GP India F1 2012: vince Vettel! Ferrari 2a con Alonso

Formula 1: cronaca del Gran Premio d'India 2012

da , il

    vettel gp india f1 2012 diretta cronaca

    E’ Sebastian Vettel il primo a passare sotto alla bandiera a scacchi del Gran Premio d’India di Formula 1 2012. Il pilota Red Bull comanda la gara dal primo all’ultimo giro e precede di 9 secondi un Fernando Alonso letteralmente mai domo. Grandi sorpassi e prestazione maiuscola per lo spagnolo della Ferrari che dimostra ancora una volta tutta la sua grinta. Sul podio sale anche Mark Webber, l’australiano – rimasto con il Kers difettoso – è tallonato invano nel finale da Lewis Hamilton. A punti vanno anche Jenson Button, Felipe Massa, Kimi Raikkonen, Nico Hulkenberg, Romain Grosjean e Bruno Senna. Ora non resta che attendere le verifiche tecniche del post-gara per capire se le scintille provenienti dal fondo della Red Bull di Vettel, verificatosi negli ultimi dieci giri, hanno portato ad un consumo anomale del fondo stesso che determinerà qualche clamorosa penalizzazione.

    GIRO 60 Vince Sebastian Vettel. Per lui 9 secondi di vantaggio su Fernando Alonso, 13” su Mark Webber e Lewis Hamilton. Più staccati, vanno a punti anche Jenson Button, Felipe Massa, Kimi Raikkonen, Nico Hulkenberg, Romain Grosjean e Bruno Senna. Una volta passato il traguardo, il brasiliano della Ferrari parcheggia la macchina sull’erba per scarsità di carburante.

    GP India F1 2012: ordine di arrivo

    1. Vettel Red Bull-Renault 1h31:10.744

    2. Alonso Ferrari + 9.437

    3. Webber Red Bull-Renault + 13.217

    4. Hamilton McLaren-Mercedes + 13.909

    5. Button McLaren-Mercedes + 26.266

    6. Massa Ferrari + 44.600

    7. Raikkonen Lotus-Renault + 45.200

    8. Hulkenberg Force India-Mercedes + 54.900

    9. Grosjean Lotus-Renault + 56.100

    10. Senna Williams-Renault + 1:14.900

    11. Rosberg Mercedes + 1:21.600

    12. Di Resta Force India-Mercedes + 1:22.800

    13. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 1:26.000

    14. Kobayashi Sauber-Ferrari + 1:26.400

    15. Vergne Toro Rosso-Ferrari + 1 lap

    16. Maldonado Williams-Renault + 1 lap

    17. Petrov Caterham-Renault + 1 lap

    18. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap

    19. Pic Marussia-Cosworth + 1 lap

    20. Glock Marussia-Cosworth + 2 laps

    21. Karthikeyan HRT-Cosworth + 2 laps

    22. Schumacher Mercedes + 5 laps

    Giro più veloce: Button, 1:28.203

    FOTOGALLERY GRAN PREMIO INDIA 2012 – NOIDA

    GIRO 58 Spettacolo Hamilton! Guida oltre il limite per limare i pochi decimi che lo separano da Webber.

    GIRO 57 Schumacher si ritira. A causa della foratura del primo giro non era mai stato in gara.

    GIRO 55 Vettel prosegue senza problemi. Alonso, intanto, commette un paio di piccoli errori nella guida nel tentativo di mettere pressione alla Red Bull.

    GIRO 53 Attenzione! le immagini in Tv mostrano che il fondo della Red Bull di Vettel tocca l’asfalto. Riuscirà comunque a tenere la testa della gara? Per il momento le sue prestazioni sono solo di poco più alte del dovuto. Alonso gli recupera non più di mezzo secondo al giro ma gliene mancano ancora 10 con soli 7 giri a disposizione.

    GIRO 50 A dieci giri dalla fine, la situazione diventa quasi definitiva. Vettel è tranquillo con 11 secondi di vantaggio su Alonso che allunga su Webber. L’australiano, invece, deve difendere il podio dal ritorno di Hamilton. Ora il divario tra i due è di 4 secondi.

    GIRO 49 Galvanizzato dalla manovra, Alonso riesce addirittura a segnare il giro più veloce: 1.29.236

    GIRO 47 Ecco il sorpasso: Alonso scavalca Webber! Manovra perfetta: emblema di un campione che non vuole arrendersi a lasciare vita facile a Vettel nella conquista del titolo 2012.

    GIRO 46 Un doppiato rallenta Webber e ora Alonso è di nuovo a meno di un secondo.

    GIRO 44 Webber si lamenta via radio del mancato funzionamento del KERS. C’è ancora speranza per Alonso? Lo spagnolo è a 2 secondi. Hamilton, dietro di lui, ha smesso di recuperargli terreno ed è ancora a 6 secondi.

    GIRO 42 Alonso ora ha un passo di 2-3 decimi più alto rispetto a Vettel, Webber che lo precedono e Hamilton che lo segue. Il vantaggio sulla McLaren è sceso a 6 secondi. Altra lotta interessante è quella tra Massa e Raikkonen con la Lotus che continua a tallonare la Ferrari senza trovare lo spunto per il sorpasso.

