GP Giappone F1 2017, libere Mercedes. Hamilton: “Macchina tornata alla normalità”

I commenti di Hamilton e Bottas dopo le prove libere del GP del Giappone 2017 sono migliori rispetto alla Malesia. La W08 sembra tornata a funzionare bene

da , il

    GP Giappone F1 2017, libere Mercedes. Hamilton: “Macchina tornata alla normalità”

    Gli occhi puntati sulle due Frecce d’argento, al venerdì di prove libere in Giappone. A Suzuka le indicazioni utili arrivano al mattino e non si sono fatti pregare, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, per girare a lungo. Ventinove e 30 giri rispettivamente, secondo e quinto tempo. Meglio Lewis di Valtteri, che ha sofferto in particolare nel trovare il miglioramento una volta montata la gomma supersoft. Entrambi hanno portato in pista il pacchetto evoluzione introdotto a Sepang e, sarà per un diverso approccio con l’assetto, sarà per le basse temperature e le gomme soft, i riscontri dei piloti permettono di tirare un sospiro di sollievo. La macchina va ed è tornata competitiva. Dalle dichiarazioni dopo le libere del Gran premio del Giappone F1 2017 non sembrano esserci dubbi sull’utilizzo della configurazione anche sabato e domenica. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Giappone F1 2017 con risultati e classifica.

    Sarà interessante verificare il rendimento della macchina anche in gara, quando sono previste temperature superiori nell’aria e sull’asfalto. «E’ stata una giornata interessante, la macchina dà sensazioni migliori rispetto alla Malesia. Sono felice che abbiamo potuto girare sull’asciutto nelle libere 1. Nelle seconde c’era tanta acqua, ma è stato davvero importante andare in pista e valutare le condizioni e come si comportava la monoposto, visto che non era andata bene in Malesia. Sembra essere tornata alla normalità, sono pronto a gareggiare», racconta un deciso Lewis Hamilton. Deve trovare 211 ms per eguagliare Vettel e al sabato vedremo entrambi innalzare il livello di guida.

    Commenti positivi giungono anche da Valtteri Bottas, con un distinguo, legato all’utilizzo della gomma più morbida, che non ha reso come avrebbe dovuto nei giri veloci effettuati, al punto da non assicurare alcun miglioramento cronometrico sul tempo realizzato con la soft. «Nelle prime libere la macchina si è comportata meglio della Malesia, però dobbiamo svolgere ancora del lavoro su alcune cose per renderla più veloce. Come punto di partenza del week end è senza dubbio migliore di una settimana fa. Il mio run con le gomme morbide è stato buono, ma con la supersoft non ho guadagnato affatto aderenza, quindi per quanto mi riguarda la cosa principale sarà comprendere la prestazione sulla supersoft. I long run non erano così male, speriamo vedremo un meteo migliore domani».