GP Giappone F1 2016, Red Bull sorpresa dalle scelte Ferrari. Verstappen: “Una delle mie gare migliori”

GP Giappone F1 2016, Red Bull sorpresa dalle scelte Ferrari. Verstappen: “Una delle mie gare migliori”

Gara problematica per Ricciardo, mentre Christian Horner spiega come siano stati sorpresi dalla strategia di Vettel

da in Circuito Suzuka F1, Formula 1 2017, GP Giappone F1, Interviste Piloti F1, Max Verstappen, Red Bull F1
Ultimo aggiornamento:
    GP Giappone F1 2016, Red Bull sorpresa dalle scelte Ferrari. Verstappen: “Una delle mie gare migliori”

    Quatto punti in più, complessivamente. Tanti ne porta a casa la Red Bull al termine del Gran Premio del Giappone 2016 nel confronto con la Ferrari. Una situazione di partenza che ha agevolato Verstappen e Ricciardo, entrambi in seconda fila, dopo la penalizzazione di Raikkonen. Eppure solo l’olandese riesce a chiudere davanti a Vettel e Kimi. Problematica la gara di Ricciardo, in difficoltà già dalla qualifica per la poca velocità sul dritto, che ne ha compromesso anche il primo giro, con la posizione persa su Vettel, bravo a uscire meglio dalla Spoon Curve.

    «Vettel al primo giro mi ha passato facilmente, è mancata aderenza alla Spoon Curve. Poi era molto difficile seguire le altre macchine, non avevo la potenza per sorpassare.

    Mi sono annoiato un po’ oggi, le circostanze sono state queste. Ieri il motore era più lento di Max e credo anche oggi, nell’ultimo stint la velocità era buona ma nei primi due ho scivolato tanto, credo sia stato qualche problema di aerodinamica. Impariamo da questa gara e vedremo come andrà ad Austin», la spiegazione di Daniel, dopo la gara di Suzuka matematicamente fuori dalla (tutta teorica) lotta per il mondiale piloti.
    Nel confronto tra Verstappen e Vettel, oltre a riconoscere Seb come la strategia non sia stata forse quella giusta, una scelta dettata dalla voglia di differenziare le sorti di gara e provare un assalto alla posizione Red Bull, arrivano le perplessità di Christian Horner: «Non pensavamo che la gomma morbida avrebbe fatto tutta quella distanza, quando la Ferrari l’ha provata pensavamo avrebbero fatto tre soste, se si fossero fermati un giro dopo Max lo avrebbero tenuto sotto pressione, alla fine hanno agevolato noi e dato la posizione a Hamilton».

    GP Giappone: Rosberg trionfa e si avvicina al titolo| Vettel: “Non aveva senso seguire la strategia di Verstappen”| Rosberg: “Continuo così, penso gara per gara”

    Hamilton tenuto a bada senza difficoltà da Max, difesosi con la consueta determinazione nell’unico affondo che ha potuto provare Lewis: «C’è stato molto traffico con i doppiati, la strategia ha funzionato bene, è stato bello lottare con le Mercedes, è molto positivo ed è appagante portare a casa il secondo posto. Lewis ha spinto a fondo, abbiamo avuto un momento difficile alla chicane, sono contento di aver tenuto la posizione. Dovevo concentrarmi a uscire bene dalla curva 14 (la Spoon Curve; ndr).
    E’ stata molto importante la partenza, il fattore più importante oggi, dopo siamo riusciti a gestire le gomme e mantenere un ritmo alto, seguendo Nico. La vittoria di Barcellona resterà sempre la mia gara migliore, questa è stata la seconda»
    .

    545

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Suzuka F1Formula 1 2017GP Giappone F1Interviste Piloti F1Max VerstappenRed Bull F1