GP Europa F1 2016 a Baku, anteprima: il sorpasso [VIDEO]

Hamilton ha la chance di prendersi il comando del mondiale e fare tris di vittorie. Attesa una risposta da Rosberg

da , il

    GP Europa F1 2016 a Baku, anteprima: il sorpasso [VIDEO]

    L’ultima volta è stata Valencia, la rimonta epica di Alonso nel 2012: da 11mo a primo. Altro cittadino, altre latitudini, sempre Gran Premio d’Europa aspetta la Formula 1 domenica prossima. A Baku si scoprirà una pista tutta nuova, ricca di incognite, a partire dall’equilibrio da ricercare tra la velocità massima sul rettilineo, un complesso da 2,2 km nel finale di giro, e il misto tortuoso della Città vecchia, in salita, l’iconica curva 8, larga 7 metri. Lo scenario sarà di prim’ordine, difficile dubitarne. Quanto allo spettacolo, un ruolo importante lo avranno le gomme, selezionate tra medie, morbide e supermorbide, con chiara preferenza delle ultime due tipologie. Storicamente, su piste nuove e asfalti molto lisci e poco abrasivi, al debutto si è assistito a un’unica fermata ai box, vedremo se Baku confermerà quanto visto a Sochi, ad esempio. Per seguire la gara e LIVE in diretta web su Derapate.it del GP Europa F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    I riscontri che le scuderie e la Pirelli avranno nella giornata di venerdì saranno cruciali per definire le prospettive in ottica gara. Il meteo, almeno quello, non dovrebbe rappresentare un’incognita, visto il bel tempo e il caldo attesi nel week end, con temperature intorno ai 30° C.

    Questo è il “contorno”, ad accompagnare la portata principale, quella sportiva. Si arriva a Baku dopo un Gran Premio del Canada che ha visto ruggire di nuovo Hamilton, vincitore con merito di una gara che ha segnato il ritorno a una chiara competitività della Ferrari, perlomeno quella di Vettel. Legandoci nuovamente al tema delle temperature, capiremo se le criticità di funzionamento della SF16-H alle variazioni di temperatura siano ormai un brutto ricordo o se dovranno nuovamente fare i conti con una macchina che manda le gomme al di fuori della finestra d’esercizio ottimale.

    curva 8 gp europa baku

    Vettel si è avvicinato nella classifica iridata a Rosberg, solo quinto a Montreal. E proprio Nico deve dare un segnale chiaro, per rilanciare la propria candidatura iridata. Hamilton può sorpassarlo e diventare leader del campionato, domenica sera: una rimonta maturata con tre vittorie di fila, dovesse imporsi anche in Azerbaijan. Al tempo stesso, finito il “traino” di Hamilton, che poteva far comodo alla Ferrari per accorciare il divario nel mondiale da Rosberg, le Rosse devono iniziare a star davanti a tutti. Non solo per qualche giro, ma una gara intera.

    GP Europa, gli orari del week end

    Sarebbe lo scenario più bello e appassionante per affrontare un mese di luglio più che mai denso di appuntamenti: quattro gare in cinque week end. Non dimentichiamo la Red Bull. Verstappen e Ricciardo potranno far bene soprattutto a Silverstone e in Ungheria, mentre Baku e l’Austria appaiono come fasi transitorie, nelle quali limitare i danni causa le caratteristiche dei tracciati, premianti sulla power unit, che pure ha dimostrato di non essere troppo penalizzante rispetto a Mercedes e Ferrari a Montreal.

    L’Azerbaijan accoglierà la Formula 1 da giovedì con questi temi sul tavolo e la curiosità di scoprire se Lewis Hamilton tornerà padrone del mondiale, come da due anni a questa parte, o se restano chance di una parvenza di lotta all’orizzonte.