GP Germania F1 2012: Alonso e la Ferrari rattristano i rivali

Formula 1: Fernando Alonso e la Ferrari vincono in Germania

da , il

    Fernando Alonso, germania f1 2012

    Il Gran Premio di Germania di F1 2012 vede sul gradino più alto del podio un pilota spagnolo al volante di una macchina italiana. Fernando Alonso e Ferrari binomio perfetto. Ci ha preso gusto ad alzare il ditino. I tedeschi e gli inglesi, impersonati dalle facce tutt’altro che rilassate di Sebastian Vettel e Jenson Button sono battuti. I rivali della scuderia italiana sono preoccupati non solo per aver perso il successo di tappa. Al giro di boa della stagione 2012 di Formula 1, Alonso e la Rossa sono diventati incredibilmente i grandi ed assoluti favoriti per la conquista del titolo mondiale. Gli altri arrancano o mancano del tutto all’appello. Hamilton si ritira. Webber è solo ottavo. Vettel non è più una macchina perfetta.

    Fernando Alonso: “Forse non eravamo i più veloci”

    “Sono partito in pole e questo è stato un fattore chiave. Non eravamo forse i più veloci ma abbiamo mantenuto la posizione perché era difficile superare qui ad Hockenheim. Sono contento del campionato visto anche il ritiro di Hamilton ed al fatto che Webber è stato solo ottavo - ha dichiarato Fernando AlonsoE’ andato tutto alla perfezione. Sorpassare è diventato difficile oggi qui e anche se loro erano un pelino più veloci di noi non sono riusciti a passarci davanti”, ha ribadito lo spagnolo. Uno dei momenti più intensi della gara del pilota Ferrari è stato quello in cui Hamilton doppiato si è intrufolato tra lui e Vettel:“La presenza di Hamilton mi ha aiutato perché era davanti a Vettel e mi dava un po’ di margine di sicurezza. L’ho tenuto dietro per questo ma non volevo per nessun motivo rischiare nel duellare con un doppiato. Sarebbe stato facile e stupido rovinare tutto”. I progressi della Ferrari F2012 sono evidenti per tutti. La prima vittoria fu propiziata dalla pioggia. La seconda ha visto la safety car protagonista tanto quanto il ritiro di Vettel. Stavolta il successo è limpido:“Se pensiamo che a Jerez lo scorso febbraio non capivamo nulla del funzionamento della macchina mentre ora siamo al primo posto nel mondiale avendo vinto tre gare è una situazione incredibile che denota quanto grande lavoro sia stato fatto dai nostri uomini in fabbrica. Adesso andiamo verso Budapest con ottimismo. In questo luglio abbiamo tre GP, nei primi due abbiamo conquistato un secondo ed un primo posto. Ci manca fare bene nella terza gara per chiudere l’opera”, ha concluso Alonso.

    Ferrari, Stella: “Nostro degrado gomme migliore dei rivali”

    Andrea Stella racconta la gara per come è stata vissuta dal muretto box:“Dopo che abbiamo cambiato da soft a medie, in occasione del primo pit stop, inizialmente vedevamo che Button e Vettel erano più veloci di noi ed eravamo preoccupati del nostro ritmo - ha ammesso l’ingegnere di pista di Fernando AlonsoPoi la macchina ha iniziato ad andare un po’ meglio ed abbiamo visto che il nostro degrado era migliore di quello dei nostri rivali. Temevamo molto Button perché aveva dimostrato sin dal venerdì un ottimo passo. Ad essere onesti, non eravamo sicuri della tenuta delle gomme ma poi alla fine siamo stati noi quelli che hanno avuto meno problemi”. Ancora una volta Stella minimizza la comunicazione via radio in italiano tra lui e Fernando:“I nostri dialoghi cominciano ad essere trasmessi in mondovisione ma ci sono sempre stati tra noi. Ora sono in molti ad ascoltarli per cui credo che dovremmo trovare qualche altro sistema per parlare in codice…”, ha scherzato. Mica tanto.