GP d’Italia 2006: video e storia

video e storia del gran premio d'italia 2006 a monza dove schumacher annuncia il ritiro dalle corse ela ferrari l'ingaggio di kimi raikkonen

da , il

    Schumacher

    Così un anno fa…

    Appuntamento storico il Gran Premio d’Italia 2006. E’ quando Michael Schumacher vince e annuncia il ritiro e la Ferrari apre le sue porte a Kimi Raikkonen.

    Partenza caotica. Dopo il primo giro Raikkonen precede Schumacher, Kubica, Massa, Button e Alonso.

    I due davanti fanno il vuoto complice anche il tappo di Kubica e raccimolano più di 10 secondi. Il primo a fermarsi è proprio il finlandese della McLaren che ritorna in pista settimo. Il giro dopo tocca a Schumacher che riesce a sopravanzare Raikkonen.

    Kubica si ritrova primo dopo sole 3 corse e resta leader fino al 22° passaggio quando è il suo turno per fermarsi. Massa e Alonso erano già rientrati al 18° giro mentre proseguono senza soste Fisichella, Barrichello e Trulli che guadagnano molte posizioni.

    Dopo aver esaurito tutti i pit-stop, anche il secondo per quelli con due soste, nella seconda parte di gara la situazione vede Schumacher davanti tranquillo, Raikkonen dietro con molto vantaggio su Kubica che resta terzo a sorpresa. Alonso sopravanza Massa che è costretto a fermarsi prima dello spagnolo ai box.

    Il colpo di scena della giornata arriva a 10 giri dalla fine quando il motore Renault dello spagnolo esplode in fondo al rettilineo ed è fuori. Massa scivola sull’olio e causa bloccaggio estremo rovina la anteriore destra ed è costretto a rientrare ai box uscendo dalla zona punti.

    Questo episodio taglia la testa al toro con le polemiche del pre-gara. Il campione del mondo, infatti, era stato retrocesso in griglia (ingiustamente?) per aver ostacolato Felipe Massa in qualifica.

    Finisce così: con Schumacher sul gradino più alto, con Raikkonen al suo fianco e con Kubica sin troppo contenuto con le esultanze per un terzo posto letteralmente storico (il secondo per la BMW, il primo per un pilota polacco).

    Sul podio Jean Todt abbraccia il passato ed il futuro tra Kimi e Schumi. Lo champagne scorre a fiumi e il popolo rosso esulta… ma il tutto ha un sapore più amaro che dolce. Finisce un’era.

    Gran Premio di Italia 2006 – Ordine d’arrivo:

    1 M. Schumacher Ferrari

    2 K. Räikkönen McLaren + 8.000

    3 R. Kubica BMW + 26.400

    4 G. Fisichella Renault + 32.000

    5 J. Button Honda + 32.600

    6 R. Barrichello Honda + 42.400

    7 J. Trulli Toyota + 44.600

    8 N. Heidfeld BMW + 45.300

    9 F. Massa Ferrari + 45.900

    10 M. Webber Williams + 1:12.600

    11 C. Klien Red Bull + 1 giri

    12 D. Coulthard Red Bull + 1 giri

    13 S. Speed Scuderia Toro Rosso + 1 giri

    14 V. Liuzzi Scuderia Toro Rosso + 1 giri

    15 R. Schumacher Toyota + 1 giri

    16 T. Sato Super Aguri + 2 giri

    17 C. Albers Midland F1 + 2 giri

    Ritirati

    18 T. Monteiro Midland F1 + 9 giri

    19 F. Alonso Renault + 10 giri

    20 P. de la Rosa McLaren + 33 giri

    21 S. Yamamoto Super Aguri + 35 giri

    22 P. de la Rosa McLaren + 44 giri