GP di Turchia: Raikkonen cade sul più bello

Kimi Raikkonen compie un errore decisivo e perde il confronto con Massa all'interno della Ferrari

da , il

    GP di Turchia: Raikkonen cade sul più bello

    Proprio nel momento clou della stagione. Proprio quando ormai era stato eletto a furor di popolo l’alfiere rosso, Kimi Raikkonen compie un errorino e si fa superare da Felipe Massa.

    Alla luce di questo fatto viene provocatoria una domanda: va rimesso in discussione solo il ruolo del finlandese, o anche le sue reali capacità?

    Non stiamo facendo un processo ad un pilota che abbiamo sempre sostenuto solo perché non ha fatto la pole position. Restiamo, però, perplessi di fronte alla situazione. Ci viene, insomma, da chiederci se sia possibile che nel momento decisivo sia proprio lui a mancare il bersaglio. E non è la prima volta

    Massa ha fatto il suo restando davanti alle McLaren. Lo stesso doveva fare Raikkonen. Parliamo in questo modo perché ormai siamo sicuri che il pilota brasiliano non ce la potrà mai fare a riprendere quelli in fuga là davanti. In Turchia pare incappato in uno di quei weekend dove illude che sia un fenomeno (ne spara non più di 4/5 a stagione), ma la sua prestazione non deve ingannare. Ormai lo conosciamo.

    Quello che conosciamo un po’ meno è Raikkonen. Alla McLaren non ha mai avuto compagni tosti, a meno che non si reputi tosto Montoya. Alla Ferrari non è certo Massa il fenomeno e poco sopra abbiamo spiegato perché. Una volta, quindi, che il feeling con la F2007 era stato trovato, ci si aspettava che lui cominciasse seriamente a dimostrare di non avere rivali. Ci si aspettava che confermasse tutte le aspettative che i suoi buoni risultati avevano auspicato.

    Ora, con questo passo falso, invece, ritorna a serpeggiare il dubbio che qualcosa gli manchi.

    Per rimettere le cose a posto Raikkonen ha ancora un’intero Gran Premio davanti. Questa riflessone, perciò chiudiamola qui. E i conti, semmai, facciamoli domani.