GP Europa F1 2016, Baku circuito pericoloso: piloti insorgono! Tilke rassicura

Formula 1: il circuito di Baku dove si corre il Gran Premio d'Europa 2016 è troppo pericoloso! I piloti lanciano l'allarme per l'assenza di vie di fuga. Ma Hermann Tilke prova a rassicurarli mentre la FIA latita

da , il

    Ora che i piloti hanno iniziato ad “assaggiare” il circuito di Baku, teatro del Gran Premio d’Europa 2016 di Formula 1, iniziano i mugugni. La pista non solo è unica nel suo genere in quanto alterna tratti velocissimi e con carreggiata larghissima a tratti strettissimi e tortuosi. La pista è anche molto pericolosa poiché mancano alcune fondamentali vie di fuga. Il primo a lanciare l’allarme è stato Jenson Button, seguito a ruota da Nico Rosberg ed altri. Più serafici ma non indifferenti anche Fernando Alonso e Sebastian Vettel. L’architetto del Circus, Hermann Tilke, però, sta provando a rassicurare tutti. Per seguire la gara e LIVE in diretta web su Derapate.it del GP Europa F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Circuito Baku F1 pericoloso: mancano le vie di fuga

    “Qui a Baku mi sembra ci sia stato un passo indietro in termini di sicurezza - ha dichiarato Jenson Button ai giornalisti incontrati in Azerbaijan forse sarebbe stato meglio percorrere la pista in senso contrario. Mi dispiace dire così dato che molto parti del tracciato sono davvero buone. Mi piace il layout e trovo ci siano sfide interessanti. Ora vorrei anche capire come mai Charlie Whiting non mi ha parlato prima di alcune questioni. Probabilmente perché non c’era modo di fare nulla. Tuttavia, si lavora tanto per la sicurezza ma poi troviamo che nelle curve 3, 7, e 14 non ci sono vie di fuga“. Il pilota britannico, infine, ha sintetizzato il problema così:“A Monaco le velocità sono molto più basse. Qui il problema è che ci sono i palazzi e quelli non possono certo essere spostati. Andrà tutto bene solo se qualcuno non avrà cedimenti meccanici”. Dello stesso avviso Nico Rosberg:“Ci sono dei punti tutt’altro che fantastici. In particolare la curva 14 ci mette di fronte ad un muro. Non mi piace neppure l’ingresso in pit lane. Ho fiducia nei calcoli della FIA ma dubito siano stati rigorosi qui come altrove”.

    Baku: Alonso e Vettel fatalisti, Tilke difende il circuito

    Mentre, alla spicciolata, i vari piloti di F1 si allineano ai commenti di Button e Rosberg, Sebastian Vettel la prende stavolta più alla leggere:“Non sarà una gara facile ma è questo il nostro lavoro”. Anche Fernando Alonso taglia corto:“Ci sono curve che faranno discutere. Spero che, come a Singapore, si riesca col tempo a migliorare la situazione. Sono sicuro che la FIA ha svolto con cura il proprio lavoro e poi non penso che la situazione possa essere peggiore di quella di Monaco”. In difesa del circuito di Baku, infine, si schiera anche Hermann Tilke:“E’ vero che ci sono curve veloci ma hanno traiettorie regolari e muretti morbidi. E’ la stessa tecnologia usata nelle piste ovali americane. La FIA ha lavorato duramente per mettere la pista in sicurezza con il suo delegato tecnico”, ha concluso l’architetto responsabile del progetto.