GP Germania F1 2012: Raikkonen sale sul podio, McLaren su Vettel: “Penalità giusta”

Formula 1: dopo la penalità di Vettel per il sorpasso su Button, Raikkonen sale sul podio del GP di Germania 2012 mentre Hamilton si rammarica per la sfortunata foratura

da , il

    GP Germania F1 2012: Raikkonen sale sul podio dopo la penalità di Vettel

    La penalità inflitta a Sebastian Vettel per il sorpasso irregolare su Jenson Button a due giri dalla conclusione del Gran Premio di Germania di F1 2012 è una buona notizia per il pilota McLaren che sale al secondo posto ma anche per Kimi Raikkonen che, pur se in modo solo virtuale, si ritrova nuovamente sul podio. “E’ bello il podio ma avrei preferito ottenerlo in pista – ha dichiarato il pilota Lotus – penso comunque di aver fatto il massimo vista la posizione di partenza (decima, ndr). Speravamo di avere un passo gara migliore ma siamo comunque riusciti a portare a casa un buon risultato per la classifica e per la squadra”. Il finlandese, piazzamento dopo piazzamento, è salito al quarto posto in classifica con 98 punti, 56 in meno del leader Fernando Alonso.

    Jenson Button: “Penalità giusta”

    Jenson Button torna sulla decisione dei commissari di gara di penalizzare Vettel:“Era una questione molto semplice: le regole dicono che non si può andare fuori pista per ottenere un vantaggio – ha ricordato il pilota McLaren - Avesse fatto diversamente, non avrebbe potuto passarmi più perché eravamo al penultimo giro. Sono soddisfatto di come mi sono difeso visto che le mie gomme posteriori erano danneggiate”. Button ha di che festeggiare. Questo podio sancisce la fine della sua crisi di risultati ed è impreziosito da un record ottenuto al pit stop:“Il mio miglior cambio gomme è stato fatto in 2”31, Mi dicono sia il più veloce della storia”. Complimenti alla scuderia di Woking che, dopo le figuracce di inizio stagione che sono costate posizioni e punti importanti soprattutto a Lewis Hamilton, ha risposto con i fatti!

    Lewis Hamilton: “Sfortunata foratura”

    Lewis Hamilton è stato il protagonista mancato del Gran Premio di Germania. Non se lo meritava. Tant’è che ha cercato di farsi notare andando a mettere la sua McLaren nel mezzo tra Vettel ed Alonso che lottavano per la vittoria pur essendo doppiato… In realtà, la sua è stata una grande sfortuna. Ha rimediato una foratura passando sui detriti dell’incidente al primo giro:“Non potevo evitarli, erano su tutta la pista - ha spiegato – cosa c’è di più frustrante?” Da quel momento in poi la macchina non era più la stessa:“Ho avuto bisogno di un po’ di tempo per adattarmi con lo stile di guida ai cambiamenti. la vettura aveva un buon passo ma con il danno subito nella parte posteriore non avrei potuto arrivare molto lontano”. Quanto all’intrusione davanti a Sebastian Vettel, molto criticata dal pilota tedesco, Hamilton la vede così:“Il mio passo era buono in quel momento ed ho deciso di divertirmi un po’ in pista. Per me è stato importante il dimostrare che la nostra McLaren è migliorata e ora può giocarsela alla pari con gli altri. Speriamo di poter confermare il nostro potenziale tra una settimana in Ungheria”.