GP Giappone F1 2015, Ferrari. Vettel: Meglio di quanto atteso

GP Giappone F1 2015, Ferrari. Vettel: Meglio di quanto atteso
da in Circuito Suzuka F1, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Giappone F1, Sebastian Vettel
Ultimo aggiornamento: Venerdì 09/10/2015 11:13

    ferrari gp giappone f1 2015 suzuka

    Terza e quarta, la Ferrari va via da Suzuka con il bottino massimo ottenibile nel Gran Premio del Giappone 2015. Il secondo posto davanti a Rosberg? Vettel è riuscito a tenersi dietro la Mercedes fino alla prima sosta, poi l’undercut di Nico e un giro d’uscita perfetto, hanno rimesso in ordine i valori in campo. «E’ un altro podio, su un circuito che per noi era molto, molto, molto difficile. Le gare molto soddisfacenti sono quelle di Singapore, qui siamo stati bravi a reagire dopo venerdì e sabato mattina, è un podio meritato. In realtà mi aspettavo qualcosa di meno, viste le caratteristiche della pista», commenta Maurizio Arrivabene.

    Il bicchiere Ferrari è decisamente mezzo pieno: «Quando non vinci non va bene, ma in questo caso va bene così. Si sarebbe potuto provare a fare una strategia molto, molto aggressiva con Seb su Rosberg, ma sarebbe stata pericolosa per le gomme nel finale», ha analizzato sulla strategia. Ed è Sebastian Vettel a spiegare in che modo: «Non credo fosse impossibile fare di più, abbiamo imparato qualcosa oggi, è un gioco su quanto osi con l’ultimo set di gomme; col senno di poi, se fossimo rientrati il giro prima saremmo rimasti davanti. In ogni caso è una buona giornata per il team, un gran risultato, purtroppo le Mercedes sono tornate alla loro vecchia forza. Ho provato di fare tutto il possibile, forse avrei dovuto dare più info sulle gomme e avremmo potuto prendere più rischi. Nico ci ha sorpreso con il giro d’uscita, ci sono mancati 3-4 decimi». | LEGGI ANCHE: GP GIAPPONE, HAMILTON TRIONFA A SUZUKA | Un’analisi chiara e con il giusto tocco critico. Sul podio, ha aggiunto: «Sono arrivato vicino a stare davanti a Nico, ne avevo la possibilità, anche se è facile parlare col senno di poi. E’ stata una gara con la partenza complicata, ma nel complesso sono contento. Sapevamo da inizio anno che sarebbero stati difficili da battere i due Mercedes, siamo messi molto meglio rispetto a quanto ci si aspettasse. Pensavamo di essere al sicuro su Rosberg perché le gomme erano in condizioni discrete, è stata un questione di un paio di decimi, poi era chiaro che sarebbe stato difficile passarlo. Il fatto che Lewis sia sparito è chiaro che avevano più velocità». Porta a casa il risultato anche Raikkonen, che di velocità extra per passare Bottas ne aveva, ma in pista nell’unico punto papabile per l’attacco, la Williams riusciva a difendersi bene. Strategia che prova l’undercut, quello subito da Vettel, e ha permesso a Kimi di passare davanti: «Abbiamo fatto il massimo, la velocità c’era ma è molto difficile superare in pista qui. Abbiamo cercato di superarli al pit, scelto le gomme giuste ed è andata bene anche se forse avremmo potuto fare di più. Vorremmo essere un gradino più su, abbiamo fatto un lavoro fantastico rispetto all’anno scorso ora dobbiamo continuare a migliorare, andare alla prossima gara e fare ancora meglio».

    575

    PIÙ POPOLARI