Gp Germania F1 2012: Vettel sopreso dalla McLaren. Alonso: “La Ferrari è ok”

da , il

    F1 Germania 2012   Il venerdi  pre gara

    AP/LaPresse

    Due turni di prove libere indecifrabili. Al mattino a Hockenheim si è lavorato per valutare le nuove componenti aerodinamiche proposte da numerosi team, con la McLaren e la Lotus sugli scudi. Al pomeriggio, la pioggia ha disturbato pesantemente la preparazione della gara di domenica, per un Gran Premio di Germania che si attende sull’asciutto.

    Più incerte, invece, le previsioni meteo per la qualifica di domani. Analizzando il pacchetto di aggiornamenti proposto dalla McLaren, non sono solo le pance ad aver subito modifiche.

    Certo, la nuova conformazione al posteriore rappresenta il cambiamento più evidente. Ma anche l’alettone posteriore è stato rivisto. Le pance seguono quasi lo schema Ferrari, con i famosi “Acer-Ducts”, dal nome dello sponsor presente sulle protuberanze davanti alle ruote posteriori, che ospitano gli scarichi e gli sfoghi d’aria calda. La McLaren ha proposto una soluzione simile, che va anche a riprendere il layout anticipato alla presentazione, seppur con una diversa impostazione degli scarichi, che adesso sembrano soffiare dentro una “ciminiera” che indirizza i flussi verso la ruota.

    Nella parte iniziale delle pance, ai lati del cockpit, è apparsa invece una terza aletta verticale.

    McLaren, Hamilton frena gli entusiasmi

    Quanto hanno influito questi cambiamenti nel comportamento della monoposto? Button dice che si tratta del più grande pacchetto di aggiornamenti avuto finora. «Nelle ultime gare abbiamo avuto difficoltà entrambi (lui e Hamilton; ndr) in termini di velocità. Non temo la gara. Fortunatamente con le nuove componenti e delle nuove idee che abbiamo in mente dovremmo raggiungere un miglior livello di degrado delle gomme».

    Hamilton non si sbilancia sull’efficacia, e dichiara: «Abbiamo fatto appena un paio di giri sull’asciutto e non abbiamo un raffronto diretto [con le vecchie soluzioni]. La macchina è sembrata buona per l’intera giornata, i ragazzi hanno svolto un buon lavoro».Sul meteo che domani potrebbe riservare ancora una giornata di pioggia, mescolando le carte in tavola, Hamilton dice: «Non sapremo dove si trovano [gli avversari] fino a domani: se sarà bagnato potremmo non capirlo fino alla gara. In assoluto però si tratta di un salto in avanti, quanto grande non posso davvero dirlo».

    Vettel: McLaren competitiva, ma…

    Non si fa intimorire Sebastian Vettel dalla momentanea ritrovata competitività McLaren al mattino delle libere a Hockenheim. «Sembravano molto competitivi stamane, non c’è dubbio: non possiamo tenere quel passo ma noi non eravamo del tutto a posto al mattino. E’ venerdì ed è difficile tracciare conclusioni, anche a Silverstone sembravano molto competitivi al venerdì e poi il non è stato altrettanto per il rest del week end».

    Red Bull che ha preso una “pausa” nelle evoluzioni continue della monoposto. Il team di Milton Keynes ha sfornato novità in serie, così ci sta che in Germania siano gli altri a presentarsi con aggiornamenti più importanti.

    «Non avevamo grandi novità, avremmo preferito avere condizioni di asciutto per capire come lavora la macchina, come la sentiamo. Forse avremo più tempo domani, non sono certo di cosa ci riserverà il meteo».

    Novità sull’ala anteriore e deflettori in Ferrari

    Le novità sulla F2012 hanno visto la riproposizione dell’alettone anteriore già testato a Valencia, con le paratie laterali che ospitano quattro feritoie per un soffiaggio verso l’interno delle ruote anteriori che ne diminuisca il disturbo aerodinamico. Anche i piccoli deflettori davanti alle pance sono stati modificati con tre pinne verticali, evidentemente posizionate per convogliare i flussi ai lati delle pance e indirizzarli al meglio verso la zona a Coca-Cola.

    Alonso si dice contento di come sono andate le cose oggi, spiegando che «Abbiamo girato in condizioni diverse, passando dall’asciutto alla pista umida e poi completamente bagnata, e domani, almeno stando a quello che dicono le previsioni meteorologiche adesso, in qualifica potremo avere uno scenario molto simile a quello odierno. La macchina si è comportata bene in tutte le circostanze, il che è sempre una buona cosa, e abbiamo potuto verificare anche come vanno i vari tipi di gomme e quando si raggiunge il momento di passare da un tipo all’altro. Le novità tecniche sulla vettura? Non abbiamo avuto abbastanza tempo a disposizione per valutarle in maniera approfondita: speriamo di poterlo fare domattina».

    Felipe Massa conferma la difficoltà di tracciare un quadro generale sulle prestazioni rispetto agli altri team: «E’ complicato dire dove possiamo essere sull’asciutto perché non abbiamo girato a sufficienza. Vediamo se domani riusciremo a fare qualche giro in più ma, al momento, le previsioni [meteo] non sono molto incoraggianti».

    Lotus “regina” degli aggiornamenti

    E’ stata la scuderia che ha catalizzato l’attenzione dei tecnici in questo venerdì in terra tedesca. Tutti a interpretare il sistema di doppio Drs e le due prese d’aria ai lati dell’airscope, con chiara funzione aerodinamica e non di raffreddamento. Il sistema prevede uno sfogo d’aria in corrispondenza del supporto inferiore dell’alettone posteriore, dove è stato montato un piccolo profilo alare, il c.d. monkey seat, seppur di dimensioni ridotte. Inoltre, un piloncino collega il piano superiore dell’ala con il condotto alimentato dalle prese ai lati del roll-bar. Quali siano i benefici lo scopriremo presto, certamente si tratta di un sistema diverso da quello impiegato dalla Mercedes.

    La soluzione è stata provata solo da Raikkonen, in entrambi i turni di prove libere, mentre Grosjean – che sarà penalizzato di 5 posizioni per aver sostituito il cambio – ha girato con la configurazione vecchia della Lotus E20.

    Mercedes ok, ma tegola cambio per Rosberg

    E’ apparsa in forma la Mercedes sul circuito di casa. Sfortunatamente per Rosberg e Schumacher, però, una giornata disturbata da un incidente per il sette volte campione del mondo e da una penalizzazione per Nico. Dovrà partire 5 posizioni indietro rispetto al risultato che otterrà in qualifica, a causa della sostituzione del cambio dopo il secondo turno di prove libere.

    Quanto a Schumacher, si assume tutte le responsabilità dell’incidente in entrata del Motodrom. «Non ero pienamente concentrato. Stavo facendo delle modifiche al setup dall’abitacolo ed ero alla radio quando ho toccato la linea bianca».

    Rosberg spiega cosa aspettarsi dalla giornata di domani e dalla monoposto. «Abbiamo provato la pista in condizioni diverse, utilizzando le gomme da bagnato, le intermedie e le gomme da asciutto. Siamo ben preparati per qualunque cosa ci riserverà il week end. Purtroppo dovrò sostituire il cambio per precauzione, dopo aver scoperto un problema».