GP Germania F1 2016, Rosberg: “E’ andato tutto male”; Hamilton: “Non mollo mai”

In casa Mercedes, sensazioni contrastanti dopo Hockenheim. Rosberg sbaglia al via, Hamilton allunga nel mondiale

da , il

    GP Germania F1 2016, Rosberg: “E’ andato tutto male”; Hamilton: “Non mollo mai”

    Due pole vanificate allo spegnimento dei semafori. Il Gran Premio di Germania 2016, Nico Rosberg lo consegna nelle mani di Lewis Hamilton sin da subito, e con esso anche le chiavi della classifica iridata. Poteva essere l’occasione per replicare al sorpasso in classifica iridata subito in Ungheria e il pilota tedesco aveva il potenziale per farlo, ma ha sbagliato clamorosamente quando contava, poi i commissari lo hanno penalizzato per una manovra maliziosa. Eccessivi i 5″ inflitti. Soccombe anche nel confronto con le Red Bull e la seconda metà di campionato adesso si fa difficilissima.

    Una minaccia, quella di Ricciardo e Verstappen, della quale Wolff è consapevole: «La Red Bull oggi non era molto dietro, dobbiamo lavorare, avremo 2 settimane di vacanza in cui si ferma tutto, poi dovremo tornare forti a Spa e Monza. Hamilton adesso ha un vantaggio, mi dispiace per Nico, ma è così, però mancano ancora 225 punti disponibili. A Nico è mancato il passo gara con tutte le gomme, è strano perché la macchina di Lewis funzionava abbastanza bene». Sulla decisione di penalizzare Rosberg, Toto spiega: «I commissari hanno deciso così, ma se parli con 5 persone ci sono 7 opinioni diverse. Io credo che non ci sia uniformità, queste manovre le vogliamo vedere per lo spettacolo, la FIA ha deciso e comprendiamo». Il team principal guarda anche agli avversari: «Pensavamo che le Red Bull in Ungheria potessero vincere, noi siamo andati molto più veloci; Hockenheim normalmente piace alla nostra macchina e il gap invece è stato molto più piccolo. Tanta tecnologia ma non capiamo certe cose. E’ una macchina che ha tanto carico e resistenza aerodinamica, poi in gara vanno veloci anche sul dritto. E’ tutta una combinazione del pacchetto: drag, carico e motore».

    GP Germania: Domina Hamilton, Red Bull supera la Ferrari | Raikkonen e Vettel: “La realtà è questa, serve migliorare”

    Logicamente deluso per la chance sprecata, Rosberg: «E’ una giornata dura, partendo primo ovviamente c’è la speranza di fare molto meglio. Mi sentivo bene ma oggi è andato tutto male. Mancava un po’ di velocità alla fine, le gomme dietro non andavano per tutta la gara e non avevo grip. Con Verstappen, in quel momento non ho visto problemi nella lotta, anzi ho visto che in frenata si è spostato bruscamente verso di me e non si può fare, alla fine però hanno dato la colpa a me».

    Alle stelle il morale di Hamilton, perché ha ribaltato un inizio di mondiale difficilissimo, poi due gare in prima fila e pronto ad approfittare dell’unica chance disponibile: «Ieri ero secondo ma il bilanciamento della macchina era fantastico, alla fine ho dovuto controllare. Sono felicissimo di correre qui con la Mercedes, posso dirlo con orgoglio. Non ho fatto errori, quindi sono contento di quanto fatto, ieri non era andata in modo perfetto e ho imparato qualcosa. Tutto il team ha lavorato duramente in questa prima parte della stagione, ci siamo meritati la pausa.

    Sono felicissimo, il bicchiere mi sembra del tutto pieno. Se penso che ero dietro di 43 punti, in quel momento non potevo nemmeno immaginare di trovarmi nella posizione in cui sono. Ho continuato a spingere, ora sono davanti e questo dimostra che non mollo mai. Come ho fatto tante volte nella mia vita, non ho mollato mai. Ora c’è la pausa e ho un buon margine di vantaggio».