GP Giappone F1 2010: qualifiche rimandate a domenica

da , il

    suzuka

    Cancellate le qualifiche del gran premio del Giappone nella giornata di sabato. La pioggia battente, che già nelle libere3 della mattinata non aveva permesso ai piloti di girare in maniera regolare, non ha smesso di cadere sul circuito di Suzuka e, dopo un’ora e mezza di attesa, i commissari hanno dovuto constatare l’impossibilità di scendere in pista, completamente allagata. Qualifiche rimandate presumibilmente alle ore 10.00 di domenica mattina quindi, le 3.00 di notte in Italia, e gara confermata alle ore 15.00, dove non è prevista pioggia. Possono quindi tornarsene a dormire i fedeli del Circus che avevano puntato la sveglia per seguire i propri beniamini, e recuperare ore di sonno in vista della prossima nottata…

    QUALIFICHE F1. Nulla di fatto nella giornata di sabato nel weekend del gran premio del Giappone. A causa di un violento temporale abbattutosi sul circuito di Suzuka, le qualifiche sono state rimandate a domenica mattina, direttamente prima della gara. Già nel corso delle libere3 la situazione in pista non sembrava promettere nulla di buono, con i piloti ridotti a fare solamente qualche giro per poi rientrarsene ai box in attesa che smettesse di piovere. Ma sul tracciato giapponese la pioggia si è intensificata e, dopo aver posticipato l’orario di partenza per ben tre volte, alle 15.30 i commissari non hanno potuto fare altro che constatare l’impossibilità del normale svolgimento delle qualifiche. Per il pubblico accorso sugli spalti, l’unico spettacolo è stato vedere girare la safety car per ben tre volte, uscita per verificare le condizioni della pista e rientrata ogni volta con un responso negativo. L’appuntamento con i bolidi della Formula1 sarà quindi di nuovo in notturna per la griglia di partenza e cinque ore dopo si partirà direttamente con la gara.

    FERNANDO ALONSO. “Per noi non cambia molto, prima o poi le qualifiche dobbiamo farle comunque. Peccato per i tifosi, che hanno atteso per più di un’ora per poi tornarsene a casa. A questo punto speriamo almeno domani di poter regalare loro un bello show”. Rilassato lo spagnolo della Ferrari che anche per la giornata di domenica prevede comunque una qualifica bagnata, in quanto la pista non potrà asciugarsi in tempo. “La gara invece sarà presumibilmente asciutta, quindi dovremmo adattarci a queste condizioni e rimanere concentrati. Domani sarà una giornata molto intensa”. E se già non ci fosse abbastanza tensione tra i cinque pretendenti al titolo iridato, il gran premio del Giappone di certo non aiuterà ad allentare la situazione: circuito tra i più impegnativi, condizioni meteo incerte e ora nemmeno il tempo di riprendere fiato tra le qualifiche e la gara. “Penso che tutti e cinque abbiamo più o meno le stesse possibilità di aggiudicarci il mondiale”, ha confessato Alonso, “anche se la Red Bull come macchina rimane la favorita. Ma noi siamo la Ferrari! Abbiamo esperienza e arriviamo da un bellissimo momento e soprattutto ci sono ancora quattro gare prima della fine. Certo che se Red Bull e McLaren ritrovano la forma di sempre la lotta è ancora molto aperta. Per quanto riguarda domani direi che in caso di qualifiche bagnate forse ci saranno più possibilità anche per gli altri team di ottenere un buon piazzamento, ma noi vogliamo assicurarci il podio, quindi anche con la pista asciutta andrà bene comunque”.