GP Giappone F1 2015, Vettel: Mercedes resta favorita

GP Giappone F1 2015, Vettel: Mercedes resta favorita
da in Circuito Suzuka F1, Formula 1 2017, GP Giappone F1, Sebastian Vettel
Ultimo aggiornamento: Domenica 27/09/2015 06:17

    F1 GP del Giappone 2015, il giovedì a Suzuka

    E’ un Sebastian Vettel realista, quello che inizia il week end del Gran Premio del Giappone 2015. Un inizio verbale, aspettando che sia la pista, da domani – la notte italiana – a dire come si comporta la Ferrari sui curvoni di Suzuka e con l’abbinata di compound di gomme che meno gradisce: medie e dure. Singapore è alle spalle, pochi giorni, ma già da dimenticare per ripartire da capo, puntando a un buon risultato che, realisticamente, con una Mercedes sui tradizionali livelli di competitività, vorrebbe dire podio. «Questa è una pista completamente diversa, speriamo di poterci ripetere, ma dobbiamo restare realisti», dice in conferenza stampa. Segui con noi live in diretta la gara del GP Giappone F1 2015 CLICCANDO QUI!

    «Per certi versi è stata una gran sorpresa vedere le Mercedes in difficoltà e non mi aspetto che qui accada lo stesso. Sarebbe ancora una sorpresa enorme, ma se si presenterà l’occasione dovremo saper approfittare. La natura del tracciato è completamente diversa perciò dovremo attendere, inoltre il meteo potrebbe portare tante sorprese, sarà un week end difficile». Attenzione a clienti come Williams e Red Bull, destinati a trovarsi a loro agio su una pista scorrevole, in particolare Ricciardo e Kvyat, se il fattore power unit non si rivelerà troppo penalizzante, potranno far valere l’equilibrio del telaio e le doti aerodinamiche. | LEGGI ANCHE: FERRARI-RED BULL, I RETROSCENA DELL’ACCORDO | Non teme nessuno Vettel, consapevole di una Ferrari forte più o meno ovunque, molto cresciuta durante la stagione e in grado di potersi proporre come seconda forza tecnica indipendentemente dai circuiti: «Guardando ai risultati di quest’anno, abbiamo avuto una gran macchina ovunque, su qualsiasi tipo di tracciato: cittadini come Monaco e Singapore ci hanno visti competitivi, al pari della Malesia. Silverstone è stato un appuntamento nel quale abbiamo perso un po’. Possiamo dirci ragionevolmente fiduciosi, restando realisti. L’abbiamo imparato strada facendo, significa che saremo un po’ più forti ma i favoriti devono continuare a essere i due Mercedes».

    435

    PIÙ POPOLARI