GP India F1 2011: Vettel minacciato da Ferrari e McLaren

Formula 1: al termine delle qualifiche del Gran Premio d'India sale l'interesse per la gara

da , il

    gp india f1 2011 qualifiche

    Le qualifiche del Gran Premio d’India di Formula 1 2011 hanno dato il solito esito scontato. Sebastian Vettel ha fatto tredici pole position da inizio stagione confermando ancora una volta lo strapotere del binomio austro-tedesco. Le incognite di una pista nuova e molto sporca abbinate alla crescita prestazionale di Ferrari e McLaren, però, lasciano aperte molte opzioni in ottica gara. Vettel lo sa bene. Fernando Alonso e Lewis Hamilton non si espongono più di tanto ma è evidente che puntino al colpaccio dopo aver contato un distacco dalle Red Bull decisamente contenuto rispetto alle previsioni.

    SEBASTIAN VETTEL:“E’ stata una buona sessione per noi su un circuito nuovo dove era difficile fare bene. Qui in India la pista era molto sporca e bastava uscire dalla linea ideale per perdere tempo. Sono riuscito bene a gestire la macchina che è stata fantastica sin dal venerdì. Alcuni hanno puntato su due giri veloci. Era possibile. Mi piace molto questo circuito, stiamo facendo un ottimo lavoro. Mi aspetto una bella gara domani”.

    LEWIS HAMILTON:“Sono rimasto stupito di essere allo stesso livello della Red Bull. Purtroppo sono stato penalizzato e sarò retrocesso di 3 posizioni in griglia di partenza ma è stato un errore mio e devo pagare. Per domani sarò quarto ed ho la possibilità di recuperare”.

    MARK WEBBER:“Non è stato facile sfruttare gli pneumatici per un unico giro quando nel primo settore era difficile non fare errori. Nel secondo tentativo non ho potuto spingere a causa delle bandiere gialle determinate dall’incidente di Massa”.

    RED BULLHORNER:“Questo tracciato è una grande sfida per i piloti. Aver ottenuto la tredicesima pole position è un gran traguardo per Sebastian Vettel. Visti i lunghi rettilinei e le due zone DRS, ci aspettiamo una gara combattuta”.

    FERNANDO ALONSO:“Partiamo una posizione migliore rispetto alle ultime volte per cui possiamo essere ottimisti per puntare al podio domani che resta il nostro obiettivo realistico. Ieri siamo stati più veloci nelle prove libere e oggi abbiamo ridotto il gap da chi sta davanti per cui speriamo bene. Domani avremo due zone DRS che dovrebbero aiutare i sorpassi. Confidiamo in una buona gara”.

    FERRARI. Andrea Stella:“Pensavamo di essere meno avanti. Siamo vicini a Hamilton e Webber e questo ci soddisfa. In base a quello che abbiamo visto nelle ultime gare, siamo incoraggiati per fare una buona performance in gara dove abbiamo le stesse gomme utilizzate in Corea e Giappone dove siamo andati bene”. Rob Smedley:“Massa ha rotto la sospensione sbattendo dietro al cordolo. E’ un errore di cinque centimetri. Ora dobbiamo vedere i danni. La nostra prestazione in generale non è male perché se guardiamo ai tempi, notiamo che Fernando Alonso è a soli tre decimi. Purtroppo siamo solo quarti e sesti…”