GP Germania F1 2014: vince Rosberg, Bottas superlativo [FOTO]

Il gran premio di Germania a Hockenheim va a Nico Rosberg, che vince la gara di casa per la prima volta

da , il

    Il vincitore, giusto per la statistica: Nico Rosberg. Il gran premio di Germania a Hockenheim se lo aggiudica lui, ma il nome della giornata è un altro. Valtteri Bottas conferma quanto di buono aveva dimostrato nelle ultime gare, aggiungendo la ciliegina sulla torta con il duello finale con Hamilton. L’ha tenuto dietro autorevolmente, senza mai sbagliare, cosa tutt’altro che scontata quando hai un mastino come l’inglese in scia. Lewis che fa la rimonta “attesa”, regalando spettacolo grazie ai continui sorpassi.

    In quarta piazza poteva esserci Alonso, autore di una gara delle sue, peccato che la strategia in Ferrari sia totalmente errata, quando lo lasciano in pista troppo a lungo e Vettel gli erode l’intero vantaggio, annullando anche il sorpasso conquistato in pista. Ottima prestazione anche di Daniel Ricciardo, che regala emozioni nel duello con il ferrarista.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP GERMANIA F1 2014

    classifica gp germania f1 2014 (4)

    67/67 – Nico Rosberg vince il suo primo gran premio di Germania! Ma non è il protagonista odierno, perché un superlativo Valtteri Bottas chiude in seconda posizione, tenendosi dietro Hamilton, con una velocità massima stratosferica: 345 orari. Quarta piazza per Vettel, poi Alonso.

    65/67 – Valtteri finirà la gara con gomme che avranno percorso ben 42 giri! Che gestione!

    63/67 - Ammettiamo di fare il tifo per Bottas, sta mettendo sul piatto gran premi da pilota di assoluto valore. Riuscire a tenersi dietro Hamilton sarebbe una stelletta da mettersi sul petto. Mancano 3 giri ancora

    61/67 - Gran bella gara, adesso è Bottas a essere in bagarre con Hamilton: 4 decimi appena ma il finlandese è un osso duro. Dietro continuano a battagliare Alonso e Ricciardo: Fernando riesce a superarlo dopo una resistenza stoica dell’australiano. Spettacolare

    59/67 - Alonso passa Ricciardo in curva due, poi l’australiano risponde e ripassa al tornantino. Escono appaiati e la Red Bull sta davanti alla curva Mercedes. Il giro successivo continuano a giocarsi la posizione ruota-a-ruota, ma Ricciardo non molla. Grandissima battaglia, rischia però di arrivare sulle tele Daniel

    58/67 – Nessuno tra i primi ha fatto finora passaggi fino all’1.24, Button all’ultimo giro ha registrato 1.23.7 ed è stato passato da Fernando, che deve superare Ricciardo, davanti di 6 decimi e con gomme morbide al limite, perché dovrà portarle ancora per nove giri, fino all’arrivo.

    57/67 – Marc Gene annota un forte rallentamento probabilmente da leggere come fuel saving: non solo è lenta come un gambero, ma consuma anche più degli altri la rossa.

    55/67 - Cambio gomme di Alonso, monta le supersoft, ma cade in settima posizione, dietro a Button e Ricciardo, con i quali potrà lottare e ambire alla quinta piazza. Ricciardo nel frattempo si prende lui il quinto posto con una bella frenata alla curva Mercedes. Gettato alle ortiche il quarto posto in Ferrari.

    54/67 – In Ferrari stanno tardando troppo la sosta di Alonso, fa 1.24.3 addirittura all’ultimo passaggio: Vettel è a solo 9 secondi. Ci sono sicuramente dei problemi per la F14 T

    53/67 – I tempi di Alonso non sono affatto buoni, gira sul 23.2 e il suo vantaggio su Vettel è sceso a 13 secondi: si sta giocando il quarto posto, a vantaggio della Red Bull. Ricciardo intanto passa Hulkenberg ed è settimo

    52/67 – Tre coraggiosissimi commissari attraversano la pista e la liberano dalla Sauber. Bandiere gialle ma rischio SC scongiurato.

