GP Giappone F1 2015, qualifiche Ferrari. Vettel soddisfatto, Raikkonen meno

Ferrari in seconda e terza fila dopo le qualifiche del Gran Premio del Giappone 2015 a Suzuka. Le parole di Vettel e Raikkonen.

da , il

    Alla fine, ce l’ha fatta: seconda fila. Le qualifiche del Gran Premio del Giappone 2015 a Suzuka, per Sebastian Vettel, non sono state semplici. Ha sofferto nelle prime due eliminatorie, nelle quali Raikkonen è riuscito a esprimersi al meglio, poi, però, nell’unico tentativo (forzato) della Q3, ecco che il tedesco è tornato davanti. Siamo lontani dal suonare le note di Singapore, ma si sapeva che Suzuka sarebbe stata altra storia, la più difficile tra gli appuntamenti che restano da qui al termine della stagione per la Ferrari. Non sono un divario esagerato, i 6 decimi rimediati da Sebastian e i 7 decimi di Kimi – su 5,8 km di pista, con gomme poco congeniali alla SF15-T e un layout del circuito esigente su aerodinamica e telaio -, certo sarà complicato immaginare scenari domenicali che vadano oltre il terzo gradino del podio, da strappare a una Williams forte, in palla, che teme solo la pioggia. Segui con noi live in diretta la gara del GP Giappone F1 2015 CLICCANDO QUI!

    Le parole dei piloti

    «Possiamo essere ragionevolmente soddisfatti, avrei voluto fossimo un po’ più su con entrambe le macchine. E’ stata una sessione complicata, non ho trovato subito il giusto ritmo, solo in Q3 mi sono acceso», spiega Vettel nell’analizzare il turno di qualifica.

    «Domani sarà difficile essere in gara e lottare con le Mercedes, dovremo guardare anche Red Bull e Williams. Stamane e oggi pomeriggio le Mercedes sono state molto molto forti, noi dobbiamo guardare a noi stessi e vedere come andrà», anticipa. Di positivo c’è l’aver risparmiato un treno di gomme medie, mescola favorita per una gara su due soste, nonché indicazioni sul passo gara emerse nel corso delle libere 3 che davano la Ferrari più in forma rispetto alle Williams e non troppo distante dai tempi Mercedes.

    | LEGGI ANCHE: ROSBERG TORNA IN POLE A SUZUKA |

    Delusione evidente per Kimi Raikkonen. E’ stato bravo per due terzi della qualifica a fare il tempo subito e più veloce di Vettel, in Q3 gli è mancato il colpo riparatore, a un primo giro non perfetto. Terza fila per lui, accanto a Massa. «Siamo andati complessivamente bene, anche nelle prime due eliminatorie. Il primo giro di Q3 non è stato buono, sono sicuro avrei potuto migliorare ma è arrivata la bandiera rossa. Abbiamo la velocità per fare meglio. Sapevamo che le Mercedes sarebbero state davanti, però penso che oggi avremmo avuto l’opportunità di arrivare terzi, non penso tanto al distacco», spiega.