GP Giappone F1 2014: Bottas e Massa puntano al podio, pioggia permettendo

In un limbo che può portare al podio, le due Williams temono la pioggia

da , il

    F1 GP Giappone 2014   venerdi per gara

    Se fosse una gara asciutta, il risultato della Williams nel Gran premio del Giappone 2014 sarebbe sicuramente da podio. Ma a Suzuka si attende pioggia, importante, ad anticipare il tifone. E la FW36 non è certo macchina a proprio agio sul viscido, come già dimostrato nelle qualifiche di Spa, ad esempio. Lo sanno Bottas e Massa, autori di una qualifica consistente, che li porta in seconda fila dopo un venerdì che, almeno per Felipe, non era stato dei migliori.

    Contento per tutto il week end, finora, è Valtteri Bottas: «Ieri eravamo molto veloci, come stamane: è positivo esserci avvicinati ancora di più. Sul bagnato sappiamo che potremmo faticare un po’ di più, ma dovremmo avere del margine alle nostre spalle e possiamo lottare per il podio».

    | VETTEL A SORPRESA: LASCIO LA RED BULL |

    Confida sul fatto che la Ferrari è rimasta un bel po’ indietro, nonostante i miracoli di Alonso. «Siamo contenti come team, per le posizioni in cui abbiamo portato le macchine. Vedremo come sarà il meteo domani, se partiremo dietro safety car o meno; se pioverà sarà una gara molto lunga e dobbiamo fare in modo di restare in pista fin sotto la bandiera», conclude il finlandese.

    | ALONSO: DECIDO IO DOVE ANDARE E QUANDO DIRLO |

    Rinfrancato dai progressi fatti tra libere e qualifiche, anche Massa: «E’ stata una buona qualifica, positiva. Ieri non riuscivo a guidare la macchina, abbiamo la migliore possibile qui oggi. Domani non ho idea cosa succederà tufone o non tufone (tifone;ndr). E’ una monoposto competitiva a Silverstone, Spa e questa è simile». A parte simpatica interpretazione italo-brasileira del tifone, Felipe si candida per un altro arrivo a punti, in posizioni alte della top ten.

    Fabiano Polimeni