    51/67 - Hamilton anticipa la sosta sperando nella safety car: ancora ferma la Sauber sul rettilineo.

    50/67 – Sutil resta fermo sula griglia dopo un testacoda e non riesce a ripartire: rischio Safety car

    49/67 – Ottima prestazione finora di Button, sesto, e anche Magnussen ha recuperato bene, si trova al nono posto. Ricciardo punta Hulkenberg, per la settima posizione, mentre Bottas è a 14.8 da Rosberg e con Hamilton ad appena 2.4: Lewis ha passato Alonso. Teniamo d’occhio i 17 secondi tra la Ferrari e Vettel, difficilmente saranno sufficienti per tornare davanti.

    46/67 – Attenzione! Va in fiamme la Toro Rosso di Kvyat in fondo alla parabolica, ma soprattutto Vettel si ferma ai box, anticipa la sosta e si libera delle supersoft. Alonso è sempre a 1.3 da Bottas

    44/67 – Alonso si porta a 1.6 da Bottas, con Vettel sempre in scia, 8 decimi. Hamilton fa il giro record, 1.20.724 con gomme nuove, mentre Button precede Ricciardo di 4 decimi, seguito da Hulkenberg, Magnussen e Raikkonen

    42/67 - Hamilton ai box, monta le supersoft.

    40/67 - Sosta anche di Rosberg. Vettel si porta a 690 millesimi da Alonso. Intanto, Ricciardo v giri record in sequenza, da tre tornate è sul passo del 21.2, con il record assoluto adesso in 21.030

    39/67 - In proiezione, Hamilton ha la seconda posizione in tasca. recupera 1.2 al giro su Bottas e si trova a 11.8 di distacco. Adesso va al box la Williams, dopo 25 giri sullo stesso set di gomme.

    classifica gp germania f1 2014 (3)

    37/67 - Alonso è in scia a Hulkenberg, che deve ancora fermarsi per il suo secondo pit. Trenino sul rettilineo, Alonso passa Hulkeberg grazie al Drs e Vettel ne approfitta per buttarsi all’interno e restare a contatto con il ferrarista.

    36/67 - Nella lotta Vettel-Alonso, gomme supersoft per la Red Bull, morbide la Ferrari. Sette decimi separano i due al momento, nel giro in cui Hamilton fa la tornata record.

    34/67 - Anche Vettel va al box e torna in pista davanti ad Alonso, ma con appena 2 decimi. Passa Fernando alla staccata!! Un giro velocissimo quello d’uscita ha permesso di recuperare 1 secondo e mezzo a Vettel. Vedremo il tedesco se riuscirà a riprenderlo.

    33/67 – Che fine ha fatto Rosberg? Resta in testa, con 15 secondi su Bottas, a sua volta consistente e veloce: Red Bull e Ferrari non lo impensieriscono minimamente. Vettel è a oltre 11 secondi e Alonso si ferma adesso per il secondo pit, nel quale monta ancora le PIrelli morbide.

    30/67 - Problemi in casa Force India per Hulkenberg. Il tedesco deve lavorare sul volante per ovviare a un warning sul sistema: meriterebbe di chiudere al quinto posto.

    Hamilton, nel frattempo, mette nel mirino Button per la sesta posizione: lo passa anche grazie al Drs, dopo che il giro precedente erano arrivati al contatto.

    28/67 - Vettel riprende vantaggio su Alonso e lo spedisce a 1.7. Dietro, Hamilton riprende la rimonta e attacca Ricciardo in uscita dal tornante, guadagnando la settima posizione.

    27/67 – Bel sorpasso di Raikkonen, è nono. Hamilton va ai box per il cambio gomme. Monta ancora gomme morbide con Grosjean che si ritira.

    25/67 - Prepariamoci per una battaglia interessante tra Vettel e Alonso: sono separati da appena 6 decimi, è l’unico “scontro” che si prospetta nelle prime 10 posizioni, fatta eccezione per la rimonta di Raikkonen, a messo secondo da Magnussen

    24/67 – Raikkonen riesce a passare Grosjean e Perez, adesso si trova 11mo

    20/67 – Bottas ha superato Hamilton alla frenata dopo la parabolica e torna secondo. L’inglese della Mercedes ha fatto registrare addirittura 345 orari nei giri precedenti, quando era in rimonta e in scia. Ricciardo, dopo la sosta, è ottavo. Quanto ai tempi. Rosberg fa 21.8, Bottas 23.0, Hamilton 23.4, Vettel 23.2 così come Alonso.