    GIRO 40 Webber riesce a togliersi Alonso dalla scia. Hamilton, quarto, intanto abbassa il distacco da Alonso a soli 7 secondi. La Ferrari deve ora difendere il terzo posto anziché attaccare il secondo?

    GIRO 39 Hamilton lancia un acuto e segna il giro più veloce della gara. La sua McLaren va ora alla grande ma il pilota, via radio, suppone che gli pneumatici non possano reggere fino alla fine della corsa. Sempre via radio arriva un segnale di risparmiare carburante per Massa.

    GIRO 36 Anche Grosjean cambia gli pneumatici. A differenza dei suoi diretti avversari, è partito con le dure ed ora monta le morbide. Il francese rientra in nona posizione.

    GIRO 35 Dopo poco più di metà gara, la classifica vede Vettel al comando con 12” su Webber e Alonso, 20” su Hamilton, 30” su Button e Grosjean, 35” su Massa e Raikkonen, 43” su Hulkenberg e 60” su Rosberg. Tra i piloti che occupano le prime dieci posizioni, solo Grosjean gira ancora con le gomme montate in partenza.

    GIRO 33 Anche Vettel effettua il cambio gomme. Alonso, intanto, continua a mettere pressioni a Webber.

    GIRO 32 Pit stop di Hamilton. L’inglese sostituisce anche il volante. Vedremo se dopo questa manovra miglioreranno le sue prestazioni.

    GIRO 31 Contatto ala-pneumatico tra Kobayashi e Maldonado. Il pilota Williams rimedia una foratura e scivola in fondo al gruppo.

    GIRO 30 La Red Bull richiama Webber in pit lane. L’australiano rientra in pista davanti ad Alonso ma ha meno di un secondo di vantaggio.

    GIRO 29 Pit stop di Alonso. Con lo spagnolo la Ferrari prova a giocare d’anticipo sulle Red Bull. Superare Webber e salire al secondo posto è un obiettivo possibile.

    GIRO 28 Pit stop di Massa. Il brasiliano rientra in pista in duello con Raikkonen e riesce a conservare la propria posizione con un bel sorpasso e controsorpasso.

    GIRO 27 Cambio gomme per Raikkonen. Il finlandese proverà a sfruttare le gomme fresche per scavalcare Massa.

    GIRO 25 E’ Jenson Button il primo ad effettuare il pit stop. Riparte ovviamente con gomme dure. Tutti lo imiteranno e concluderanno così la gara.

    GIRO 23 Webber si riprende e torna a viaggiare al livello di Alonso che, però, ora è a soli 2 secondi. Vettel, intanto, segna altri giri veloci e mette 10 secondi tra sé e l’australiano.

    GIRO 22 Alonso recupera 3 secondi in tre giri su Webber che alza in modo preoccupante il suo ritmo. Nessun problema, invece, per Vettel che segna un altro giro veloce. E’ un mostro: 1.30.6 contro 1.32.3 di Webber e 1.31.3 di Alonso.

    GIRO 21 Perez si arrende: torna al box e si ritira. Probabilmente la sua vettura ha subito dei danni nel giro di rientro effettuato con lo pneumatico forato.

    GIRO 20 Siamo ad un terzo di gara. Possiamo fare un primo bilancio. Vettel guida con un margine di 5 secondi e con un potenziale di 3-4 decimi al giro su Webber e su tutti gli altri. Sta giustamente controllando la situazione senza prendersi dei rischi. Webber è saldamente al secondo posto con altri 5 secondi su Alonso. Non può impensierire il compagno di squadra e non sembra poter essere impensierito dallo spagnolo che occupa la terza posizione. Il ferrarista ha 8 secondi di margine su Hamilton. L’inglese è seguito a breve distanza da Button, Massa e Raikkonen. Il podio sembra già scritto. La vera battaglia è per il quarto posto!

    GIRO 19 Contatto tra Perez e Ricciardo. Il messicano si trova con lo pneumatico forato e deve nuovamente fare un pit stop scivolando in ultima posizione.

    GIRO 16 Grosjean supera Senna ed entra nella top ten.

    GIRO 14 In questo momento le due Red Bull girano sul piede del 1.31.5. Alonso fa i miracoli per assestarsi sull’1.31.6 ma potrebbe mettere troppo sotto stress i suoi pneumatici. Per rendere l’idea di quanto stiano tirando i primi tre, basti dire che Hamilton, quarto, è il più veloce degli inseguitori con 1.32.3.

    GIRO 11 Massa tallona Button. Ne ha di più ma non riesce a scavalcarlo. Raikkonen è dietro di mezzo secondo e segue le manovra del brasiliano con interesse. Bel duello anche tra Perez e Hulkenberg. Il messicano si trova già con problemi di gomme e deve, però, fare un pit stop anticipato.

