GP Europa F1 2010: vince Vettel! Bufera di polemiche contro la direzione gara

Formula 1: Sebastian Vettel vince il Gran Premio d'Europa di Formula 1

da , il

    GP Europa F1 2010: vince Vettel!

    Va a Sebastian Vettel il Gran Premio d’Europa di F1 2010. Il pilota della Red Bull è nettamente il più veloce in pista ma vede la propria missione facilitata dall’ingresso della safety car dopo il pauroso incidente del compagno di squadra Mark Webber. La vettura di sicurezza, entrata al momento sbagliato, crea scompiglio in gruppo e fa sprofondare Fernando Alonso e la Ferrari ai margini della zona punti e fa beccare a Lewis Hamilton una penalità che comunque non gli impedisce di salire su un podio molto fischiato. Anche stavolta la Federazione commette un gran pasticcio!

    PARTENZA. Vettel scatta dalla pole position seguito da Webber, Hamilton, Alonso, Massa, Kubica e Button. Allo spegnersi dei semafori Hamilton ha un buono spunto, supera Webber e impensierisce Vettel, i due si toccano e il pilota McLaren si trova con l’ala anteriore danneggiata ma prosegue senza grossi problemi. L’australiano della Red Bull perde altre posizioni e sprofonda in nona. Dopo il primo giro la classifica vede Vettel seguito da Hamilton, Alonso, Massa, Kubica e Button.

    GIRO 08. Pit stop per Webber. L’australiano prova una strategia alternativa per recuperare posizioni.

    GIRO 09. Incidente per Webber. Tampona Kovalainen e prende il volo ma esce illeso dalla sua Red Bull. Entra la safety car e la gara si rivoluziona con tutti i piloti che si fiondano in pit lane. Clamoroso errore della direzione gara che fa entrare la macchina di sicurezza dopo il primo classificato! Ne approfitta Vettel che conserva il primato mentre Alonso e Massa precipitano nelle retrovie. Hamilton finisce sotto investigazione per aver superato la SC.

    GIRO 14. Alla ripartenza la nuova classifica vede Vettel davanti a Hamilton, Kobayashi, Button, Barrichello, Kubica, Buemi, Sutil, Hulkenberg e Alonso per quanto riguarda la top ten ma sorge il dubbio che più di un pilota abbia sbagliato qualcosa…

    GIRO 15. Alonso supera Hulkenberg.

    GIRO 25. Arriva la penalità per Hamilton che deve effettuare un drive through. La cosa che crea problema è la tempistica della scelta: l’inglese, infatti, pur essendo stato considerato colpevole, è riuscito nel frattempo ad accumulare un vantaggio tale da conservare la posizione. A conti fatti, sarebbe convenuto anche ad Alonso e Massa non accodarsi alla safety car ed andare incontro alla penalità. La situazione è piuttosto imbarazzante ma non ci sembra il caso di parlare di favoritismi nei confronti della McLaren. Questo è solo l’ennesimo pasticcio della Federazione.

    GIRO 39. Sutil supera Buemi ed è settimo.

    GIRO 44. La Federazione ha capito che l’ha combinata grossa e fa sapere che 9 piloti (tra cui Button, Barrichello, Kubica, Sutil e Buemi che precedono un infuriato Alonso) sono sotto investigazione per quel che concerne quanto accaduto con la safety car. Lo spagnolo capisce che può di nuovo sperare di salire sul podio ma dovrà attendere fine corsa.

    GIRO 50. Hulkenberg si ritira quando era decimo. De La Rosa entra in zona punti.

    GIRO 53. Pit stop per Kobayashi che era stato l’unico a non fermarsi ancora per cambiare le gomme. Il giapponese della Sauber, a lungo terzo, rientra in nona posizione.

    GIRO 56. Kobayashi con gomme morbide e fresche riesce a superare Fernando Alons e Sebastian Buemi.

    GIRO 57. Il primo a passare sotto la bandiera a scacchi è Sebastian Vettel davanti a Lewis Hamilton. Terzo è Jenson Button che guida un gruppetto formato da Barrichello, Kubica, Sutil, Kobayashi, Buemi, Alonso e De La Rosa. Rosberg è 12°, Massa 14° Schumacher 16°. Adesso si deve attendere la decisione dei commissari per sapere quale sarà l’ordine di arrivo definitivo.

    GP Europa F1 2010: ordine di arrivo definitivo

    1. Vettel Red Bull-Renault

    2. Hamilton McLaren-Mercedes

    3. Button McLaren-Mercedes

    4. Barrichello Williams-Cosworth

    5. Kubica Renault

    6. Sutil Force India-Mercedes

    7. Kobayashi Sauber-Ferrari

    8. Alonso Ferrari

    9. Buemi Toro Rosso-Ferrari

    10. Rosberg Mercedes

    11. Massa Ferrari

    12. De la Rosa Sauber-Ferrari

    13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari

    14. Petrov Renault

    15. Schumacher Mercedes

    16. Liuzzi Force India-Mercedes

    17. Di Grassi Virgin-Cosworth

    18. Chandhok HRT-Cosworth

    19. Glock Virgin-Cosworth

    20. Senna HRT-Cosworth

    21. Trulli Lotus-Cosworth

    Foto: motorsport.com