ di tempo. Il nono posto sarebbe stato possibile quindi ho spinto fino all’ultimo giro, il caldo non e’ mai un problema per me, anche se mentalmente e’ stata dura oggi. Ma la mia indole mi impone di spingere sempre! Congratulazioni a Nico che ha guidato davvero in modo fantastico”.

    Tonio Liuzzi, quindicesimo

    “Dal mio punto di vista, e’ stata -tutto considerato- una gara abbastanza buona e l’aspetto piu’ positivo e’ che l’ho portata a termine. Nella prima parte della corsa, ho avuto qualche problema con la cambiata, brutale nel salire le marce. Poi, verso la fine, ho ridotto un po’ il ritmo per risparmiare il motore. E’ stato bello vedere la bandiera a scacchi. Ho disputato una bella gara, ma purtroppo la posizione finale non e’ altrettanto soddisfacente, ma nessuno di quelli davanti a noi si e’ ritirato. Sono contento d’aver guidato senza commettere il minimo errore. All’inizio, ho dato vita a qualche bella battaglia con Fisichella, poi -piu’ tardi- anche con altri, almeno per qualche curva. Anche se si tratta di una pista selettiva e dura, mi sentivo in perfetta forma a fine gara”.

    Jarno Trulli, sedicesimo

    “Avevamo l’opportunita’ di fare meglio, ma queste sono le corse. E’ stato un peccato in quanto la vettura e’ stata in gara ben bilanciata, grazie al lavoro fatto in fabbrica. Non ho avuto giri puliti per mostrare il mio potenziale, ma il ‘feeling’ con la macchina e’ stato buono. Sfortunatamente alla prima curva Fisichella mi ha toccato ed ho perso molte posizioni. In seguito ho superato diverse vetture, ma dopo quanto accaduto al primo giro e’ stato subito chiaro che non avremmo potuto lottare per i punti. Adesso voglio cercare di dimenticare questa gara e concentrarmi per il mio appuntamento casalingo di Monza. Mi piace correre in Italia e spero di cogliervi un risultato migliore”.

    Sebastian Vettel, diciannovesimo

    “Ho fatto una buona partenza e stavo andando bene, ma quando inserivo le marce perdevo un po’ di slancio. In particolar modo nella prima parte di gara, e soprattutto in rettilineo, non ero in grado di reggere il ritmo di quelli davanti a me. Oltre a cio’, il principale problema per me e’ stato alla sosta di rifornimento, quando si e’ spento il motore. Per cui lo abbiamo dovuto riavviare ed a quel punto, mi sono ritrovato in folle invece che in prima, e ho perso qualche secondo. Complessivamente e’ stata una gara dura e bisognera’ scoprire, ora, perché non siamo stati in grado di correre al ritmo che ci aspettavamo di tenere. Adesso, sono impaziente di disputare, la prossima settimana a Monza, la mia prima vera e propria sessione di prove private. Per quanto concerne oggi, avrei preferito concludere la gara molto piu’ stanco di quanto sono, ma classificandomi molto meglio”.