    GIRO 10 Vettel conferma di avere nel taschino qualche decimo al giro rispetto a Webber. Alonso fatica a tenere il passo delle Red Bull ma continua a spingere per non far aumentare il divario che ora è di 7.5”.

    GIRO 07 Vettel riprende a spingere e rifila mezzo secondo a Webber e Alonso. Le McLaren dimostrano in questo momento di non avere il passo dei primi tre. Persino Massa si appresta ad insidiare Button.

    GIRO 06 Chiariamo la situazione. Vettel ha un vantaggio di 2” su Webber, 6” su Alonso, 9” su Hamilton, 10” su Button, 11” su Massa, 12” su Raikkonen. Più staccati Perez, Hulkenberg e Rosberg che completano la top ten.

    GIRO 05 Sorpasso e controsorpasso tra Hamilton e Button. L’anglocaraibico riesce, però, ad averela meglio. Alonso continua ad esaltarsi. Riesce persino a mangiare qualche decimo a Vettel.

    GIRO 03 Nando è una furia. Usa il DRS e svernicia Button in rettilineo. L’inglese prova a ribattere nell’allungo successivo ma lo spagnolo gli fa capire che oggi non è in vena di scherzi. Ora è terzo. Vedremo se riuscirà ad insidiare Webber. Al momento la Ferrari numero 5 è l’unica che riesce a limitare nell’ordine di 2-3 decimi il ritardo sul giro dalle Red Bull. Le McLaren perdono mezzo secondo costantemente.

    GIRO 02 Abilitato il DRS, Vettel tenta già la fuga. Il tedesco gira in 1.32.5 rifilando mezzo secondo a tutti quelli che lo seguono. Tempi simili da Webber a Hamilton.

    GIRO 01 Si parte! 60 giri da percorrere. Vettel conserva la prima posizione davanti a Webber. Grande duello tra Alonso, Hamilton e Button. Sorpassi e contro sorpassi a tre! Lo spagnolo riesce alla fine a superare Hamilton e si accoda a Button che occupa la terza posizione. Completano la top ten Massa, Raikkonen, Perez, Hulkenberg e Rosberg. Schumacher e Vergne devono fare subito un pit stop. Il tedesco accusa una foratura.

    ORE 10.30 In India sono le ore 15.00. Temperatura dell’aria: 30°. Temperatura dell’asfalto: 36°. Le condizioni ricalcano quelle delle dei giorni scorsi. Inizia il giro di ricognizione. Il Gran Premio d’India 2012 è la 17a di 20 gare presenti nel calendario mondiale di Formula 1. Vettel parte in pole position con un vantaggio di 6 punti in classifica su Alonso che è quinto. Per la Ferrari sarà cruciale indovinare una buona partenza.

    Questa è la griglia di partenza completa

    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault

    2. Mark Webber Red Bull-Renault

    3. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes

    4. Jenson Button McLaren-Mercedes

    5. Fernando Alonso Ferrari

    6. Felipe Massa Ferrari

    7. Kimi Raikkonen Lotus-Renault

    8. Sergio Perez Sauber-Ferrari

    9. Pastor Maldonado Williams-Renault

    10. Nico Rosberg Mercedes

    11. Romain Grosjean Lotus-Renault

    12. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes

    13. Bruno Senna Williams-Renault

    14. Michael Schumacher Mercedes

    15. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari

    16. Paul di Resta Force India-Mercedes

    17. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari

    18. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari

    19. Vitaly Petrov Caterham-Renault

    20. Heikki Kovalainen Caterham-Renault

    21. Timo Glock Marussia-Cosworth

    22. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth

    23. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth

    24. Charles Pic Marussia-Cosworth

    LaPresse

    ORE 10.20 In pit lane si provano ad anticipare le tattiche delle scuderie. Sembra difficile che qui qualcuno possa inventarsi qualcosa di sorprendente. Il degrado degli pneumatici è minimo pertanto i team possono puntare ad una sola sosta senza preoccupazioni particolari. Per chi parte con gomme soft, il momento del cambio gomme è stimato tra il giro 28 e il giro 32. Tra le due mescole portate qui dalla Pirelli, soft e hard, si stima una differenza di tempo sul giro attorno ai 6 decimi.

    Benvenuti alla diretta live del Gran Premio d’India di Formula 1 2012. Per restare aggiornato minuto per minuto su ciò che avviene sul Buddh Circuit è sufficiente aggiornare questa pagina. La partenza della gara è fissata per le ore 10.30. I piloti hanno già sistemato le loro monoposto in griglia di partenza. L’esito delle qualifiche di ieri ha visto Sebastian Vettel ottenere una comoda pole position davanti al compagno di squadra Mark Webber. Dietro alle due Red Bull, scatteranno in seconda fila Lewis Hamilton e Jenson Button. Fernando Alonso, primo avversario di Vettel nella lotta per il titolo mondiale, è solo quinto con una Ferrari non all’altezza, almeno sul giro secco, della Red Bull. A completare le prime cinque file dello schieramento ci sono Felipe Massa, Kimi Raikkonen, Sergio Perez, Nico Rosberg e Pastor Maldonado.