GP Giappone F1 2009: domina Vettel

Sebastian Vettel vince il Gran Premio del Giappone di Formula 1 edizione 2009

da , il

    Sebastian Vettel vince il GP del Giappone 2009. Il pilota tedesco domina alla grande l’intero weekend. Sul podio salgono anche Jarno Trulli e Lewis Hamilton. Grande soddisfazione per l’italiano davanti al pubblico nipponico. Buon quarto posto per la Ferrari con Kimi Raikkonen.

    GIRO 01. Partenza regolare. Hamilton supera Trulli come nelle previsioni mentre Raikkonen, chiuso da Heidfeld, non riesce ad avvantaggiarsi dal KERS. Dopo il primo giro la classifica vede Vettel allungare già su Hamilton, Trulli, Heidfeld, Raikkonen, Barrichello, Rosberg, Sutil, Kovalainen, Kubica. Button è undicesimo davanti a Fisichella.

    GIRO 03. Ottimo attacco di Button su Kubica. Il capoclassifica entra in top ten.

    GIRO 13. Kovalainen si difende eccessivamente da un attacco di Sutil. I due si toccano e si girano. Ripartono ma perdono la posizione a vantaggio di Jenson Button che entra in zona punti.

    GIRO 15. Pit stop per Hamilton e Sutil.

    GIRO 16. Pit stop per Trulli.

    GIRO 17. Pit stop per Button e Fisichella.

    GIRO 18. Pit stop per Vettel, Heidfeld, Raikkonen e Barrichello.

    GIRO 22. Pit stop per Rosberg.

    GIRO 24. Pit stop per Kovalainen.

    GIRO 26. Pit stop per Kubica.

    GIRO 27. A metà gara la classifica dei primi otto è la seguente: Vettel, Hamilton, Trulli, Heidfeld, Raikkonen, Barrichello, Rosberg, Button. Il tedesco della Red Bull è saldamente al comdando. Hamilton e Trulli viaggiano con lo stesso passo. Raikkonen con gomme morbide rimonta furiosamente su Heidfeld.

    GIRO 35. Pit stop per Raikkonen.

    GIRO 36. Pit stop per Heidfeld che viene superato da Raikkonen.

    GIRO 37. Pit stop per Hamilton.

    GIRO 39. Pit stop per Trulli che supera Hamilton. Pit stop anche per Kovalainen e Fisichella con il finlandese che beffa l’italiano in corsia di accelerazione.

    GIRO 40. Pit stop per Vettel e Button.

    GIRO 41. Pit stop per Kubica.

    GIRO 42. Pit stop per Barrichello.

    GIRO 44. Incidente per Alguersuari. Entra la safety car. Pit stop per Rosberg.

    GIRO 49. La gara riparte senza sussulti. Tutti i piloti di testa conservano la posizione.

    GIRO 53. In Giappone vince Sebastian Vettel. Il pilota Red Bull domina il weekend sin dalle qualifiche ed in gara controlla con autorevolezza gli avversari. Ottima prova per Jarno Trulli e la Toyota che con il secondo posto eguaglia il miglior risultato di sempre per il team giapponese e si prende il lusso di battere in pista la McLaren di Lewis Hamilton e la Ferrari di Kimi Raikkonen. Il ferrarista si deve accontentare del quarto posto davanti a Rosberg, Heidfeld, Barrichello e Button. Praticamente invariata la lotta per il mondiale con il brasiliano che rosicchia solo un punto all’inglese. Inglese sempre più vicino al titolo sebbene debba vedersela anche con il ritorno di Vettel. Dentro, quest’ultimo, solo per la matematica (vedi la classifica formula 1 2009).

    GP Giappone F1 2009: ordine di arrivo

    1 S. Vettel Red Bull 1:28:20.443

    2 J. Trulli Toyota + 4.877

    3 L. Hamilton McLaren + 6.472

    4 K. Räikkönen Ferrari + 7.940

    5 N. Rosberg Williams + 8.793

    6 N. Heidfeld BMW Sauber + 9.509

    7 R. Barrichello Brawn GP + 10.641

    8 J. Button Brawn GP + 11.474

    9 R. Kubica BMW Sauber + 11.777

    10 F. Alonso Renault F1 + 13.065

    11 H. Kovalainen McLaren + 13.735

    12 G. Fisichella Ferrari + 14.596

    13 A. Sutil Force India F1 + 14.959

    14 V. Liuzzi Force India F1 + 15.734

    15 K. Nakajima Williams + 18.973

    16 R. Grosjean Renault F1 + 1 lap(s)

    17 M. Webber Red Bull + 2 lap(s)

    18 J. Alguersuari Scuderia Toro Rosso + 10 lap(s)

    19 S. Buemi Scuderia Toro Rosso + 42 lap(s)

    Foto: www.gpupdate.net

    Una curiosità dalla driver parade: