GP Germania F1 2016, anteprima: la risposta di Rosberg

Ha perso il comando del mondiale ma gioca in casa e in Ungheria aveva la velocità di Hamilton

da , il

    GP Germania F1 2016, anteprima: la risposta di Rosberg

    Non diamolo per spacciato. Avrà anche perso il comando del campionato, Nico Rosberg, ma si ritrova subito con l’occasione buona per rimettere in pari le cose. Il Gran premio di Germania torna a corrersi a Hockenheim e due stagioni fa proprio Nico vinse indisturbato. Hamilton dovette recuperare dal fondo dello schieramento per l’incidente occorso in qualifica, quando si ritrovò senza freni nel Motodrom, altrimenti sarebbe stata un’altra gara. Oggi però Rosberg è un altro pilota, molto più temibile in ottica iridata di quel Nico. E per questo non va sottovalutato. In Ungheria lo abbiamo scoperto furbo come non mai, l’episodio delle doppie bandiere gialle in qualifica ne è la dimostrazione. Per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Germania F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    In gara ha pagato l’assenza di un vero punto di sorpasso, limpido, senza far danni e attivare il richiamo del muretto. Hockenheim è circuito molto diverso, offre svariate opportunità per attaccare e la partita sarà molto più aperta. La seconda partita, confronto ravvicinato, si gioca sul fronte del mondiale Costruttori, più che su quello Piloti. Red Bull in scia alla Ferrari, reduce dal podio dell’Hungaroring ma con qualche timore in più sulla competitività che potranno garantire le RB12 in Germania. Dovrebbe essere favorita la Ferrari, così se troveremo ancora Ricciardo e Verstappen fianco-a-fianco con i ferraristi, allora sì che ci sarà da preoccuparsi.

    Una Ferrari positiva nell’ultima apparizione, che ha raccolto meno di quanto meritato, in particolare con Kimi Raikkonen, oggi più che mai la giusta scelta per il futuro a breve termine. Si corre a distanza di 7 giorni ed è inutile attendersi grandi sviluppi tecnici sulle monoposto, quelli arriveranno a Spa e Monza, configurazioni specifiche per circuiti da basso carico aerodinamico, con sfide differenti. Hockenheim è tracciato da medio carico,nel quale bilanciare l’esigenza di velocità sul lungo dritto in piega verso il tornantino, con la stabilità in frenata e il grip aerodinamico sulle curve da media velocità nel Motodrom.

    Caratteristiche che potrebbero riportare in alto la Force India e ricacciare indietro una McLaren apparsa in gran spolvero all’Hungaroring. Anche qui, riuscisse Alonso a confermare la settima posizione di domenica scorsa, sarebbe un segnale importante dal progetto McLaren-Honda, ma nutriamo forti dubbi a tal proposito.