by

GP India F1 2011: vince Vettel! Ferrari sul podio con Alonso

    sebastian vettel gp india f1 2011 gara


    E’ l’insaziabile Sebastian Vettel il vincitore del Gran Premio d’India di Formula 1 2011. Il campione del mondo della Red Bull mette il primo nome sull’albo d’oro del circuito di Nuova Delhi. Assieme a lui salgono sul podio Jenson Button e Fernando Alonso. Nonostante alla vigilia si pensasse che Ferrari e McLaren avrebbero dato filo da torcere alla corazzata austriaca, alla fine la legge del più forte vale anche stavolta. Nessuno riesce ad impensierire Vettel. Manca all’appello Lewis Hamilton, protagonista dell’ennesimo incidente con Felipe Massa. Stavolta, però, i commissari danno la colpa al brasiliano che, qualche giro dopo, si deve ritirare per un’altra rottura della sospensione anteriore dopo passaggio sul cordolo.

    PARTENZA. Sebastian Vettel è in pole position. In prima fila c’è anche l’altra Red Bull di Mark Webber davanti a Fernando Alonso, Jenson Button, Lewis Hamilton e Felipe Massa. Allo spegnersi dei semafori del primo GP d’India della storia, Vettel conserva il primato, Alonso insidia Webber ma viene scavalcato da Button. Al termine del primo giro la classifica dei primi dieci vede Vettel davanti a Button, Webber, Alonso, Massa, Hamilton, Rosberg, Schumacher, Sutil e Senna. Nelle retrovie ci sono alcuni incidenti. Va peggio di tutti a Kobayashi che è costretto al ritiro.

    GIRO 17. Primo pit stop di Webber, Alonso e Hamilton.

    GIRO 18. Primo pit stop di Massa.

    GIRO 19. Primo pit stop di Button.

    GIRO 20. Primo pit stop di Vettel. Dopo che tutti i piloti hanno effettuato la loro prima sosta, la classifica dei primi dieci vede Vettel, Button, Webber, Alonso, Massa, Hamilton, Rosberg, Schumacher, Alguersuari e Buemi.

    GIRO 24. Incidente tra Massa e Hamilton. Il pilota McLaren deve effettuare un altro pit stop e scivola in nona posizione. Il ferrarista prosegue apparentemente senza problemi ma lamenta difficoltà nello scalare le marce.

    GIRO 26. Ritiro per Buemi. Sutil entra in zona punti.

    GIRO 31.

    Penalità per Felipe Massa: drive through per aver causato la collisione con Hamilton. Decisione giusta. Anche se il pilota Ferrari si trovava davanti, ha comunque chiuso la porta in faccia al collega senza dargli alternativa al contatto.

    GIRO 32. Secondo pit stop di Massa che monta gomme a mescola dura e cambia l’ala anteriore.

    GIRO 34. Finisce la fatica di Massa. Un colpo al cordolo identico a quello delle qualifiche rompe ancora una volta la sospensione. La Ferrari del brasiliano è fuori dalla gara.

    GIRO 37. Secondo pit stop di Webber. Sulla Red Bull numero 2 si montano le gomme a mescola dura. D’ora in poi, tutti gli altri faranno lo stesso.

    GIRO 39. Secondo pit stop di Alonso. Lo spagnolo rientra in pista davanti a Webber. Viene da chiedersi, però, come mai la Ferrari non abbia tenuto ancora per qualche altro giro le vecchie gomme morbide. C’era ancora qualcosa da guadagnare rispetto a chi, come l’australiano della Red Bull, ha montato mescole dure.

    GIRO 46. Ultimo pit stop di Hamilton e Button.

    GIRO 47. Secondo e ultimo pit stop anche per Vettel. La classifica vede il tedesco al comando con 5 secondi di vantaggio su Button il quale ha un margine di 15 su Alonso e Webber. Più distanti Schumacher, Rosberg, Alguersuari, Senna e Sutil che completano la top ten.

    GIRO 60. Le impressioni post-qualifiche che davano McLaren e Ferrari in grado di impensierire Vettel sono state smentite anche stavolta. Sebastian Vettel è il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi. Sul podio salgono Jenson Button e Fernando Alonso. A punti vanno Webber, Schumacher, Rosberg, Hamilton, Alguersuari, Sutil e Perez.

    Gran Premio India F1 2011: ordine di arrivo
    1. Vettel Red Bull-Renault 1h30:35.002
    2. Button McLaren-Mercedes + 8.433
    3. Alonso Ferrari + 24.301
    4. Webber Red Bull-Renault + 25.529
    5. Schumacher Mercedes + 1:05.421
    6. Rosberg Mercedes + 1:06.851
    7. Hamilton McLaren-Mercedes + 1:24.183
    8. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1 lap
    9. Sutil Force India-Mercedes + 1 lap
    10. Perez Sauber-Ferrari + 1 lap
    11. Petrov Renault + 1 lap
    12. Senna Renault + 1 lap
    13. Di Resta Force India-Mercedes + 1 lap
    14. Kovalainen Lotus-Renault + 2 laps
    15. Barrichello Williams-Cosworth + 2 laps
    16. D’Ambrosio Virgin-Cosworth + 2 laps
    17. Karthikeyan HRT-Cosworth + 3 laps
    18. Ricciardo HRT-Cosworth + 3 laps
    19. Trulli Lotus-Renault + 4 laps

    Fastest lap: Vettel, 1:27.457