GP Giappone F1 2015: Bottas salva una Williams delusa, bene le Lotus

Bottas porta a punti la Williams nel Gran Premio del Giappone 2015 a Suzuka. Gara positiva per le Lotus, nonostante i problemi economici.

da , il

    F1, Gp del Giappone 2015, le qualifiche del sabato

    La gara di Massa dura pochi metri e le speranze Williams nel Gran Premio del Giappone 2015 vengono riposte tutte su Valtteri Bottas. Paga l’undercut di Raikkonen e deve accontentarsi della quinta posizione, dopo qualifiche da protagonista. «Non è stata una giornata perfetta, ma portiamo comunque a casa 10 punti. Speravo in un podio, il passo però non era buono come ci aspettavamo. E’ stato difficile difendersi dalle macchine più veloci e credo avremmo dovuto fare il pit-stop prima in occasione della seconda sosta, ma è facile dirlo col senno di poi», analizza il finlandese. Williams sotto le aspettative, prospettiva confermata anche da Rob Smedley: «Credo non abbiamo messo in mostra la velocità che ci aspettavamo. Felipe ha avuto una brutta partenza, compromessa da una foratura che l’ha costretto a fare un giro intero su tre ruote, mettendo fine alla sua gara. Valtteri aveva una buona posizione e stava guidando bene, la prima chiamata per il pit è stata corretta, la seconda è arrivata in ritardo e abbiamo perso la posizione».

    Le parole dei piloti

    Per una Williams che finisce a punti con una sola macchina, ci sono due Lotus a terminare positivamente il week end a Suzuka, iniziato (e finito) senza hospitality, causa mancato pagamento, e pasti offerti da Ecclestone. Grosjean davanti a Maldonado, entrambi alle spalle di un super-Hulkenberg, tornato a brillare dopo qualche battuta nell’ombra di Sergio Perez. «E’ stata una buona gara e abbiamo meritato il risultato odierno, dopo aver spinto a fondo per tutto il week end. E’ un peccato non esser riusciti a tenere dietro Nico, dovremo rivedere la strategia e le prestazioni per capire se avremmo potuto fare di più. La squadra è rimasta unita in questi giorni, abbiamo marcato punti buoni e guardiamo avanti alle prossime gare», ha commentato il pilota venezualano.

    | LEGGI ANCHE: GP GIAPPONE, HAMILTON TRIONFA A SUZUKA | FERRARI: BICCHIERE MEZZO PIENO | DOMINIO MERCEDES, HAMILTON COME SENNA |

    Dopo una qualifica importante e l’imminente annuncio del passaggio al team Haas nel 2016, un Gran Premio del Giappone condotto senza errori anche per Grosjean, settimo: «Nel confronto con la Force India eravamo un po’ lenti, abbiamo provato a lottare con Nico ma non ci siamo riusciti. Ho avuto difficoltà con le gomme posteriori nel finale, sembra che i nuovi limiti imposti dalla Pirelli ci danneggino più di quanto non accada con i nostri rivali, ci lavoreremo per la prossima gara», dice il francese.