GP Europa F1 2016 a Baku, Mercedes: stesso problema per Rosberg e Hamilton

GP Europa F1 2016 a Baku, Mercedes: stesso problema per Rosberg e Hamilton

Nico ha saputo gestire meglio la fase critica di corsa, Lewis polemico

da in Circuito Baku F1, Formula 1 2017, GP Europa F1, Interviste Piloti F1, Lewis Hamilton, Mercedes F1, Nico Rosberg
Ultimo aggiornamento:
    GP Europa F1 2016 a Baku, Mercedes: stesso problema per Rosberg e Hamilton

    Chi ha studiato di più? Nel Gran Premio d’Europa a Baku entrambe le Mercedes soffrono un problema tecnico, ma gli effetti sulla gara di Rosberg e Hamilton sono profondamente diversi. Nico rapido a effettuare la giusta sequenza per ripristinare la potenza della parte elettrica, Hamilton in difficoltà, cerca supporto dal muretto, che però non può assisterlo, per regolamento. Critiche che piovono sulla norma da parte di Lewis e di Niki Lauda, ma la gara del pilota inglese non ha mai preso la piega attesa: altro che rimonta, con enorme difficoltà risale solo al quinto posto. «Abbiamo avuto lo stesso problema su entrambe le macchine, si è trattato di un problema di setup elettronico, si doveva intervenire sui manettini. Nico l’ha fatto presto, Lewis non so se non si ricordava e non l’ha fatto, è molto complicato.
    La velocità era buona oggi, manca ancora l’affidabilità, mi mancano le gare in cui partivamo e finivamo senza stress. Nico respira in campionato, ma le due Ferrari oggi, il secondo posto di Vettel oggi è importante»
    , spiega Toto Wolff.

    La misura della supremazia di Rosberg si è pesata su appena 20 giri, non serviva spingere a fondo ancor prima di metà gara. «Un week end fantastico, devo ringraziare voi tutti, qui a Baku, per il benvenuto, avete creato una pista bellissima. Sono molto contento, tutto è andato secondo i piani.
    Mi godo la vittoria al momento, volevo vincere e ora festeggiare con la squadra. In gara ho provato sensazioni speciali, sentivo di poter fare quel che volevo, sono molto contento ed è un risultato straordinario»
    , dice il tedesco.

    Quanto ai problemi avuti, non scende nei particolari, ma sottolinea come lo abbia risolto senza grandi difficoltà, diversamente da Hamilton: «Credo di aver avuto lo stesso problema di Lewis, anche se non sono sicuro, si è trattato solo di risolverlo con la giusta sequenza di azioni sul volante. Il problema è che non possono dirlo esattamente, ho guardato il volante, fatto due o tre conti, ho pensato che fosse questo e ha funzionato».

    Leggi anche | GP Europa, Rosberg domina incontrastato| Ferrari, Vettel limita i danni

    La gara di Lewis si è infranta sin dal via contro il muro delle Williams, poi con l’affidabilità, ma in generale non ha dato l’impressione di valere il passo di Rosberg sui 51 giri: «Non avevo potenza sin dalla partenza, ho faticato per tutta la gara, non sapevo cosa fosse successo. Avevo tutti gli interruttori nella posizione corretta, dev’esserci stato qualche problema prima. Il team credo conoscesse il problema, era tecnico, ma viste le restrizioni introdotte sui team radio, per evitare gli aiuti ai piloti, ha reso lo spettacolo meno entusiasmante. Non si trattava di un aiuto, ma di problemi tecnici. La cosa migliore è non avere più problemi al motore, ma credo sarà difficile».
    Nota polemica nel finale, nei confronti della Federazione, invocando un problema tecnico e non una comunicazione di aiuto alla guida, e della squadra, che non riesce a fornire la stessa arma totale avuta da due anni.
    «Io non ho modificato nulla, comunque lo scopriremo. Ho dovuto lottare con meno potenza rispetto agli altri. Tutto è un po’ ridicolo a volte in Formula 1, avevo 150 posizioni diverse dei manettini e dovevo trovare quello giusto, ma non sapevo quale fosse il problema, lo sapeva la squadra, non io».

    653

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Baku F1Formula 1 2017GP Europa F1Interviste Piloti F1Lewis HamiltonMercedes F1Nico Rosberg
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI