GP d’Ungheria, voci fuori dal podio. Alonso:”ho fatto il massimo”. Massa:”una gara orribile”

GP d'Ungheria, voci fuori dal podio: Alonso, Massa, Kubica e tutti gli altri piloti

da , il

    GP d'Ungheria, voci fuori dal podio: Alonso

    E’ fuori dal podio Fernando Alonso. Il pilota spagnolo però si consola con la consapevolezza di aver fatto il massimo vista la situazione nella quale si è finito per trovare. Discorso diverso per Felipe Massa che, giustamente, non usa mezzi termini nel definire la corsa disastrosa.

    Fernando Alonso, quarto

    “Sono piuttosto contento della gara di oggi, che e’ stata difficile. Il massimo che potevamo ottenere dalla sesta posizione in griglia era un arrivo a podio, soprattutto su un circuito comparabile a Monaco in termini di opportunita’ di sorpasso. Non e’ andata cosi’ ma il quarto posto e’ meglio del quinto e nella fase finale della gara non ho spinto troppo per preservare il mio motore per il GP Turchia. Senza la penalita’ dopo le qualifiche di ieri, la vittoria sarebbe stata possibile oggi, come si puo’ vedere dai miei giri a pista libera. Ora ho sette punti di ritardo da Lewis. La lotta per il campionato e’ ancora aperta e faro’ del mio meglio per chiudere il distacco”.

    Robert Kubica, quinto

    “Sono contento del passo. Oggi la vettura ha funzionato bene e la mia gara e’ stata piuttosto buona. Sono dovuto partire con gomme usate, inoltre i primi giri sono stati molto difficili per me. Comunque, dopo la prima sosta il passo e’ stato davvero buono e ho ridoto il gap da Nick a tre secondi. Senza i problemi di ieri avrei potuto fare molto meglio. Nick ha fatto un buon risultato, cio’ e’ positivo per il team”.

    Ralf Schumacher, sesto

    “Davvero una gran corsa. Ho fatto un inizio deciso e sono stato in lotta per il quarto posto nelle primissime curve. La vettura era davvero buona, all’inizio un po nervosa, ma poi abbiamo fatto alcune registrazioni all’ala anteriore ed e’ andata a posto. Dopo i primi pit stop si sono viste strategie diverse da parte di alcune squadre. Noi siamo rimasti sulle due e credo che sia stata presa la giusta decisione. E’ stato un peccato che abbiamo perso un po di tempo dietro Heidfeld piu’ avanti nella corsa, ma tre punti sono buoni per la squadra. Ne avevamo bisogno ed ora sembriamo in forma per affrontare il resto della stagione. È il mio risultato migliore finora e quindi sono felice”.

    Nico Rosberg, settimo

    “Alla fine, devo essere contento di questo risultato, anche se speravo in qualcosa di meglio del settimo posto. E’ andata cosi’ e non c’e’ molto altro che avremmo potuto fare. Non e’ stata una gara facile. L’Ungheria e’ una delle piste piu’ dure in calendario dal punto di vista fisico, questo e’ il perche’ lavoro cosi’ duramente negli allenamenti e non ho avuto problemi. La nostra strategia era buona, non ho avuto traffico, e cio’ mi ha permesso di avere il mio passo, ma oggi siamo mancati”.

    Heikki Kovalainen, ottavo

    “E’stata una corsa difficile perche’ partivo dalla 11ma posizione in griglia. Non mi sono mai arreso ed ho spinto fino alla fine per un posto nella zona punti. Ho fatto una buona partenza ed ho cercato di essere costante il piu’ possibile senza fare errori. Non potevo fare di meglio oggi. Ora dobbiamo concentrarci per il GP di Turchia tra 3 settimane.”

    Mark Webber, nono

    “A proposito della strategia, ritenevamo che se avessimo potuto aver pista libera tra il 20° ed il 30° giro, avremmo dovuto passare ad una strategia a tre soste. Ma non e’ stato abbastanza per conquistare un punto oggi. Il bilanciamento della macchina e’ migliorato coll’andar avanti della gara, tant’e’ che il mio ritmo era leggermente piu’ veloce nei due ultimi settori di gara, ma non credo che ci fosse molto di piu’ da fare per noi. Sono soddisfatto per come ho guidato. Abbiamo dato il massimo. E’ una buona cosa per tutti, adesso, avere una pausa e ricompattare le forze per finire le ultime sei gare della stagione competitivi come possiamo esserlo”.

