GP Germania F1 2014, Pirelli: “Non sappiamo quanti pit stop prevedere”

Formula 1: anteprima del Gran Premio di Germania 2014 dal punto di vista degli pneumatici Pirelli

da , il

    GP Germania F1 2014, Pirelli

    Sono le mescole più morbide, le P Zero Yellow soft e le P Zero Red supersoft, quelle che la Pirelli ha scelto di portare sul circuito di Hockenheim per il Gran Premio di Germania 2014 di Formula 1. In virtù dell’alternanza con il Nurburgring, era dal 2012 che i bolidi della massima competizione motoristica non rimettevano le ruote nella pista della foresta Nera. La stessa combinazione di pneumatici portata in terra tedesca dalla Pirelli è stata vista in campo l’ultima volta a Zeltweg 4 settimane fa. Per seguire il LIVE delle seconde prove libere, BASTA CLICCARE QUI!

    [sondaggio id="447"]

    La principale caratteristica del nuovo layout del circuito di Hockenheim è l’alternanza di allunghi decisi con conseguenti forti frenate in abbinamento a tratti più lenti e guidati. Vista anche la variabilità sul fronte del meteo, è al momento molto difficile prevedere quale sarà, tra Soft e Supersoft, la mescola di riferimento e quanti potranno essere i pit stop ideali durante la gara. “E’ un piacere tornare a Hockenheim dopo due anni, anche se questo aumenta il carico di lavoro per noi e per le squadre poiché gli unici dati concreti che abbiamo al momento risalgono, appunto, a due anni fa quando le vetture e le gomme erano molto diverse - ha dichiarato Paul Hembery nel comunicato ufficiale della Pirelli in vista del GP di GermaniaLe sessioni di prove libere del venerdì saranno estremamente importanti, in quanto le squadre cercheranno di assimilare quante più informazioni possibili. Non abbiamo mai portato le supersoft ad Hockenheim, ma con i dati che abbiamo raccolto quest’anno pensiamo che sia la scelta giusta per rispondere alle caratteristiche del circuito tedesco. Venerdì avremo un’idea più chiara di quanti pit-stop potremo aspettarci, ha concluso il direttore Direttore Motorsport Pirelli:

    Pirelli: pronti con le ruote da 18 pollici già nel 2016

    Era una delle condizioni necessarie per rientrare in Formula 1: avere ruote da ameno 18” di diametro. Fino ad oggi la Pirelli aveva fatto finta che questa sua richiesta, mirata a fornire un prodotto più simile a quello presente sulle vetture stradali, fosse finita nel dimenticatoio. Con un colpo quasi a sorpresa, però, Hembery ed i suoi uomini hanno fatto esordire nei test di Silverstone alcuni prototipi di ruote e pneumatici di nuova concezione. Il possibile cambiamento potrebbe arrivare presto: già dal 2016. “La FIA parla di 2017 ma noi saremmo realisticamente in grado di farcela già per il 2016. Vorremmo fare i 18” per a F1 e i 19” per la GP2. Direi che anche la F1 potrebbe spingersi oltre i 18” visto che sarebbe anche un modo per distinguersi da altre categorie motoristiche. Il Circus deve capire che è arrivato il momento di adattarsi ai tempi che cambiano. Le ruote sono sempre le stesse penso da oltre 30 anni… non è strano?”, ha provocatoriamente chiesto Hembery.