    18/67 - Tiriamo le somme dopo 18 giri e la prima serie di pitstop. Rosberg comanda la gara con 7.7 su Hamilton, tra i piloti che non hanno ancora cambiato gomme, così come Raikkonen e Grosjean. Bottas è terzo, davanti a Vettel e Alonso, quindi si confermano le posizioni dei primi giri. Raikkonen è sesto ma sta per rientrare per il pit. Hulkenberg è davanti a Button e Magnussen lo troviamo nono, con gomme morbide.

    Intanto, via radio, arrivano comunicazioni di prime gocce di pioggia.

    classifica gp germania f1 2014 (2)

    15/67 - Momento epico! Vettel esce dai box e si trova tra Raikkonen e Alonso, in curva due i tre sono in scia, arrivano al tornantino e Vettel attacca il finlandese, mentre Alonso va all’esterno: gran manovra di Vettel e Alonso: ad avere la meglio è il tedesco, che passa quarto. Intanto, ROsberg cambia gomme torna in pista primo davanti a Hamilton, staccato di 7.8

    Grandissima azione in questa prima parte di gara.

    13/67 - Hamilton strepitoso, passa Raikkonen e Ricciardo in un colpo solo, restando all’interno: tre piloti sulla stessa linea, l’inglese è quinto, anche grazie al pitstop di Alonso, che va sulle morbide. Nel sorpasso, contatto Hamilton-Raikkonen, che perde la paratia laterale sulle pance.

    Ricciardo va ai box e cambia anche lui gomme. Hamilton adesso è terzo, perché ha passato anche Perez e Vettel ha anche lui fatto il pit.

    12/67 - Ricciardo ha passato Raikkonen, prima però ha dovuto proteggersi dall’attacco di Hamilton al tornantino. Lotta poi Raikkonen-Hamilton in entrata del Motodrom, il ferrarista resiste e tiene la posizione alla curva Sachs.

    10/67 – Ricciardo e Hamilton scalano posizioni insieme, hanno passato entrambi Vergne e sono nono e decimo: il prossimo nel mirino sarà Raikkonen. Bottas adesso gira in 22.7, contro il 23.0 di Vettel e 23.3 di Alonso.

    8/67 - Rosberg senza rivali, dietro Bottas prende del margine su Vettel (+1.9) mentre ALonso ha +1.1 dalla Red Bull. A loro volta Hulkenberg e Button in lotta e poco dietro Kvyat lotta con Perez per la settima posizione: si gira il russo alla curva Mercedes, dove ha provato l’esterno sul messicano. Errore di valutazione di Kvyat.

    7/67 - Ricciardo passa Sutil al tornante e Hamilton all’ultimo ne approfitta con una manovra di forza, adesso è in lotta con la Red Bull: sono 11mo e 12mo.

    Si alzano i tempi di Bottas, Vettel e Alonso, con Rosberg a scappar via: 1.21.807 contro 1.23.0 di Bottas-Vettel e 23.1 di Alonso. Già 4.4 di vantaggio sul secondo. I commissari intanto non prendono provvedimenti sull’incidente Magnussen-Massa, a conferma di quel che dicevamo: episodio di gara.

    5/67 – Rosberg prende il largo, mentre Bottas, VEttel e Alonso sembrano poter essere in gara tra loro: girano tra il 22.6 (Alonso) e il 22.8 (Bottas).

    classifica gp germania f1 2014

    4/67 - Magnussen è ultimo, Perez ha passato Kvyat, mentre Rosberg mette da parte 1.7 su Bottas. Continuano i sorpassi di Hamilton, è 13mo. Bella lotta tra Button e Hulkenberg, l’inglese prova l’attacco al tornantino e poi all’esterno della curva Mercedes, bella bagarre per il quinto posto.