    Jarno Trulli, decimo.

    “E’ stata una corsa deludente perché eravamo competitivi. Ancora una volta la mia partenza non e’ stata buona, con conseguenze su tutto il resto della gara. Perdendo posizioni subito, su una pista come questa non e’ facile recuperare. Ci abbiamo provato con le strategie e quando ho avuto pista libera il mio ritmo e’ migliorato e quindi siamo avanzati un po’. L’ultimo ‘stint’ e’ stato difficile per via delle gomme ultramorbide, ma a quel punto non c’era molto da fare”.

    David Coulthard, undicesimo

    “C’era molto poca costanza di rendimento tra i vari treni di gomme, per cui e’ difficile giudicare le nostre prestazioni. A parte questo, non c’e’ molto da dire su questa gara”.

    Giancarlo Fisichella, dodicesimo

    “La mia corsa e’ stata decisa piu’ o meno dalla penalizzazione di ieri che ancora credo di non meritare. Ho fatto una buona partenza ma era difficile impostare un buon ritmo perche’ sono stato imbottigliato nel traffico. Quando ho avuto la possibilita’ di pista libera ho fatto buoni tempi. Dopo il mio secondo pit stop io e Davidson ci siamo toccati e la mia macchina si e’ danneggiata ed e’ diventata difficile da guidare. Sono deluso del risultato di oggi, non buono per la squadra. Non riflette il nostro livello di prestazioni ed abbiamo il potenziale per fare meglio. Eventualmente saremo piu’ fortunati ad Istanbul.”

    Felipe Massa, tredicesimo

    “E’ stata una gara orribile, non riesco a trovare una definizione migliore. In partenza sono riuscito a superare delle vetture ma all’uscita della curva 1 avevo riperso le posizioni. Poi, nella curva successiva, ho cercato di superare Wurz ma sono finito largo e mi ha passato anche Sato. Li’ le mie speranze sono svanite. Avevo una vettura molto pesante e perdevo carico ogniqualvolta provavo ad avvicinarmi. E’ stato un fine settimana da dimenticare ma io non ho perso la fiducia. Sappiamo di avere una buona macchina e dobbiamo tornare subito a vincere, gia’ dalla Turchia: non dobbiamo mollare.”

    Alex Wurz, quattordicesimo

    “Sfortunatamente, per la prima volta in questa stagione, ho perso una posizione in partenza e sono rimasto dietro Davidson perdendo molto tempo. Dopo, stavo segnando buoni tempi, considerando la mia strategia. Ho passato la gara lottando per la posizione con Fisichella e Massa; stavamo battagliando ma siamo arrivati al doppiaggio di Sutil. Ha lasciato passare gli altri due ma mi ha spinto sull’erba. Non penso che Adrian abbia realizzato che ero li’ ma ho perso la posizione a favore di Massa”.

    Takuma Sato, quindicesimo

    “E’stata una partenza emozionante e sono riuscito a partire bene. Nelle prime curve ero accanto ad alcune macchine ed ho recuperato delle posizioni. Ho lottato contro la scarsa aderenza dovuta al carico di benzina fino a meta’ gara. Nel terzo stint con le gomme morbide la macchina ha avuto un buon bilanciamento e molta piu’ aderenza, cosi mi sono anche divertito. I tempi sul giro sono stati competitivi ed e’ un vero peccato non poter lottare con qualcuno nell’ultimo stint. E’stata una giornata dura ma e’ stata una buona corsa.”

    Sebastian Vettel, sedicesimo

    “E’ sembrata una gara lunghissima, ma la cosa piu’ importante e’ che sono riuscito a portarla a termine. Non e’ stato facile, visto che durante la corsa la macchina cambia molto e bisogna adattarsi ad essa, cosa non semplice quando non si ha la necessaria conoscenza della vettura. La squadra ha effettuato un ottimo lavoro, aiutandomi quando ha potuto. Sono partito abbastanza bene. E’ stato abbastanza appassionante e, alla resa dei conti, si e’ trattato di un buon fine settimana, soprattutto tenendo conto che ho guidato per la prima volta questa macchina soltanto venerdi’”.