    3/67 – Riparte la gara, Rosberg tiene il comando. Nelle retrovie Hamilton passa Bianchi. Button prova ad attaccare Hulkenberg al tornantino ma resta dietro.

    2/67 – Ricciardo è precipitato in 15ma posizione, perché ha dovuto schivare la Williams. Dal cameracar di Magnussen si vede il contatto con Massa, anteriore sinistra contro posteriore destra. Incidente di gara, difficile dare la colpa a Magnussen o Massa: si sono trovati sulla stessa linea e in lotta anche con Bottas. Alonso è risalito in quarta posizione, Hamilton è 17mo, Raikkonen nono. Rientra la safety car.

    1/67 – Via al gran premio! Rosberg scatta bene e tiene il comando, Massa si tocca alla prima curva con Magnussen e capotta nella via di fuga! Safety car in pista! Rosberg, poi Bottas, Vettel, Alonso, Hulkenberg, Kvyat, Button e Perez, questi i primi.

    Massa è ok, scende da solo dalla macchina. Ha chiuso la traiettoria il brasiliano e Magnussen ha osato dove non c’era spazio.

    14:00 – Inizia il giro di formazione!

    13:59 – Si conferma l’ipotesi che avevamo annunciato poco fa: Raikkonen parte con le gomme morbide. Obiettivo: andare lungo aspettando la pioggia

    13:56 - Aggiornamento sulla temperatura: solo 34° C sull’asfalto, 26 nell’aria. Il vento è molto sostenuto

    13:50 - Dieci minuti al via. Il cielo è sempre più grigio ma al momento non piove. Tutti i piloti schierati in griglia

    «Buone sensazioni, vediamo la pioggia tra un’ora può cambiare le cose», commenta Alonso

    13:40 - Tra poco scopriremo se in Ferrari Raikkonen partirà con la gomma morbida, puntando ad andare lungo e sperare nella pioggia, risparmiando un pit-stop. L’alternativa è andare sulle supersoft e fare gara d’attacco: ma ha il ritmo la rossa per farlo?

    13:35 - Pioggia al 40% per la gara, queste le previsioni di Gene. Con la temperatura molto più bassa, il rischio per le gomme è il graining, tanto più considerando il poco grip dopo la pioggia del mattino.

    13:30 - Apre la pitlane, i piloti iniziano a schierarsi in griglia. La temperatura ambientale è di ben 10° C inferiore rispetto alla giornata di ieri e il circuito è stato “lavato” dalla pioggia tra qualifiche e gara. Tutti elementi che avranno un impatto prevedibilmente forte sulle gomme e la loro gestione, senza dimenticare il rischio che venga a piovere durante il gran premio.

    Griglia di partenza

    1. ROSBERG

    2. BOTTAS

    3. MASSA

    4. MAGNUSSEN

    5. RICCIARDO

    6. VETTEL

    7. ALONSO

    8. KVYAT

    9. HULKENBERG

    10. PEREZ

    11. BUTTON

    12. RAIKKONEN

    13. VERGNE

    14. GROSJEAN

    15. SUTIL

    16. GUTIEREZ<- +3 posizioni per incidente Silverstone

    17. BIANCHI

    18. MALDONADO

    19. KOBAYASHI

    20. HAMILTON <- +5 posizioni per sostituzione cambio

    21. CHILTON

    Dalla pitlane – ERICSSON

    13:10 – La “novità” di giornata riguarda Lewis Hamilton. Dopo l’incidente nelle qualifiche, sarebbe dovuto partire dalla 16ma posizione, ma a causa della sostituzione del cambio arretrerà di 5 posizioni in griglia e si troverà a partire 20mo (per il contemporaneo arretramento di Gutierrez, penalizzato di 3 posizioni in seguito all’incidente di Silverstone con Maldonado).

    13:00 - Amici di Derapate.it, benvenuti. Alle 14:00 vivremo in diretta il gran premio di Germania, che si preannuncia con condizioni climatiche molto diverse da quelle viste nei due giorni finora vissuti in pista. Cielo nuvoloso sopra Hockenheim e temperature molto più bassa.